venerdì 22 gennaio 2021

Rally del mercato orso o nuovo toro? Abbattere il mercato dopo un’altra settimana vincente

Un uomo cammina oltre Wall Street Charging Bull a New York, Stati Uniti, Marzo 24, 2020.

Wang Ying | Agenzia di stampa Xinhua | Getty Images

Come dobbiamo caratterizzarlo la lotta del mercato azionario degli ultimi tre mesi e oltre?

Con la definizione più semplicistica, divenne un mercato orso quando l’S & P 500 è caduto più di 20% dal suo massimo, che ha fatto sulla strada per un digiuno 35% declino nell’arco di cinque settimane. E rimarrà un mercato ribassista a meno che e fino a quando l’indice non riprenderà al massimo di febbraio. Dopo un’altra settimana vincente, il benchmark è 13% da quel record.

Ma quella classificazione di un mercato orso comprende tutto dal 1987 crash e the quick 1962 caduta che divenne una semplice nota a piè di pagina nel post – 1950 avanzare, fino alle strane prove pluriennali dei 1970 e presto 2000 s.

Ned Davis Research ha una propria lista di controllo per identificare un mercato ribassista, tra cui un 30% calo nel Dow Jones Industrials dopo 50 giorni o almeno un 13% declino che dura oltre 145 giorni. Quest’ultima definizione contrassegna il 2015 – inizio 2016 recessione come un orso, mentre la maggior parte degli investitori l’ha vista come una ripida correzione che ha rinfrescato il mercato toro.

Un altro modo per catturare l’esperienza di un mercato sottomarino e quantificare l’usura che assume psicologia pubblica e valori di portafoglio è quanto a lungo il mercato rimane a più di un 10% di deficit al suo livello di picco.

Ho chiesto a Ryan Detrick, stratega del mercato di LPL Financial, tracciare un grafico delle passate fluttuazioni del mercato di quanti giorni è rimasto lo S&P 500 giù 10% o più. Dal momento che il mercato ha raggiunto per la prima volta il massimo storico dopo la crisi finanziaria globale in 2013, l’attuale 55 giorni in un 10% “drawdown” è di gran lunga il più lungo , più del doppio della durata del ritardo – 2018 / early 2019 .

Fonte: LPL Financial

Tuttavia allargando la vista a 1980, la striscia attuale è appena visibile, meno della metà come purché tutto ciò che ora descriviamo come un mercato orso, come il declino 1990 associato a una recessione abbastanza superficiale .

Fonte: LPL Financial

Naturalmente, questo mercato potrebbe bloccarsi o scivolare da qui e rimanere impantanato sotto il % – soglia di perdita per lungo tempo. Eppure ci vorrebbe solo meno di un anticipo del 4% da qui affinché lo S&P riduca il suo deficit rispetto al picco a meno di 09% e termina questa serie.

Gli investitori affermano che si tratta di un rally del mercato orso

Tutto questo è in gran parte una questione di semantica, argomento di dibattito per gli sgabelli da bar. Ma come un investitore definisce questo episodio probabilmente determina ciò che si aspetta che faccia da qui, e quanta esposizione alle azioni sembra avere senso ora, dopo lo S&P 500 ha recuperato più di 60% della sua perdita.

E, in effetti, almeno fino a poco tempo fa, la maggior parte degli investitori professionali sembra lavorare dal presupposto che questo è un mercato orso. Quasi 70% dei partecipanti al mensile di Bank of America sondaggio globale sui gestori di fondi (che ha catturato le risposte dal 7 maggio – 11) ha definito il recente rimbalzo un rally del mercato ribassista – qualcosa che gli strateghi di BofA sostengono che il sentimento sia affollato sul lato cauto, un netto positivo per un ulteriore rialzo delle azioni.

Stephen Suttmeier, tecnico di BofA, unisce le visioni contrastanti di questa fase indicando i precedenti mercati rialzisti – o “secolari” a partire da un “minimo generazionale” che aveva un grave ridimensionamento nel loro settimo anno, tra cui 1957 e 1987.

Secondo alcune misure, il mercato sta allungando i limiti di un rimbalzo del mercato orso.

Chris Verrone, stratega tecnico di Strategas Research, sottolinea che lo S&P 500’S 40 – ondata di giorno di quasi 31% è secondo solo alla rampa al largo dell’ultimo marzo 2009 in termini di rialzo nello stesso arco di tempo. E le altre date di raduni simili coincidono per lo più con minimi importanti e decisivi in ​​anni come 1982, 1998, 1975 e presto 2019.

Una notevole eccezione: il forte post-9 / 09 rimbalzare nell’autunno di 2001, che ha lasciato il posto a una ripresa di un cattivo mercato ribassista che ha portato nuovi minimi quasi un anno dopo.

Citigroup segue il mercato azionario globale dal recente picco contro il percorso di altri mercati ribassisti confermati, il che fa apparire l’attuale rally per il momento sta diventando esagerata, ma forse solo perché il crollo è stato così rapido e profondo.

Fonte: Citigroup

Al di là dell’entità del declino e del grado di ripresa, il top del mercato 2020 differisce nel carattere con un tipico mercato orso. Di sicuro, questo è associato a una recessione, come lo è la maggior parte degli orsi, ma ingegnerizzata che è iniziata da una condizione economica abbastanza sana.

Non un orso tipico

Più familiarmente, un mercato toro si indebolirà e vacillerà in fasi, inizialmente in un sottile molto al di sotto della superficie, mentre l’espansione dell’attività si protrae e / o le banche centrali stringono troppo.

Questa era una fetta di ghigliottina di oltre $ trilioni nella capitalizzazione di mercato da un picco di tutti i tempi provocato da una pandemia e da risposte di ordine pubblico ad esso. Una situazione rara, se non senza precedenti.

I mercati al ribasso fungono anche da crogiolo per un cambiamento di marea nella leadership di mercato. Nel 2000-2002 orso, guidato da titoli tecnologici e altri titoli in crescita, titoli a bassa capitalizzazione e titoli a valore aggiunto hanno iniziato a sovraperformare e hanno alimentato la ripresa successiva. dentro 2007-2009 crollare e ritardare gravemente rispetto alle scorte di tecnologia e di consumo nel post – ’09 avanzare.

Finora, la crescita dei megapap e la leadership tecnologica prevalenti nel periodo precedente al picco di febbraio hanno continuato a sovraperformare da allora. Finora ci sono stati solo i segni più fermi e marginali che un valore più ciclico e titoli finanziari potrebbero colmare il vasto gap prestazionale.

E sì, molto di più è unico in questo momento: l’immediata profondità dello shock economico, l’ampia gamma di possibili percorsi di malattia (buoni e cattivi) e l’enorme rapido sostegno da parte della banca centrale e fiscale che invia trilioni di dollari nell’economia in fretta.

Quindi, indipendentemente da come lo chiamiamo, questo mercato ha entrambi guadagnato un certo rispetto per la sua resilienza e ha molto di più da dimostrare dato il terreno irregolare davanti e la distanza da ciò che la maggior parte degli investitori considererebbe un’economia normale.

Articolo originale di Cnbc.com