giovedì 22 ottobre 2020

Perché ho una “dura inchiesta” sul mio rapporto di credito – e cosa fa al mio punteggio di credito?

Una volta potresti aver estratto il tuo rapporto di credito e aver notato qualcosa chiamato “dura indagine”.

Se sei nuovo a vederlo, è molto probabile perché hai chiesto credito negli ultimi due anni, che si tratti di una nuova carta di credito o di un prestito. Prima di eliminare la frase di due parole, dovresti sapere che ha effettivamente delle implicazioni per il tuo punteggio di credito.

Sotto, CNBC Select analizza cosa è una domanda difficile e cosa devi sapere quando ne vedi una sul tuo rapporto di credito.

Che cos’è una dura indagine?

Quando richiedi una carta di credito o qualsiasi altro tipo di prestito (un mutuo, un prestito auto), dai all’emittente o al prestatore il permesso di controllare il tuo rapporto di credito per valutare la tua “affidabilità creditizia. ” In sostanza, il tuo potenziale finanziatore sta cercando di vedere con che probabilità hai di rimborsare i soldi presi in prestito. Più sana è la tua storia creditizia, minore è il rischio che dimostri e maggiore è la probabilità che ti qualifichi per quella nuova carta di credito o prestito.

Quando un emittente o un prestatore di carte di credito estrae il tuo rapporto di credito da uno dei tre principali uffici di credito (Experian, Equifax o TransUnion), questo si chiama indagine difficile (o “difficile pull “).

Rispetto a una richiesta soft (o” soft pull “) – che non estrae il tuo rapporto di credito – una domanda difficile può effettivamente far cadere il tuo punteggio di credito punti, indipendentemente dal fatto che si finisca per essere approvato o negato per la carta di credito o il prestito.

Cosa fa scattare un dura inchiesta sul tuo rapporto di credito?

Se vedi una dura inchiesta elencata nel tuo rapporto di credito, è perché hai richiesto il credito nell’ultimo due anni.

Ciò potrebbe significare che hai richiesto una carta di credito, che si tratti di una carta premio , una carta di rimborso o anche un carta di trasferimento del saldo come la Amex EveryDay® Credit Card .

Una domanda difficile finirà anche sul tuo rapporto di credito personale quando apri una carta di credito aziendale. Questo perché il tuo credito personale viene di solito verificato dall’emittente anche quando richiedi una carta di credito per piccole imprese , come il Capital One® Spark® Classic for Business .

Quando si richiedere un mutuo, uno studente o un prestito auto, una nota dura verrà annotata sul rapporto di credito. C’è una differenza, tuttavia, tra la richiesta di più carte di credito in breve tempo e lo shopping per il miglior tasso ipotecario in un breve periodo di tempo.

“Ci sono alcuni casi, come la richiesta di un prestito auto o un mutuo, che contano come una sola richiesta ai fini del punteggio purché si verifichino entro un certo intervallo di tempo , in genere da 10 a 45 giorni “, Shon Anderson, pianificatore finanziario certificato e presidente di Anderson Financial Strategies, dice a CNBC Select. “Il motivo è che sanno che probabilmente stai facendo shopping per le migliori condizioni, e probabilmente non otterrai tre o quattro prestiti o mutui per auto tutti in una volta.”

E non sono solo le domande di carte di credito e i prestiti che tirano il tuo rapporto di credito, risultando in una dura inchiesta. I finanziatori possono anche esaminare il tuo credito se richiedi un aumento del limite di credito .

In che modo una dura indagine incide sul tuo punteggio di credito

Anche se per due anni rimangono domande difficili sul tuo rapporto di credito, FICO considera solo le domande dell’ultimo 10 mesi durante il calcolo del tuo punteggio di credito.

Ad esempio, se vedi una dura richiesta elencata nel tuo rapporto di credito, ma risaliva a oltre un anno fa , non influenzerebbe il tuo punteggio di credito né dedurrebbe alcun punto da esso.

Anche la tua storia creditizia ha un ruolo in quanto una dura indagine influirebbe sul tuo punteggio di credito.

Secondo FICO , una richiesta di credito sul credito della maggior parte delle persone i rapporti prenderanno meno di cinque punti dal loro punteggio FICO. Dicono “la maggior parte” delle persone perché non tutti hanno la stessa storia creditizia. Se hai una storia creditizia e un punteggio di credito sani per cominciare, è probabile che qualsiasi indagine approfondita sul tuo rapporto di credito danneggerebbe molto poco il tuo punteggio, o addirittura nessuno.

