lunedì 26 ottobre 2020

Perché oggi la scorta di ristoranti Habit ha subito un’impennata

                            

                                     

                                                                                          

Le azioni della pinna per hamburger sono apparse sulla notizia che era stata acquisita da Yum! Marche.

                            

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

Quello che è successo

Azioni di Habit Restaurants ( NASDAQ: HABT ) sono saliti alle stelle oggi dopo che la catena di hamburger fast-casual ha accettato di essere acquisita da Yum! Marche ( NYSE: YUM ) , genitore di KFC, Taco Bell e Pizza Hut. Yum! subentrerà a Habit per $ 375 milioni, o l’equivalente di $ 12 una condivisione, un 18. 2% di sconto sopra il prezzo di chiusura di venerdì a $ 10. 51.

Come di 12: 36 pm EST, le azioni Habit erano in rialzo 14. 5% a $ 11. 92, indicando un forte livello di fiducia nel fatto che l’accordo passerà come negoziato. Yum! le azioni erano sostanzialmente invariate, in calo dello 0,3% a quel tempo, poiché Habit è un’azienda troppo piccola per spostare l’ago sul gigante del fast-food a questo punto.

Fonte immagine: Habit Restaurants.

E allora

L’acquisizione di Habit arriva poco più di cinque anni dopo il debutto della catena di hamburger sui mercati pubblici. La sua corsa è stata per lo più deludente, poiché lo stock è stato venduto a $ 18 a novembre 2014 e aumentato a oltre $ 33 fuori dal cancello. Tuttavia, la società ha faticato a fornire una crescita coerente e comparabile delle vendite e profitti significativi in ​​un mercato altamente competitivo, soprattutto perché l’ascesa di app di consegna di terze parti ha messo sotto pressione un numero di stock di ristoranti . Più di recente, Habit ha fatto progressi abbracciando l’ordinazione digitale, la consegna di terze parti e drive-thrus. Inoltre, l’azienda produce i suoi hamburger su ordinazione, a differenza delle catene di fast-food tradizionali, e ricevono costantemente alti voti e una serie di riconoscimenti. Quella reputazione per la qualità sembrerebbe dargli valore per un franchisor come Yum! che al momento non possiede un concetto di hamburger.

Commentando l’affare, Yum! L’amministratore delegato David Gibbs ha dichiarato: “Essendo un concetto di casualità con una forte economia unitaria, The Habit Burger Grill è una fantastica aggiunta alla famiglia Yum! E ha un notevole potenziale di crescita non sfruttato negli Stati Uniti e a livello internazionale.”

Russ Bendel, CEO di Habit, ha aggiunto: “Siamo fiduciosi che l’accordo fornirà un valore immediato agli azionisti di The Habit Burger Grill e trarrà grande vantaggio dal nostro amato marchio, dai membri del team, dai franchisee e dagli ospiti fedeli per molti anni a venire. “

Ora cosa

L’industria del fast-food ha visto un significativo consolidamento negli ultimi anni con marchi come Sonic e Panera che sono stati privati, quindi l’annuncio di oggi non è una grande sorpresa, soprattutto considerando Habit lotte. L’accordo dovrebbe concludersi entro la fine del secondo trimestre di quest’anno. Aspettatevi che le azioni Habit passino vicino a $ 14 fino ad allora.

                                                                                                                                                                                                                 Jeremy Bowman non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                      

                                                                                               

                                              

                     

Articolo originale di Fool.com