giovedì 26 maggio 2022

Trump si sta arrampicando per assicurarsi che il coronavirus non sia la sua Katrina

                         

    Paul Brandus   

 

  Giusti o no, i politici devono dimostrare di essere in cima alle crisi

                        

                  

           

Il presidente Donald Trump spera di trasmettere la sua competenza mentre è affiancato dalla squadra responsabile del risposta del governo federale allo scoppio del coronavirus.

                   Alex Wong / Getty Images                                               

         

George W. Bush è stato fortunato a essere rieletto un anno prima che l’uragano Katrina si schiantasse contro la costa del Golfo in 2005. La risposta – o almeno la percezione pubblica di esso – fu confuso e puzzava di incompetenza burocratica.

      

Che sia giusto per Bush o no – Katrina è stata una grande tempesta di Categoria Cinque, dopo tutto – non è proprio il punto. In politica, si tratta di come le cose vengono viste dagli elettori. È stato martellato allo stesso modo in cui molti sindaci sono stati martellati, anche se su scala minore, per non aver sgombrato la neve o aver riparato i buchi della pentola.       

I politici devono dimostrare di essere in cima alle crisi.

      

Leggere le ultime notizie sul coronavirus.

             

Ecco perché Barack Obama si recava al quartier generale della Federal Emergency Management Agency ogni primavera per un briefing sulla prossima stagione degli uragani, ed è per questo che rapidamente nominato uno zar di Ebola per occuparsene in 2014 .

      

La percezione

Ed è per questo Donald Trump è stato in tutto il coronavirus come il bianco sul riso, entrando nella stanza del briefing della Casa Bianca due volte da venerdì per tenere un briefing circondato da consulenti sanitari e dal suo stesso zar (gli piace la Russia, lo sai), il vicepresidente Mike Pence.

      

O almeno questa è la percezione che sta cercando di trasmettere.

      

Resta da vedere se riuscirà in definitiva a ridurre al minimo i danni, in termini di vite perse e danni economici. Non è utile, ad esempio, che Trump, in 2018, ha smantellato “l’intera catena di comando della risposta alla pandemia, compresa l’infrastruttura di gestione della Casa Bianca” osserva la scrittrice scientifica vincitrice del Premio Pulitzer Laurie Garrett in Politica estera.

      

Decine di milioni di americani non amano il presidente Trump, e io sono uno di loro. Ma siamo tutti insieme. Auguro al nostro presidente tutto il meglio per affrontare questa crisi.

      

Ora è sottoposto a un’enorme pressione per dimostrare che anche dopo essersi sbarazzato dei vigili del fuoco, può ancora spegnere l’incendio e spero di si. Il Paese sulla politica, in particolare durante una pericolosa crisi, è come dovrebbe essere sempre.

      

Ciò che accade ad aprile conta a novembre

Da quando ho menzionato l’importanza di come le cose vengono percepite dagli elettori, ecco cosa trovo particolarmente interessante. In un anno presidenziale, il secondo trimestre – il periodo da aprile a giugno – è stato storicamente piuttosto predittivo in termini di chi vince a novembre.

      

Se Trump viene percepito come al comando della situazione, ciò penetrerà nelle menti degli elettori e sarà difficile rimuoverlo. È vero il contrario se le persone percepiscono che ha fatto un casino, se il coronavirus in qualche modo è diventato — abbastanza o no — “Trump’s Katrina”.

      

Cosa potrebbe guidare le percezioni? Un brusco aumento delle morti, Dio proibisce, e dobbiamo sperare che ciò non accada. Ma il danno economico sembra accumularsi rapidamente e sta già prendendo piede. Lo stratega di Goldman Sachs David Kostin, per esempio, afferma S&P 500          SPX,          – 1 . %       le aziende hanno potuto vedere nessuna crescita degli utili quest’anno se il coronavirus continua a diffondersi.

      

Ciò spingerà ulteriormente il mercato azionario, a cui Trump ha strettamente legato le sue fortune.

      

Siamo precipitati in una correzione ultima settimana (più di un 10% in calo rispetto ai massimi di mercato); se i prezzi continuano a dirigersi verso sud e si estendono nel territorio del mercato orso – a 20% drop: si rifletterà negativamente sul presidente.

      

Trump si è vantato e si è preso il merito quando le azioni sono aumentate, quindi avrà la colpa quando cadono. Possederlo durante la salita, possederlo durante la discesa. Ancora una volta, è giusto? Non importa. Ecco come sarà percepito.

      

Milioni di americani vulnerabili

Potrebbe anche fare pressione su altri punti chiave di cui Trump si è preso rapidamente il merito: il basso tasso di disoccupazione e la crescita economica. Il tasso di disoccupazione – 3,6% a gennaio – è spettacolare, ma se le aziende iniziano a chiudere, chissà quante persone verranno espulse dal lavoro e per quanto tempo?

      

Questo, come una specie di domino, potrebbe causare ulteriori problemi. Milioni di americani vivono la busta paga per la busta paga. La Federal Reserve stima che quasi due su cinque Gli americani avrebbero difficoltà a trovare solo $ 400 per coprire una spesa di emergenza. Cosa succede se vengono espulsi dal lavoro e l’affitto è dovuto? O hanno bisogno di una formula per bambini?

      

C’è anche questo: agli americani viene anche consigliato di restare a casa se si sentono male. Va bene se hai pagato un congedo per malattia, ma decine di milioni di americani no.

      

Dal momento che il presidente, a suo merito, ha dichiarato nel fine settimana che gli scenari peggiori dovrebbero essere considerati, questo è uno di questi: Milioni di americani senza lavoro senza risparmi su cui ripiegare — o costretto a lavorare malato (milioni di persone lo fanno ora, ovviamente, quando prendono il raffreddore comune)

      

Questi sono problemi di fondo che ovviamente precedono il nostro presidente e non sono colpa sua. Anche così, quando la vita delle persone viene sconvolta per qualunque motivo, i presidenti spesso ne hanno la colpa. Ancora una volta, è giusto? Non importa.

                                                                    
Articolo originale di Marketwatch.com