mercoledì 12 maggio 2021

Kelly Evans: un nuovo boom di riacquisto sta arrivando

Una delle cose grandiose dell’invecchiamento è che ricordi cosa non ha fatto accadere, e non solo quello che è successo. Ti rendi conto che certe cose sono state spazzate via in modo sproporzionato mentre altri eventi importanti sono usciti dal nulla o sono passati inosservati per un po ‘. Mi ricorda un libro pulito che ho trovato una volta, “ Vanished Kingdoms “, che racconta gli stati e gli imperi che non sono sopravvissuti (Aragon, il Rock, ecc.), Non solo quelli che lo hanno fatto.

Comunque, quando ho visto la nuova nota di Brian Reynolds questa mattina, ho subito avuto dei flashback su un tema che pensavo sarebbe stato enorme dopo la Grande Recessione, ma mai ha davvero guadagnato molta trazione: la cosiddetta “recessione di bilancio”. Questo concetto fu sostenuto dall’economista Richard Koo, che scrisse un grande libro su come ciò contribuì al lungo malessere del Giappone dopo il crollo del suo mercato azionario in 1989.

Koo ha affermato che il Giappone è stato ostacolato da una crescita lenta per anni perché le sue società stavano pagando debiti per riparare i loro bilanci invece di investire per massimizzare i profitti futuri. In 2011, Koo sostenne il mondo intero potrebbe seguire questa strada, ma non è mai diventato un tema di discussione importante. Mi azzarderei a dire che adesso è arrivato il suo momento.

Ed è qui che entra in scena il signor Reynolds. Avverte, in una nota ai clienti, che il mercato (in particolare, il Libor a termine) implica un sempre più lento recupero l’anno prossimo rispetto a quello che abbiamo visto 2009. “La forte crescita dell’indebitamento e la trasformazione dei bilanci trasformeranno il focus delle aziende in riacquisto di debiti nei prossimi anni “, avverte.

Il passaggio a società che minimizzano il debito – che può anche assumere la forma di emissione di azioni – invece di riacquistare azioni “[will make] per un’equità meno intensa mercato toro rispetto agli ultimi tre “che abbiamo vissuto, dice Reynolds.

Esiste anche un rischio maggiore. Koo afferma che ci sono due tipi di recessioni: quelle innescate dal solito ciclo economico (che, a posteriori, è ciò che è accaduto in 2008 – 09) e quelli innescati dalla riduzione della leva finanziaria / minimizzazione del debito. Questi ultimi sono quelli che lui chiama “recessioni di bilancio” e li considera piuttosto pericolosi.

In modo ironico, anche se questa economia è crollata per colpa sua, siamo potenzialmente in una posizione peggiore per la ripresa di quanto non fossimo dopo 2008 crisi del credito a causa dell’impennata dei prestiti per resistere alla pandemia. I due modi migliori per alleviare questo sono rimborsando quel debito il più rapidamente possibile; e far intervenire il governo con un importante sostegno fiscale nel frattempo per sostituire gli investimenti aziendali persi, contribuire ad accelerare tale processo e impedire il collasso del PIL.

Per farla breve, tutto questo è il motivo per cui non sono sorpreso di sentire il presidente Trump lanciare l’idea di un pacchetto infrastrutturale da $ 2 trilioni, e probabilmente saremo ascoltando piani di queste dimensioni per anni. Il debito verso il PIL esploderà qui, proprio come in Giappone, senza essere inflazionistico o aumentare i tassi di interesse.

Ci vediamo alle 13:00 ..

Kelly

Twitter: @KellyCNBC

Instagram: @realkellyevans

Articolo originale di CNBC