venerdì 23 ottobre 2020

Le dimissioni del leader in Iraq presentano una stretta apertura per gli Stati Uniti

      

Le dimissioni del primo ministro iracheno offrono agli Stati Uniti l’opportunità di un nuovo inizio con un partner essenziale, anche se spesso frustrante, ma l’amministrazione Trump affronta l’imprevedibile processo di successione di Baghdad, radicato gli interessi politici e la concorrenza dall’Iran, secondo Funzionari statunitensi ed esperti indipendenti.

Durante il suo anno in carica, Adil Abdul-Mahdi è stato ampiamente visto a Washington come un leader debole, incapace di affermare la sua volontà su un governo frammentato.

…   

Come riportato da The Wall Street Journal