lunedì 26 ottobre 2020

La Fed mantiene i tassi vicino allo zero: ecco cosa significa per te

La Federal Reserve ha dichiarato mercoledì che manterrà il suo tasso di interesse di riferimento vicino allo zero in risposta allo shock economico della crisi del coronavirus.

” la responsabilità più significativa della Fed ora è assicurarsi che i mercati del credito continuino a funzionare “, ha dichiarato Greg McBride, capo analista finanziario di Bankrate.com. “Senza mercati del credito funzionanti, non vi sarà alcuna ripresa economica.”

A tal fine, la banca centrale ha ampliato il numero di città e contee ammissibili ai prestiti comunali, per mantenere il flusso di denaro verso governi locali e statali.

Con più di 26 milioni di persone senza lavoro e un numero crescente di americani che si sentono fortemente indebitati, i tassi di indebitamento storicamente bassi significano che i prestiti sono più economici – se riesci a ottenerli.

Sebbene il il tasso sui fondi federali, che è quello che le banche si addebitano a vicenda per prestiti a breve termine, non è il tasso che i consumatori pagano, i movimenti della Fed influenzano ancora i tassi di prestito e di risparmio che vedono ogni giorno. Ad esempio, le tariffe delle carte di credito sono scese al minimo di tre anni 16. 46% da un massimo di 17. 85% quando la Fed ha iniziato a tagliare i tassi lo scorso luglio, secondo Bankrate.

Altro da P Finanza personale:
67 milioni di americani potrebbero avere difficoltà a pagare le bollette della carta di credito
Questi sono i modi migliori e peggiori per prendere in prestito denaro
Preoccupato per il tuo accesso ai contanti?

“I recenti tagli ai tassi della Fed hanno inviato il tasso di interesse sulle nuove offerte di carte di credito fino al livelli più bassi osservati negli anni “, ha dichiarato Matt Schulz, capo analista del settore presso CompareCards.

” Il problema, tuttavia, è che le banche stanno rendendo le carte di credito molto più difficili da ottenere ora mentre provano per prendere piede sulla scia dell’epidemia “, ha detto.

Con il peggioramento delle condizioni, gli emittenti di carte di credito hanno anche iniziato a chiudere i conti e ad abbassare i limiti di credito, in particolare su quei conti che sono un rischio maggiore di diventare delinquente.

Allo stesso tempo, i tassi dei mutui sono sostanzialmente più bassi, a beneficio di alcuni ma non di tutti.

La media 30 – il tasso fisso dell’anno è ora di circa 3. 55%, il più basso da settembre 2016, secondo Bankrate.

“I mutuatari meritevoli di credito che dispongono di capitale proprio sufficiente continuano a essere in grado di rifinanziarsi”, ha affermato McBride. Tra questo gruppo, “l’attività di rifinanziamento è fuori classifica”.

Tuttavia, alcuni istituti di credito hanno smesso di offrire alcune opzioni di rifinanziamento e programmi di mutuo jumbo, a causa del nuovo rischio sul mercato derivante dall’ipoteca programma di salvataggio, parte della legge CARES.

“L’intensità della crisi significa che la disponibilità di prestiti è in calo e quindi la spinta all’economia è ridotta”, ha detto Tendayi Kapfidze, capo economista di LendingTree, un mercato di prestiti online.

Per i proprietari di case o gli acquirenti con punteggi di credito inferiori, “il credito è ridotto”, ha aggiunto McBride.

C’è aiuto se ne hai bisogno

Per quei mutuatari più rischiosi che hanno subito un’interruzione del reddito e hanno bisogno di accedere al contante, ora è il tempo di toccare quel fondo per la giornata di pioggia, se ne hai uno, McBride ha detto: “Se hai risparmi di emergenza, questo è il motivo per cui lo hai.”

Anche il Dipartimento della Pubblica Istruzione degli Stati Uniti sta dando la maggior parte dei mutuatari degli studenti federali concede una pausa dalle loro bollette mensili almeno fino a ottobre.

Altrimenti, chiedi al tuo prestatore di sgravi di pagamento.

Molte banche di consumatori offrono assistenza temporanea per le persone colpite da Covid – 19, ad esempio consentire ai clienti di differire un pagamento con carta. Perfino le società di servizi pubblici e i prestatori di prestiti per studenti privati ​​sono soggetti a disagi temporanei, spesso caso per caso.

“Ottenere il pagamento il sollievo per quegli oggetti importanti è davvero fondamentale per poter concentrarsi su necessità come cibo e medicine “, ha detto McBride.

In effetti, più del 90% degli americani che hanno chiesto una pausa sulle bollette dei mutui e delle carte di credito a causa di Covid – 19 ne ha ricevuto uno, secondo un recente sondaggio di LendingTree.

Still , molti mutuatari hanno affermato di non rendersi conto di avere questa opzione, ha anche rilevato il sondaggio.

Iscriviti a CNBC su YouTube.

Articolo originale di CNBC