Entra in contatto con noi

Lifestyle

Post sbornia? Arriva la pillola per riprendersi in un lampo

Pubblicato

il

Per gli amanti di serate folli e per chi ha festeggiato un Ferragosto lungo tre giorni e per chi non riesce a posare il bicchieri in estate arriva una bella notizia e sotto forma di pillola.

Le pillole per i postumi di una sbornia sono appena state messe in vendita nel Regno Unito. L’azienda svedese Myrkl le commercializza come “pillola pre-drink”.

Come agiscono queste pillole?

Si dice che la pillola riduca i livelli di alcol fino al 70% in 60 minuti. Ciò significa che se qualcuno beve 50 ml di alcol al 40%, che contiene 20 ml di alcol puro, solo 6 ml di alcol entreranno nel flusso sanguigno.

L’integratore probiotico contiene due batteri intestinali, Bacillus subtilis e Bacillus coagulans, a base di crusca di riso fermentata. Questi batteri scompongono naturalmente l’alcol in acqua e anidride carbonica. La capsula resistente agli acidi protegge i batteri dagli acidi naturali dello stomaco in modo che possano entrare nell’intestino, dove la maggior parte dell’alcol viene assorbita nel flusso sanguigno.

Advertisement

Questa riduzione della quantità di alcol assorbita dall’organismo si riflette in una riduzione degli effetti a breve termine dell’alcol, come l’euforia e la riduzione dell’ansia.

Come usare queste pillole?

Il produttore consiglia di assumere due compresse 1-12 ore prima di bere alcolici.

È interessante notare che ci sono dubbi sul fatto che un tale farmaco possa indurre le persone a bere ancora di più.

Trovando un rimedio semplice a portata di tutti e non avendo più gli effetti terribili del post sbornia che generano la classica frase “sarà l’ultima volta che eccedo” oppure la più classica “chi me l’ha fatto fare?”, cosa potrebbe accadere?

Advertisement

Questo integratore potrebbe, promettendo l’effetto neutralizzante, lasciare più margine ai bevitori che non vogliono proprio arrendersi e che non avendo più i “danni della contropartita” potrebbero voler eccedere ancor di più aumentando le dosi che abitualmente consumano. Ma in realtà prendendo la pillola sarebbe anche inferiori gli effetti “onirici” delle bevande.

Advertisement