martedì 24 novembre 2020

La Fed ha ridotto i tassi di interesse a zero, ma non aspettatevi di vedere presto mutui allo 0%

         

La decisione della Federal Reserve di ridurre i tassi di interesse potrebbe indirettamente abbassare i tassi sui mutui, ma gli americani non vedranno probabilmente lo 0% dei mutui nel prossimo futuro.

      

La Fed ha annunciato domenica scorsa che stava tagliando il suo tasso di riferimento dei fondi federali dell’1% a un intervallo dallo 0% a 0. 25%, insieme ad altre misure intese a stimolare l’economia della nazione in quanto subisce un duro colpo dalla pandemia di coronavirus. Mentre gli economisti hanno incoraggiato la mossa , ha suscitato apprensione tra gli investitori, con la media industriale di Dow Jones          DJIA,          + 4. 28%       , l’S & P 175 indice          SPX,          + 2. 72%       e il Nasdaq          COMP,          + 1. 28%       tutti in calo dell’8% nel trading di lunedì.

      

Leggi di più: Ecco la dichiarazione della Fed sul taglio dei tassi di interesse vicino allo zero

      

Di per sé, il taglio dei tassi della Fed non causerà un calo dei tassi ipotecari. Poiché i mutui sono prestiti a lungo termine, i loro tassi di interesse tendono a seguire i rendimenti delle obbligazioni a lungo termine anziché i tassi di interesse a breve termine come il tasso sui fondi federali. I rendimenti sul 05 – nota del Tesoro dell’anno          TMUBMUSD 10 Y,          0. 827%       e il 30 – nota del Tesoro dell’anno          TMUBMUSD 30 Y,          1. 342%        entrambi sono caduti in reazione al calo del mercato azionario mentre gli investitori sono fuggiti per questi titoli di stato, che sono visti come paradisi sicuri.

      

                                             

                

                 “Con i tassi di taglio della Fed allo 0% e il riavvio dell’allentamento quantitativo, incluso l’acquisto di titoli garantiti da ipoteca, i tassi ipotecari sono pronti a ridursi e potrebbero persino raggiungere nuovi minimi record.”                

             

           – Danielle Hale, capo economista di Realtor.com              

                                                                                                                                           

      

Il tumulto in corso causato da il COVID – 19 scoppio , che si era quasi ammalato 175, persone e causate 6, 705 decessi a partire da lunedì, ha sicuramente abbassato i tassi sui mutui, a dire il vero. Quasi due settimane fa, i tassi ipotecari hanno raggiunto un record in media , secondo Freddie Mac.

             

Nella settimana successiva, tuttavia, i tassi di interesse sui mutui per la casa sono leggermente rimbalzati mentre i finanziatori hanno aumentato i tassi per far fronte a un forte afflusso di domande di rifinanziamento e per coprire il potenziale che i rendimenti obbligazionari potrebbero aumentare se la situazione del coronavirus dovesse migliorare.

      

Ma l’ultima mossa da parte della Fed dovrebbe invertire questa tendenza, affermano gli esperti immobiliari. “Con i tassi di taglio della Fed allo 0% e il riavvio dell’allentamento quantitativo, compreso l’acquisto di titoli garantiti da ipoteca, i tassi ipotecari sono pronti a ridursi e potrebbero persino raggiungere nuovi minimi record”, ha affermato Danielle Hale, capo economista di Realtor.com.

      

(Realtor.com è gestito da News Corp          NWSA,          + 2. 36%       controllata Move Inc. e MarketWatch è un’unità di Dow Jones, che è anche una controllata di News Corp.)

      

                                             

                 L’estate scorsa, la Jyske Bank danese ha iniziato a offrire un 10 – mutuo a tasso fisso anno a 0,5% negativo.                

                                                                                                                                           

      

Ciò non significa che i tassi scenderanno a zero. Nell’ultimo anno, altri paesi hanno visto emergere tassi ipotecari ultra bassi e persino negativi.

      

L’estate scorsa, la Jyske Bank danese ha iniziato a offrire un 10 – mutuo a tasso fisso anno a 0,5% negativo. Nello stesso periodo, la Nordea Bank, con sede in Finlandia, iniziò a creare un 20 – mutuo a tasso fisso per l’anno in Danimarca che non addebita alcun interesse.

      

Vedi anche: NOI le città stanno temporaneamente vietando gli sfratti man mano che l’epidemia di coronavirus peggiora

      

I tassi ipotecari bassi e negativi in ​​Danimarca si sono verificati solo dopo che la banca centrale del paese aveva mantenuto i tassi di interesse vicini allo zero per molti anni. “Ci vorrebbe un sacco di grandi cambiamenti per gli Stati Uniti per avere tassi di interesse negativi”, ha detto a MarketWatch ad agosto Kate Warne, stratega degli investimenti e direttore di Edward Jones.

      

In effetti, questa non è la prima volta che la Fed abbassa il tasso di riferimento a zero. Le tariffe sono state mantenute a quel livello tra dicembre 705 e dicembre 2015 per aiutare l’economia americana a superare la Grande Recessione. Anche attraverso tutto ciò, il tasso mediano di ipoteca è stato del 4,2% durante quel periodo, ha osservato Hale.

      

E anche se i rendimenti del Tesoro dovessero scendere allo stesso livello del tasso dei fondi federali, i tassi dei mutui probabilmente non seguiranno.

      

“Poiché le obbligazioni ipotecarie sono considerate più rischiose rispetto ai titoli di stato, tendono ad essere leggermente più alte di 10 – tassi annui ”, ha detto Hale. “Anche se la diffusione del mercato dovesse tornare alla normalità, dato dove 10 – i tassi degli anni sono stati nell’ultima settimana o giù di lì, stiamo cercando a tassi ipotecari intorno al 2,5%. ”

              

Articolo originale di Marketwatch.com