sabato 24 ottobre 2020

Le start-up hanno tagliato quasi 4.000 posti di lavoro a marzo mentre l’impatto del coronavirus si diffonde attraverso la tecnologia

San Francisco

Bussola e fotocamera | Getty Images

Start-up eliminate quasi 4 , 000 posti di lavoro questo mese quando la crisi del coronavirus si interruppe come al solito in tutta l’economia.

I licenziamenti, compilati dalla CNBC sulla base di più resoconti dei media, inclusi più di 3, 800 persone che coprono più di 40 aziende che operano in settori quali ospitalità, trasporti, pasti consegna e intelligenza artificiale. Hanno sede in tutto il paese, tra gli altri in California, Austin, Boston e Portland, nell’Oregon. Le società hanno raccolto collettivamente quasi $ 15 miliardi, secondo Crunchbase dati.

I tagli al lavoro sottolineano l’impatto di vasta portata della crisi e mostrano che le attività che una volta in rapida crescita nella Silicon Valley e oltre non sono protette dalla caduta. Martedì, la portavoce Nancy Pelosi, D-Calif. E la rappresentante Ro Khanna, D-Calif., Hanno chiesto ai capi del dipartimento del Tesoro e dell’amministrazione delle piccole imprese di assicurarsi che le start-up possano ricevere fondi di soccorso dal governo federale designato per le piccole imprese .

Hanno avvertito che “un’applicazione troppo rigida” di una regola SBA escluderebbe sofferenza start-up dai fondi. Khanna aveva precedentemente spiegato su Twitter che la SBA poteva scegliere di contare tutte le start-up sostenute dalla stessa impresa di capitale di rischio come parte della stessa attività, rendendole non ammissibili per i fondi se collettivamente ne hanno più di dipendenti.

I cambiamenti alle start-up stanno avvenendo con lo sfondo di tagli di lavoro più ampi. Più di 3 milioni di americani hanno presentato richieste di sussidio di disoccupazione due settimane fa, salendo a livelli record precedenti durante le crisi economiche passate. I lavoratori i cui lavori si basano su interazioni di persona sono stati particolarmente colpiti, come nel settore della ristorazione e dei viaggi.

Anche le imprese che sembrano prosperare in un mondo di lavoro remoto non erano totalmente immuni. Foodsby, una start-up per la consegna di cibo a Minneapolis, ha dichiarato di essere stata costretta a ridurre in modo significativo la forza lavoro a causa della sofferenza del settore della ristorazione, secondo una dichiarazione fornita a MinneInno . La società non ha rivelato l’entità dei tagli. Foodsby ha impiegato più di 150 a febbraio, secondo i dati di LinkedIn.

Dopo un periodo di forti investimenti, alcune società di capitali di rischio hanno segnalato che è ora di allentarsi mentre la crisi della salute pubblica inaugura una recessione economica. Sequoia Capital ha avvisato le sue società in portafoglio all’inizio di questo mese di prepararsi per grandi cambiamenti e pista limitata. Alcune start-up si sono trasformate in licenziamenti o chiusure totali dopo il fallimento dei finanziamenti. Service, una start-up che ha riscontrato un risarcimento per i viaggiatori, ha chiuso il negozio a marzo 20 dopo che sia un round di raccolta fondi sia un tentativo di acquisizione sono crollati durante la crisi in accelerazione, secondo un messaggio sul suo sito Web ormai defunto .

Oltre ai licenziamenti, diverse aziende hanno affermato che stanno trasferendo personale o mettendo in standby. Lo start-up delle vendite di autoveicoli sta avanzando 30% a 50% del proprio 250 – squadra operativa delle persone, secondo un rapporto Protocollo . Piattaforma di lavoro ZipRecruiter sta lanciando 49 in cima al più di 400 lasciò andare, Business Insider riportato . Knotel, fornitore di aree di lavoro flessibile, sta collaborando 68 oltre ai 127 licenziato, un portavoce ha confermato alla CNBC, costituendone circa la metà 394 dipendenti globali prima dei tagli.

I rappresentanti di Foodsby non hanno immediatamente risposto alle richieste di commento della CNBC.

OROLOGIO: Come mantenere la tua assicurazione sanitaria se sei assicurato o licenziato

Articolo originale di CNBC