Entra in contatto con noi

Attualità

Le nuove misure urgenti di sostegno per il settore energetico e la finanza pubblica

Pubblicato

il

Arriva nella Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge 18 novembre 2022, n. 176, pubblicata il 18 novembre 2022, il decreto Aiuti quater. Questo documento contiene le nuove misure urgenti di sostegno per il settore energetico e la finanza pubblica.

 Inizia il conto alla rovescia per la sua conversione in legge

Di cosa parla il nuovo decreto?

  • Proroga al 31 marzo 2023 le operazioni di vendita del gas naturale legato al servizio di riempimento di ultima istanza del GSE;
  • Rimodulazione del superbonus al 90% per i condomini, introducendo tuttavia la possibilità anche per proprietari di singole abitazioni di accedere all’incentivo.
  • Rateizzazione dei pagamenti per elettricità e gas e proroga al 31 dicembre 2022 dei crediti d’imposta energetici per le imprese, anche quelle molto piccole;
  • Limite di tassazione dei Fringe Benefit in ambito energetico aumentata a 3.000 euro;
  • Nuove concessioni di coltivazione di idrocarburi in mare tra le 9 e le 12 miglia;

Accise e carburanti verso una riformula

Le aliquote di accisa dei carburanti saranno rimodulate dal  dal 19 novembre 2022 e fino al 31 dicembre 2022:

  • oli da gas o gasolio usato come carburante 367,40 euro per mille litri;
  • benzina 478,40 euro per mille litri;
  • l’aliquota IVA applicata al gas naturale usato per autotrazione è stabilita nella misura del 5 per cento;
  • gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti 182,61 euro per mille chilogrammi;
  • gas naturale usato per autotrazione: zero euro per metro cubo.

 

Modifiche all’articolo 20 del decreto-legge 1° marzo 2022, n. 17, convertito successivamente nella la Legge del 27 aprile 2022, n. 34.

Altra novità concerne l’articolo che sancisce il contributo del Ministero della Difesa alla  resilienza energetica nazionale attraverso la realizzazione di impianti rinnovabili su beni del demanio militare o in uso al medesimo Ministero, per installare impianti di produzione di energia da  fonti.

Vengono casate parole come “decarbonizzazione e resilienza”, sostituendole con  “ottimizzazione” e “sicurezza”. Vengono inoltre definiti i  posti dove potrebbero essere collocati i nuovi impianti e potrebbero avere utilizzo differente anche gli  immobili non più utili ai fini istituzionali.

Advertisement

Nomina di un commissario per i luoghi da collocare alle rinnovabili

Secondo il Decreto Aiuti quater a selezionare i luoghi e a gestire i procedimenti autorizzativi saranno un commissario speciale e due  vice  commissari  speciali proposti dal Ministro della cultura e del  Ministro dell’ambiente e della  sicurezza  energetica (ex Transizione ecologica).

Advertisement