venerdì 30 ottobre 2020

Notizie settimanali su cannabis: l’Illinois apre il suo mercato delle erbacce da diporto

                                                                 

Lo stato diventa il th per legalizzare formalmente le vendite per adulti.

                            

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

Nuovo anno, nuovo mercato. Per l’industria della cannabis nordamericana , 2020 è iniziato con il botto, quando uno stato grande e popoloso ha dato il via alle vendite ricreative di marijuana. Ha legalizzato questa forma di consumo in modo diverso dagli altri stati, e questo ha già avuto un impatto notevole.

Gli investitori in azioni di marijuana hanno bisogno dell’ottimismo che questo può portare, perché per il loro settore 2019 è stato, per usare un termine tecnico, un disastro. Questo nuovo round di legalizzazione è un buon inizio dell’anno e segnato la scorsa settimana come storico per il commercio di cannabis.

Fonte immagine: Getty Images

L’Illinois si unisce al club legale per l’uso ricreativo

Lo stato in cui l’erba ricreativa è appena diventata legale è l’Illinois, rendendolo il 11 lo stato americano per farlo. Non dovremmo sottovalutare l’impatto di questo, per due motivi.

Innanzitutto, è il sesto stato più popoloso della nazione, oltre 12 7 milioni di anime – ospita anche la città americana numero 3 per popolazione, Chicago. Ciò lo rende immediatamente e in modo convincente un mercato ampio e importante per qualsiasi settore commerciale emergente.

In secondo luogo, l’Illinois era intelligente nel liberare il suo mercato delle pentole ricreative. Lo stato ha immediatamente consentito ai coltivatori e ai dispensari di cannabis terapeutici esistenti di vendere al pubblico. Di conseguenza, il primo gennaio si sono verificate vendite per circa $ 3,2 milioni. E dovrebbe essere veloce nell’assegnare le licenze ai nuovi arrivati; è obbligatorio per legge iniziare ad accettare ed elaborare le licenze a marzo 12 e rilasciarli il 1 ° maggio.

Un altro elemento che distingue la legalizzazione ricreativa dell’Illinois è che proveniva dalla legislatura dello stato, avendo superato quel corpo lo scorso maggio, piuttosto che direttamente dalla cittadinanza in un referendum.

Il vantaggio di questo approccio è che i legislatori professionisti sono stati in grado di sviluppare una legge corposa che affronta sin dall’inizio molti aspetti chiave della legalizzazione. Questo è probabilmente preferibile rispetto allo slipstreaming proprio dietro la volontà popolare e quindi dover capire le cose in gran parte al volo.

Un aspetto importante e molto umano della nuova legge dell’Illinois è la sua clausola di espulsione. Le persone con reati non violenti legati alla cannabis nei loro precedenti penali possono averle sostanzialmente cancellate a seguito di una revisione ufficiale. Si stima che quasi 800, 000 I residenti dell’Illinois possono beneficiare di questa misura.

Le grandi aziende produttrici di pentole si affretteranno a ottenere un pezzo di questo mercato. Uno in particolare che sta per guadagnare profumatamente è Curaleaf ( OTC: CURLF ) , che la scorsa estate ha accettato di guadagnare $ 875 milioni per l’acquisto dell’operatore dispensario Grassroots. Relativamente grande per una rete di dispensari multi-stato, Grassroots ha quattro negozi in Illinois con le porte aperte e altri quattro sulla bolla in attesa che lo stato inizi a rilasciare nuove licenze.

Il problema per Curaleaf è che quasi un anno e mezzo dopo la firma di questo accordo, non ha ancora chiuso. Quando lo farà, tuttavia, renderà immediatamente Curaleaf un giocatore importante in questo stato di recente e improvvisamente critico.

Tilray tocca ancora un altro nuovo mercato

Nel frattempo, dalla parte opposta del mondo, la nazione di Israele apparentemente sta per ricevere il suo prima spedizione di marijuana medica commerciale . La consegna proviene da un giocatore di Big Cannabis focalizzato a livello internazionale Tilray ( NASDAQ: TLRY ) , che ha annunciato la scorsa settimana.

Israele non è Illinois. Come un certo numero di altri paesi in tutto il mondo, ha legalizzato la marijuana solo per uso medico e secondo linee guida abbastanza rigorose. In una certa misura, ciò ha contribuito alla carenza di prodotti coltivati ​​localmente, quindi alla necessità di chiedere assistenza agli esportatori.

Tilray sta spostando fino a 2,5 tonnellate di prodotto con questa spedizione dal suo impianto di coltivazione, ricerca e distribuzione recentemente aperto in Portogallo. L’accordo gioca perfettamente con le ambizioni dell’azienda di essere un grande fornitore in tutto il mondo; questo, oltre alla sua prima spedizione di cannabis medica recentemente annunciata in Svizzera, indica che sta andando bene nel raggiungere questo obiettivo.

Né la Svizzera né Israele – il 11 th e 15 le nazioni, rispettivamente, consegnate da Tilray – avranno un enorme impatto diretto sui risultati dell’azienda. È incoraggiante, tuttavia, che stia segnando accordi sui mercati esteri. In futuro, almeno alcuni seguiranno la strada dell’Illinois e sanzioneranno anche l’erba ricreativa, che, sebbene con un margine inferiore, ha un mercato potenziale più ampio. Tilray trarrà molto beneficio da questo sviluppo.

                                                                                                                                                                                                                 Eric Volkman non ha alcuna posizione in nessuno dei Stock menzionato. Il Motley Fool non ha alcuna posizione in nessuno degli stock menzionati. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                      

Articolo originale di Fool.com