Le indagini difficili tendono ad avere un impatto maggiore sui punteggi di credito delle persone con una storia creditizia breve o pochi conti di credito. Ciò significa che per coloro che hanno appena iniziato a costruire il proprio credito , una dura indagine può mettere a segno più punti da il tuo punteggio di credito rispetto a quanto farebbe per qualcuno che ha una lunga storia di credito. Ma non lasciare che ciò ti impedisca di richiedere credito. Va bene avere periodicamente domande – indica che stai cercando di creare credito – ma non vuoi troppe domande difficili sul tuo rapporto di credito in breve tempo.

Cosa pensa un emittente o un prestatore di carta di credito quando vede una dura richiesta sul suo rapporto di credito

Le domande difficili rientrano nella categoria “meno influente” quando calcola i punteggi di credito usando il modello VantageScore, e solo loro compongono 10% di un calcolo del punteggio FICO. Ma svolgono un ruolo importante quando si tratta di emittenti di carte di credito e istituti di credito che valutano il tuo rischio potenziale.

I finanziatori tirano il tuo rapporto di credito per vedere quanto sei degno di credito, ma trovando un mucchio delle richieste di informazioni sul tuo rapporto di credito mostreranno che potresti essere finanziariamente stressato e un rischio maggiore di indebitamento in futuro.

Secondo FICO , “Statisticamente, le persone con sei o più richieste di informazioni sui loro rapporti di credito possono avere fino a otto volte più probabilità di dichiarare fallimento rispetto alle persone che non hanno domande sui loro rapporti. “

Ma mentre queste domande difficili mostrano rischi , i finanziatori considerano anche altri fattori quando prendono decisioni di approvazione, come il reddito e la cronologia dei pagamenti.

Come ridurre al minimo il numero di domande difficili che hai

Le domande difficili non sono male da avere – anche se possono causare un leggero calo temporaneo dei punteggi di credito – ma può essere una buona pratica sapere come ridurre al minimo il numero di richieste sul tuo rapporto di credito.

Di seguito, CNBC Select ha arrotondato alcune linee guida generali per tenere traccia delle vostre domande difficili:

  • Non richiedere più carte di credito all’interno di a breve periodo di tempo. In genere, gli esperti raccomandano di richiedere una carta di credito ogni sei mesi.
  • Applica solo per le carte di credito di cui potresti effettivamente beneficiare. (Non vuoi accumulare domande difficili sulle carte che non ti servono.)
  • Assicurati di controllare in anticipo il tuo punteggio di credito (questa è considerata una richiesta flessibile e non danneggerà il tuo punteggio). Puoi farlo gratuitamente con la maggior parte degli emittenti di carte, utilizzando app come Scorecard di credito di Discover e Chase’s Credit Journey (disponibile per tutti).
  • Prima dell’applicazione per una carta di credito, guardati intorno con strumenti di prequalificazione , che ti consentono per verificare la probabilità di qualificarsi per una carta senza danneggiare il tuo credito.

Linea di fondo:

Se rilevi una dura richiesta sul tuo rapporto di credito, non sudare troppo. È lì perché il tuo credito è stato prelevato da un emittente o da un prestatore quando hai richiesto una carta di credito o un prestito. E se il tuo punteggio di credito viene cancellato da esso, va bene. Può riprendersi in pochi mesi se si utilizza la carta in modo responsabile.

È importante stabilire uno storico creditizio, ma assicurarsi di non alzare una bandiera rossa per gli emittenti fare domanda per molte carte di credito tutte in una volta e accumulare un sacco di domande difficili.

E quando si tratta del tuo punteggio di credito, più che altro è importante che tu paghi le tue bollette in tempo e per intero quando dovuto.

Le informazioni sulla carta di credito Amex EveryDay® e Capital One® Spark® Classic for Business sono state raccolte in modo indipendente da CNBC e non sono state esaminate o fornite dall’emittente della carta prima della pubblicazione.

Nota editoriale: Le opinioni, analisi, recensioni o raccomandazioni espresse in questo articolo sono quelle della sola redazione di CNBC Select e non sono state riviste, approvate o approvate in altro modo da un New York.

Articolo originale di CNBC