venerdì 18 giugno 2021

La Coca-Cola può riprendersi il suo Mojo?

Probabilmente non c’è azienda più importante per la storia del Sud americano di The Coca-Cola Company (NYSE: KO ). Ma non compro né investo nella storia. Non è un motivo per essere in stock KO.

Oggi, a 2021, Pepsico (NASDAQ: PEP ) è di gran lunga l’investimento migliore. In effetti, il titolo Pepsi ha sovraperformato la Coca-Cola negli ultimi cinque anni. Questo perché la Pepsi ora è un’azienda alimentare, non solo un negozio di bevande.

La Coca-Cola ha comunque un posto nei portafogli. Offre dividendi costanti che aumentano con il tempo. Il suo dividendo è più che quadruplicato negli ultimi 20. Il prezzo delle azioni è più che raddoppiato. Tutto sommato, KO è il modello stesso di un investimento conservatore.

KO Stock: Can Coca-Cola Be More?

Il compito di cercare di fare della Coca-Cola più di così è toccato a James Quincey in 2017. Segue una linea di amministratori delegati KO non americani, che risale quasi 20 anni al regno travagliato di Doug Ivester.

Quincey ha lavorato intorno ai margini della Coca-Cola, con lattine di dimensioni più piccole, estensioni del marchio e va oltre lo zucchero. Si dice che anche la carbonatazione abbia effetti negativi sulla salute. In quanto tale, Quincey si è rivolto a bevande più sane, con l’intenzione di acquistare una partecipazione di controllo nel produttore di bevande sportive Bodyarmor, per esempio.

Ora, il CEO dice che vuole per fare “grandi scommesse”, come un riavvio di Coke Energy e Coke Zero Sugar. Quincey ha detto recentemente che l’azienda ha 11 di questi “premurosi e esperimenti intelligenti “in fila per 2021, che potrebbe comprendere 20% della pipeline globale.

La pandemia ha colpito duramente KO, con vendite in calo 11% e utile netto in calo rispetto a 13% nel 2020. Ma la Coca-Cola ha mantenuto il suo dividendo e lo ha persino aumentato di un centesimo questo mese. Le azioni KO ora danno 3. 28%, rispetto a un 30 – obbligazioni annuali con rendimento di quasi il 2,4%. )

Rising Optimism

L’attenta innovazione di Quincey e la lenta dissolvenza della pandemia hanno avuto una certa attenzione da parte degli analisti.

RBC Capital Markets, che ha declassato il titolo a gennaio, lo ha aggiornato per “sovraperformare” a marzo con un nuovo obiettivo di prezzo di $ 60.

Tuttavia, un grosso pericolo quello che rimane per la Coca Cola sono le tasse. Una sentenza del tribunale fiscale degli Stati Uniti che copre gli anni 2007 fino a 2009 potrebbe significare un conto di 3,3 miliardi di dollari. Ma quel dolore potrebbe essere alleviato dalle disposizioni nel taglio delle tasse 2017, che potrebbe anche ridurre il carico fiscale della Coca-Cola in futuro.

Coca-Cola rimane uno dei marchi americani “più forti” nel mercato mondiale, classificato anche al di sopra di Disney (NYSE: DIS ) secondo Brand Finance. La società di valutazione del marchio con sede a Londra stima il valore del marchio Coca-Cola in $ 33. 2 miliardi, quasi il doppio di quello della Pepsi.

Ma è questo confronto con la Pepsi che sta danneggiando di più anche il titolo KO. Il problema con quell’analisi è che – come ho notato sopra – le due società sono ora molto diverse. Pepsi è ora un’azienda alimentare, i cui numeri sono guidati da Quaker Oats e Frito-Lay. Al contrario, la Coca-Cola ha evitato investimenti al di fuori della sua nicchia per oltre 30 anni, dalla vendita Columbia Pictures a Sony (NYSE: SNE ) per $ 3,4 miliardi in 1989.

The Bottom Line

Tutto sommato , Coca-Cola e Pepsico sono società diverse che dovrebbero attrarre investitori diversi.

La Coca-Cola è istintivamente conservatrice, nel miglior senso possibile. Si concentra intensamente su ciò che sa fare meglio. Cioè, rendere l’acqua potabile e venderla al prezzo più alto possibile, nella più grande varietà di forme.

Questo è ciò di cui si occupa l’azienda da quasi un secolo da quando un controversia tra imbottigliatori e produttori di sciroppi ha portato a concentrarsi sulla questione della qualità dell’acqua. L’acqua pura è la chiave per far sì che ogni Coca-Cola abbia lo stesso sapore. È anche la chiave per assicurarsi che sia “sano”.

Quincey deve ancora affrontare sfide sul fronte della salute. Ma ha anche dimostrato che proteggerà e addirittura aumenterà il dividendo della Coca-Cola. Ecco perché compri azioni KO. Ignora il prezzo e punta alla resa.

Dana Blankenhorn è giornalista finanziario da 1978. Il suo ultimo libro è Big Bang della tecnologia: ieri, oggi e domani con la legge di Moore , saggi sulla tecnologia disponibili nel Kindle Store di Amazon. Seguilo su Twitter all’indirizzo @ danablankenhorn .

(Articolo proveniente da Fonte Americana)