martedì 22 giugno 2021

Trump ha torto su chi è al comando: il coronavirus sta ancora chiamando i colpi

Il presidente Trump si vanta che “lo capisce davvero” quando si tratta di capire la pandemia che ha ammalato milioni, ucciso migliaia, distrutto la vita di miliardi e fatto precipitare l’economia globale in un profondo depressione.

Ma Trump non ha idea.

L’ultima conferma della sua ignoranza è arrivata lunedì, quando si avventurò nella sala del briefing della Casa Bianca e affermò che “il presidente degli Stati Uniti chiama gli spari” – non i governatori e i funzionari locali – quando si tratta di determinare quando è sicuro che esca delle nostre case e riavviare l’economia.

      

Segui le ultime notizie sul coronavirus.

             

Ha suggerito che potrebbe ordinare la fine di severi blocchi entro il 1 maggio, a poco più di due settimane di distanza. Ha detto di avere “totale autorità”.

      

Trump essendo Trump

Naturalmente Trump non chiama i colpi. Non ha l’autorità totale. Non è un re.

      

Non ha chiuso l’economia e non può riavviarlo con lo schiocco delle dita. In gran parte ha detto agli stati di capire da soli come rispondere alla pandemia. Sotto il nostro sistema di governo, non può annullare gli ordini dei governatori e certamente non può ordinare 330 milioni di americani per andare in giro come se nulla fosse.

      

                                             

                 Quando il virus colpisce un’azienda vitale lontana dai centri urbani costieri e lo mette fuori uso, questa è la notizia che dovrebbe far pensare due volte anche al presidente di riaprire l’economia presto.                

                                                                                                                                                  

Trump sta facendo quello che fa meglio: bluffare, bullismo e blustering.

      

Trump pensa che essere presidente sia solo un atto. Se agisci in modo deciso e deciso, i tuoi nemici franeranno e si affretteranno a fare un accordo con te. Se sei abbastanza leggero, potresti vincere alcune vittorie politiche, sfuggire all’impeachment, ottenere alcuni giudici partigiani confermati o persino essere rieletto. Potresti credere di essere un genio in questa roba.

      

Forse funziona con gli umani, ma è assolutamente inutile con un virus che è a malapena vivo. Al coronavirus non importa cosa dicono i controllori dei fatti sulle tue ridicole bugie . Non guarda Fox News. Non vuole “possedere le librerie”. Non può essere distratto da il maestro della distrazione . Vuole solo entrare nei polmoni e moltiplicarsi in modo da poter entrare nei polmoni di qualcun altro.

       

In risposta al bluster di Trump, i governatori di 08 gli stati nel nord-ovest pacifico e nel nord-est hanno detto lunedì che si coordinerebbero con gli stati vicini per determinare una strategia regionale per facilitare gli ordini di accoglienza a casa e iniziare a riaprire le attività non essenziali in base alle condizioni locali e, sapete, a scienza e cose.

      

Non sappiamo nulla

Se siamo onesti, anche i governatori e i sindaci non “chiamano i colpi”. Il coronavirus sta ancora chiamando i colpi qui. Si sta ancora diffondendo senza controllo , infettando migliaia di persone ogni giorno, raggiungendo angoli in cui non è stato visto prima.

      

Questa è la cosa insidiosa di questo virus: è per lo più fuori dalla vista. Forse un terzo alla metà di coloro che sono infetti non presentano sintomi anche se infettano gli altri. Perché non abbiamo abbastanza capacità di test, non sappiamo quanto sia diffusa la malattia, o dove è in agguato o dove sta per balzare.

      

Il pezzo più importante delle notizie sul coronavirus negli ultimi giorni non era lo spavento tra Trump, i governatori e la Costituzione, era l’annuncio che Smithfield Foods avrebbe chiuso il suo gigantesco impianto di lavorazione della carne di maiale di Sioux Falls perché pieno di coronavirus, con dipendenti delle piante che rappresentavano più di un terzo del COVID del South Dakota – 19.

      

Quando il virus colpisce un’azienda vitale lontana dai centri urbani costieri e lo mette fuori uso, questa è una notizia che dovrebbe far riflettere anche il presidente due volte sulla riapertura dell’economia nazionale in qualunque momento.

)       

Non abbiamo vinto la battaglia – tanto meno la guerra – quindi è prematuro dichiarare la vittoria. La FDR non dichiarò la vittoria l’8 dicembre perché gli aerei giapponesi erano tornati ai loro vettori.

      

Riaprire l’economia ovunque prima di aver acquisito un certo controllo sulla pandemia sarebbe una follia. Qualsiasi il successo che abbiamo avuto nel “appiattire la curva” delle infezioni è stato dovuto al grave allontanamento sociale. Se lo avessimo rilassato prima di avere abbastanza prove sul posto, la curva si sarebbe di nuovo accentuata.

      

La pandemia esploderà. Molte più persone si ammalerebbero, sovraccaricando il nostro sistema sanitario e causando decessi più angoscianti.

      

Il ritorno prematuro alla normalità sarebbe anche un disastro economico. Lavoratori e consumatori sono sempre più riluttanti a rischiare la vita, quindi potrebbe non importare ciò che dice un presidente riguardo al rilancio dell’economia. Non può ordinarci di fare acquisti.

      

Walking the walk

Fino a quando non avremo un vaccino, un trattamento efficace o test e monitoraggio sufficienti per combattere il virus sotto controllo, è sciocco cercare di costringere l’economia a riaprire completamente dappertutto. Questo microbo non sta giocando.

      

Se il presidente vuole far funzionare l’economia, deve fare tutto il possibile per accelerare quel giorno. Il che significa portare in questa battaglia tutte le capacità della presidenza e degli Stati Uniti. Abbiamo bisogno di più della fiducia; abbiamo bisogno di una governance competente. Ecco un piano che potrebbe funzionare.

      

Abbiamo bisogno di kit di prova sufficienti per poter testare tutti coloro che hanno sintomi e tutti quelli con cui hanno avuto un contratto stretto. Dobbiamo disporre di kit di prova sufficienti per testare tutti gli operatori sanitari e tutti gli altri che svolgono un lavoro essenziale, dagli impianti di confezionamento della carne delle Pianure ai magazzini dell’Amazzonia ai cuochi del ristorante da asporto di Main Street. E abbastanza per testare tutti i loro contatti stretti.

      

E infine, abbiamo bisogno di chiacchiere dirette dei nostri leader. Non abbiamo bisogno di un presidente che pensi che il suo lavoro sia spacciare olio di serpente o essere una cheerleader . Abbiamo bisogno di un presidente che segua il cammino, non solo di parlare.

      

Rex Nutting è un editorialista di MarketWatch che ha coperto economia e politica per più di 25 anni.

                      
Articolo originale di Marketwatch.com