Entra in contatto con noi

Lifestyle

Vitami-amoci: più vitamine per il nostro corpo per mantenerci in salute

Pubblicato

il

L’importanza delle vitamine: sostanze che ci difendono e devono essere presenti nel nostro organismo per un corretto funzionamento

Le vitamine sono sostanze organiche che si trovano negli alimenti in quantità molto piccole e sono necessarie per la crescita e il mantenimento dell’organismo. La loro assenza o insufficiente presenza nella dieta provoca specifiche manifestazioni patologiche, dette avitaminosi o ipovitaminosi. A differenza di altri nutrienti, come proteine, carboidrati o grassi, che devono essere consumati in grandi quantità e vengono elaborati e bruciati dal nostro organismo, le vitamine agiscono come catalizzatori, favorendo molte delle reazioni necessarie al tuo benessere.

Condizionalmente raggruppati in due classi: Vitamine liposolubili (liposolubili): vitamine A, D, E, K. e Vitamine idrosolubili: (solubili in acqua): tutte le vitamine del gruppo B e la vitamina C

La liposolubilità fa sì che queste vitamine vengano immagazzinate dal fegato e dal tessuto adiposo, consentendo all’organismo di creare riserve che l’organismo può utilizzare quando necessario. Questo non è possibile con le vitamine idrosolubili, quindi devono essere assunte continuamente ai pasti.

Vitamine con funzione antiossidante

Alcune vitamine hanno effetti antiossidanti. Sono cioè in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi responsabili, se non bilanciati, dell’ossidazione cellulare, responsabili dell’invecchiamento generale dell’organismo e della comparsa di alcune malattie, anche gravi.

Tre vitamine svolgono questo ruolo: vitamina A, vitamina C e vitamina E. Con una dieta equilibrata ed equilibrata, non c’è rischio di iper- o ipovitaminosi. D’altra parte, l’eccesso è possibile quando si utilizzano integratori multivitaminici, che dovrebbero essere assunti solo in caso di carenza come stabilito dal medico.

IPOVITAMINOSI

L’ipovitaminosi, invece, si manifesta nei casi di malnutrizione, nei casi di aumentato fabbisogno (ad esempio durante la gravidanza o l’allattamento), o se si segue una dieta squilibrata e carente di alcuni macronutrienti, come una dieta vegana, dove la vitamina gli integratori non sono quasi necessari.