lunedì 30 novembre 2020

La BCE lancia un nuovo pacchetto di coronavirus da $ 820 miliardi

FRANCOFORTE SUL MENO, GERMANIA – MARZO 12: Christine Lagarde (R), presidente della Banca centrale europea (BCE), e il vicepresidente Luis de Guindos (L) parlano ai media a seguito di una riunione del consiglio di amministrazione della BCE presso la sede della BCE a marzo 12, 2020 a Francoforte, Germania.

Thomas Lohnes

I costi del debito italiano sono calati bruscamente giovedì mattina quando gli investitori hanno reagito a un massiccio nuovo programma di acquisto di obbligazioni della Banca centrale europea (BCE).

Mercoledì sera la BCE ha annunciato un 750 miliardi di euro ($ 820 miliardi) programma di acquisto di attività nel tentativo di mitigare l’impatto dell’epidemia di coronavirus, mentre il bilancio delle vittime in Europa continua a salire.

La banca centrale ha affermato che avrebbe acquistato titoli pubblici e privati ​​per contrastare i “gravi rischi” del coronavirus. Il cosiddetto programma di acquisto di emergenza pandemica (PEPP) durerà fino alla fine dell’anno.

Il la banca centrale era stata criticata da quando Lagarde la scorsa settimana aveva dichiarato a una conferenza stampa che il ruolo della banca non era quello di chiudere lo spread nei mercati del debito sovrano. Di conseguenza, i suoi commenti hanno aumentato i costi del debito italiano. Il suo predecessore, Mario Draghi, ha rassicurato i mercati finanziari in 2012 – l’apice della crisi del debito sovrano – che la BCE avrebbe fatto “tutto ciò che serve” per salvare l’euro.

Tuttavia, gli investitori hanno risposto positivamente all’ultimo pacchetto di coronavirus della BCE. Il rendimento del titolo italiano 10 – anno è sceso fino a 1. 542% giovedì mattina, dopo aver scambiato al 2,5% mercoledì. I rendimenti si spostano inversamente sui prezzi delle obbligazioni. La riduzione dei rendimenti significa che gli investitori stanno acquistando obbligazioni italiane, il che indica la fiducia nella capacità del paese di ripagali.

10 – Rendimento obbligazionario italiano giovedì mattina.

“I tempi straordinari richiedono un’azione straordinaria. Non ci sono limiti al nostro impegno nei confronti dell’euro. Siamo determinati a sfruttare appieno il potenziale di i nostri strumenti, nell’ambito del nostro mandato “, ha dichiarato Mercoledì su Twitter il presidente della BCE Christine Lagarde.

Il coronavirus, che è iniziato in Cina alla fine 2019, ha bloccato le principali economie dell’euro, con Italia, Francia, Spagna e Belgio in blocco totale. I dati hanno anche dimostrato che il virus ha infettato e ucciso più persone in Europa che in Cina, secondo il New York Times.

Il nuovo programma di acquisto di attività includerà anche titoli greci. I titoli di stato greci non erano presenti nei precedenti programmi di acquisto di attività della banca centrale in quanto non avevano sufficiente credibilità degli investimenti sulla scia della crisi del debito sovrano.

“Non potevamo sperare per di più. L’inclusione della Grecia e della carta commerciale aziendale sono state le ciliegie sulla torta QE (quantitative easing) “, ha detto Frederik Ducrozet, economista senior di Pictet Wealth Management, in una e-mail mercoledì.

“A condizione che la risposta fiscale continui a crescere, sembra un cambio di rotta per l’economia e i mercati dell’area dell’euro”, ha aggiunto Ducrozet.

La BCE ha sorpreso i mercati a settimana fa non tagliando i tassi di interesse come un modo per stimolare l’attività economica durante l’epidemia di coronavirus. Invece, la BCE ha svelato un nuovo supporto ai prestiti bancari e ha ampliato il suo programma di acquisto di attività di 120 miliardi di euro ($ 135. 28 miliardi).

“Il fatto che la zona euro abbia finalmente fatto i conti con l’entità della crisi dovrebbe attenuare il rallentamento ed è un prerequisito importante per un rapido rimbalzo”, ha dichiarato Carsten Brzeski, capo economista di ING Germania, in merito all’ultimo pacchetto di coronavirus .

I vari governi dell’area dell’euro hanno anche proposto misure di stimolo fiscale per ridurre le conseguenze del virus. La Francia, ad esempio, ha promesso 45 miliardi di euro per sostenere le imprese.

“Come spesso in passato, la zona euro ha impiegato, e questa volta anche la BCE, un po ‘di tempo per reagire. Le reazioni politiche non hanno avuto un grande coordinamento svenire, ma il pacchetto di stimoli, liquidità e garanzie del governo combinato con “qualunque cosa serva” di Lagarde così com’è adesso è forte “, ha aggiunto Brzeski.

Articolo originale di CNBC