Entra in contatto con noi

Fisco

Nel 2022 modificati scaglioni e aliquote IRPEF

Pubblicato

il

Per il 2022 sono previsti nuovi scaglioni e aliquote IRPEF 2022 per la riforma  inserita nella Legge di Bilancio. Si prevede una riduzione da cinque a quattro scaglioni IRPEF con la cancellazione della quarta aliquota al 41%

Per2022 è inoltre prevista un’ aggiuntiva decontribuzione per i ceti medi. Saranno riviste anche le detrazioni sul lavoro e per i figli a carico. I cambaimenti si dovrebbero trasformare quindi in uno stipendio netto più alto: quasi 1000 euro in più  per fasce di reddito medio. Per comprendere cosa cambierà occorre esaminare la rimodulazione delle detrazioni sul lavoro dipendente e del bonus IRPEF in busta paga

Scaglioni IRPEF 2022
1° scaglione (redditi fino a 15mila euro): aliquota IRPEF 23%
2° scaglione (redditi 15-28mila euro): aliquota IRPEF 25%
3° scaglione (redditi 28-50mila euro): aliquota IRPEF 35%
4° scaglione (oltre 50mila euro): aliquota IRPEF 43%

Facendo un confronto tra quelli del 2021 e i nuovi scaglioni IRPEF, previsti per il 2022, si comprende che  la riforma non incide fino a 15mila e oltre i 75mila euro,  tra  i 15mila e 5omila euro  le aliquote sono ridotte del -2% e -3%, i redditi dai 50mila ai 75mila euro hanno un  incremento dell’aliquota del +2%. A risparmiare in busta paga sulle tasse saranno coloro che guadagnano 55mila euro, che finora pagavano un’IRPEF, al netto delle detrazioni, pari a 17.220 euro.

STIMA DELLE TASSAZIONI

  • Per la fascia di reddito fino a 15mila euro l’aliquota IRPEF è  del 23% ovvero una tassazione massima di 3.450 euro
  • Fino a 28 mila euro si verseranno 6.700 euro di tasse contro gli attuali 6.960 con un risparmio di 260 euro (-3,7%)
  • Fino a 50mila euro si verseranno 14.400 euro di tasse contro gli attuali 15.060 con un risparmio di 660 euro (-4,38%);
  • Per i redditi tra i 50mila euro e 75mila euro si  verseranno 25.150 euro di tasse contro gli attuali 25.420 con un risparmio di 270 euro (-1%)

Ci saranno anche nuove detrazioni ad esempi osarà introdotto dell’Assegno Unico per figli a carico e dalla integrazione delle detrazioni IRPEF sul lavoro dipendente (ex Bonus Renzi e trattamento integrativo IRPEF).