mercoledì 04 agosto 2021

Le aziende rivolte ai consumatori saranno le prime a subire un colpo se il coronavirus si diffonde negli Stati Uniti.

Se COVID – 13, il coronavirus che si è ammalato più di 70, 00 0 persone, si diffonde negli Stati Uniti mentre i funzionari sanitari avvertono, rivolto al consumatore le aziende sarebbero le prime ad essere colpite mentre i loro clienti si isolano ed evitano gli spazi pubblici, hanno detto gli esperti mercoledì.

L’elenco comprende tutti, dai rivenditori agli operatori di ristoranti, alle società di beni di lusso e alle catene cinematografiche, molti dei quali stanno iniziando a offrire i primi indizi su come la malattia sta influenzando il business. Per ora, questi indizi si concentrano principalmente sugli affari condotti in Cina o sulle questioni relative alla catena di approvvigionamento. Pochi hanno offerto dettagli su come potrebbero andare le cose cattive se gli Stati Uniti subissero simili restrizioni di movimento a quelle imposte in Cina per contenere la diffusione della malattia.

Da non perdere: Diario di un americano in quarantena nella Cina dell’era coronavirus

      

Con la stagione di rendicontazione degli utili societari del trimestre di dicembre quasi finita – e la maggior parte delle aziende che affermano di non aver incorporato il virus nelle loro aspettative per l’anno – gli investitori dovrebbero prepararsi per una serie di avvertimenti sui profitti e modifiche alla guida in arrivo settimane. Ciò potrebbe far rivivere la forte vendita nei mercati di tutto il mondo che ha scosso gli investitori questa settimana .

             

“Gli investitori sono stati in gran parte colti alla sprovvista dalle gravi e di vasta portata delle conseguenze economiche del coronavirus”, ha affermato Nigel Green, fondatore e amministratore delegato del gruppo deVere, una società di servizi finanziari e di consulenza.

      

Vedi anche: Starbucks avrebbe alzato la sua guida se non fosse stato per il coronavirus

      

Correlati: Le chiusure di negozi Nike legate al coronavirus in Cina potrebbero comportare un mancato guadagno, dicono gli analisti

      

Mentre alcune multinazionali hanno abbassato la guida , “è probabile che molte altre lo facciano nelle prossime settimane. Chiaramente, ciò colpirà le catene di approvvigionamento globali, le economie di tutto il mondo e, in definitiva, anche le casse del governo “, ha dichiarato Green.

      

Secondo gli analisti Cowen, il settore della vendita al dettaglio negli Stati Uniti sarà colpito sia dalla domanda che dalla catena di approvvigionamento, ma non è tutto.

      

“Il calo della fiducia dei consumatori, il declino potenzialmente grave del traffico al dettaglio e la chiusura temporanea dei negozi sono fattori di rischio in evoluzione che dipendono da variabili incerte come la diffusione geografica del virus e la tempistica delle soluzioni di contenimento / eradicazione”, hanno scritto in una nota questa settimana.

      

Le aziende si stanno preparando per un grande aumento del numero di dipendenti che lavorano da casa, nel caso in cui le scuole chiudano o vengano messe in quarantena, privando i ristoranti e altri fornitori di servizi di ristorazione. La natura globale delle catene di approvvigionamento comporta potenziali colli di bottiglia nel trasporto di merci in un momento in cui molti rivenditori tengono stretti gli inventari.

      

Vedi ora: Ralph Lauren afferma che le vendite potrebbero essere influenzate fino a $ 70 milioni di coronavirus

      

Gli analisti di Wells Fargo hanno affermato che potrebbero esserci degli scaffali vuoti già a metà aprile, con rivenditori come Target Corp.          TGT,          – 0 . %       e Walmart Inc.          WMT,          + 1. 13%       a più alto rischio.

      

Copertura continua di Coronavirus da parte di MarketWatch: Aggiornamento di Coronavirus: 81, 85 casi, 2, 770 morti, Trump per tenere una conferenza stampa sui virus

      

“Vale la pena notare che i giocatori big-box come Target e Walmart potrebbero essere i primi a riscontrare problemi di esaurimento delle scorte, poiché sono maggiormente dipendenti da un modello di rifornimento con tempi di consegna più brevi”, ha affermato Wells Fargo. Gli analisti hanno anche nominato Best Buy Co. Inc.          BBY,          – 5 . % ,       Dick’s Sporting Goods Inc.          DKS,          + 2. 40%       e G-III Apparel Group Ltd.          GIII,          – 2 . %       come società a rischio.

      

Leggi: Coronavirus potrebbe guidare esaurito nei negozi entro aprile: Wells Fargo

      

Macy’s Inc.          M,          – 0 . %       ha detto agli investitori questa settimana che sta prendendo provvedimenti per ridurre al minimo le interruzioni, anche se i dirigenti hanno detto che è troppo presto per dire molto di più. La guida della catena di grandi magazzini non tiene conto dell’impatto del coronavirus.

      

Tuttavia, meno della metà degli articoli a marchio privato dell’azienda proviene dalla Cina, la fonte dell’epidemia e il paese che ha subito la maggior parte dei casi di virus e il maggior numero di decessi. Il trasferimento della Cina nelle città di quarantena e la limitazione dei viaggi ha mantenuto le fabbriche inattive e ha rallentato l’attività economica, e i venditori statunitensi hanno procurato una notevole quantità di merce dalla regione.

      

“C’era un protocollo che abbiamo sviluppato durante l’epidemia di SARS con il coronavirus per proteggere i nostri lavoratori, assicurandoci di avere orari flessibili”, ha dichiarato Jeff Gennette, amministratore delegato di Macy, sulla chiamata degli utili dell’azienda, secondo un Trascrizione FactSet.

      

Da non perdere: CDC: come gli americani dovrebbero prepararsi alla chiusura delle scuole e dei luoghi di lavoro a causa dell’epidemia di coronavirus

      

Alcune aziende stanno già iniziando a preoccuparsi che il virus avrà conseguenze a lungo termine, se non può essere contenuto a breve termine. Cracker Barrel Old Country Store Inc.          CBRL,          – 3 . % ,       ad esempio, ha detto martedì che la spedizione della merce per il 2018 la stagione delle vacanze inizia nei prossimi due mesi, con la produzione di articoli come gli ornamenti natalizi a partire da ora.

      

L’industria dei giocattoli degli Stati Uniti è ad alto rischio, secondo UBS, con prodotti fabbricati in Cina che rappresentano più di 85% delle vendite nel settore.

      

D.A. Analisti di Davidson che hanno incontrato il produttore di giocattoli Hasbro Inc.          HAS,          – 2 . %       ha affermato che la produzione di giocattoli per le vacanze non subirebbe alcun impatto finché le strutture cinesi saranno attive entro la prima settimana di maggio.

      

Vedi: Le azioni delle compagnie aeree prolungano i cali nonostante il rimbalzo nel mercato azionario più ampio

      

“Dipende da quanto velocemente le fabbriche tornano in funzione”, ha dichiarato il direttore operativo di Hasbro, John Frascotti, in una riunione degli investitori lo scorso fine settimana. “Ma penso che il fatto che sia accaduto nel primo trimestre e all’inizio del primo trimestre ci dia più tempo durante l’anno per recuperare.”

      

Gli operatori cinematografici possono aspettarsi di assistere a forti cali delle presenze se il coronavirus si diffonde rapidamente. Già, IMAX Corp.          IMAX,          + 1. 41%       ha preso un colpo dalla chiusura degli schermi in La Cina, in particolare durante le festività dell’Anno Lunare, quando i consumatori di solito si affollano per vedere gli ultimi successi. La società opera a circa due terzi di forza a causa del coronavirus, secondo l’analista MKM Eric Handler.

      

La settimana scorsa, il direttore generale dell’IMAX, Richard Gelfond, ha dichiarato che la Cina è un’azienda da $ 1 miliardo per l’azienda, dove aveva posizioni alla fine di 2003, a 13% di aumento da 2018. Il botteghino della Grande Cina della compagnia è salito del 9% a un record $ 366 milioni in 2019.

      

Gelfond si aspetta che i frequentatori del cinema siano entusiasti di uscire dalle loro case e tornare ai centri commerciali e ai complessi cinematografici non appena le autorità cinesi daranno loro il via libera, che è quello che è successo dopo lo scoppio della SARS 2003.

      

“Nel complesso, siamo incoraggiati dalle prestazioni a lungo termine e dalla traiettoria della nostra attività in Cina. E mentre il coronavirus è una seria sfida a breve termine, lo vediamo come un evento raro, fuori dal comune, che alla fine passerà. ”

      

                                               Nuovi casi di coronavirus sono in aumento al di fuori della Cina                

Altre azioni della catena teatrale sono già state sotto pressione nell’ultimo anno in quanto continuano a fronteggiare la concorrenza dello streaming e altri cambiamenti nel comportamento dei consumatori. Azioni Cinemark Holdings Inc.          CNK,          + 2 . 16%       è caduto 32% nell’ultimo 12 mesi, mentre AMC Entertainment Holdings Inc.          AMC ,          -7. 36%       ha perso 17% e IMAX è inattivo 26%.

      

Tuttavia, la National Retail Federation è meno timorosa, dicendo che non ha tenuto conto dell’epidemia quando ha previsto un aumento del 3,5% al ​​4,1% in 2020 vendite al dettaglio.

      

“Ci sono sempre jolly che non possiamo controllare come il coronavirus e un anno elettorale politicamente carico”, ha dichiarato l’amministratore delegato della NRF Matthew Shay in una nota mercoledì. “Ma per quanto riguarda i fondamenti, la nostra economia è solida e i consumatori continuano a guidare la strada.”

      

NRF prevede che le vendite al dettaglio raggiungeranno oltre 3,9 trilioni di dollari per l’anno.

      

Per un conteggio corrente delle società statunitensi che hanno parlato dell’impatto finanziario del coronavirus: Di cosa parlano Apple, Coca-Cola, Nike e altre società statunitensi l’epidemia di coronavirus

      

E per le società non statunitensi: Il genitore Guinness Diageo avverte di £ 81 milioni di profitti colpiti mentre le aziende contano il costo dell’epidemia di coronavirus

              
Articolo originale di Marketwatch.com