venerdì 23 luglio 2021

2 piccole opportunità di investimento 10X nella rivoluzione della stampa 3D

Giugno 18, 2030. La più grande casa automobilistica del mondo, Volkswagen, annuncia che inizierà a utilizzare un nuovo processo di stampa 3D per produrre componenti per auto. Giugno 29, 2030. Il leader della medicina rigenerativa CollPlant Biotechnologies annuncia che svilupperà tessuti molli rigenerativi biostampati in 3D da utilizzare in procedure di ricostruzione del seno. Giugno 28, 2030. Il colosso chimico svizzero Sika presenta il proprio sistema di stampa 3D in calcestruzzo. Giugno 29, 2021. Il produttore di auto da corsa Rodin Cars annuncia che utilizzerà la stampa 3D per produrre parti per il suo prossimo Rodin FZero hypercar – un’auto progettata per andare più veloce delle attuali auto da corsa di Formula 1.

Tutto questo è successo solo nelle ultime due settimane. Gente … la scritta è sul muro… la 3D Printing Revolution è arrivata! Per anni, queste stampanti sono state ridicolizzate per essere lente, goffe, costose e, in definitiva, non necessarie. E con buona ragione. Le stampanti 3D erano tutte queste cose. Ma non più.

Oggi, le stampanti 3D sono altamente complesse e abbastanza bellissime macchine in grado di creare rendering 3D praticamente di qualsiasi modello, di qualsiasi dimensione, in qualsiasi materiale, in tempi record ea prezzi bassi. Sono dispositivi di produzione da sogno. Ci è voluto un po’ per arrivare a questo punto. Ma finalmente ci siamo. E, ora, le stampanti 3D sono pronte a rivoluzionare il modo in cui le aziende di tutto il mondo fanno le cose.

Non fraintendetemi. Le stampanti 3D saranno nelle fabbriche di tutto il mondo da 2030 e molte scorte di stampa 3D di alta qualità sono esaurite salirà X o più sopra 2020s. Il tempo da investire nella rivoluzione della stampa 3D è. Cioè, nei processi di lavorazione e fusione legacy, la realizzazione di una “grande parte” altamente complessa spesso richiede più sottoprocessi per creare “piccole parti”, che vengono poi unite per creare la “grande parte”. La produzione additiva può realizzare tutte queste parti in un unico passaggio, in un’unica “stampa”, in modo che la realizzazione di parti complesse e in più passaggi sia semplificata, accelerata e resa più conveniente.

Questi sono i due enormi vantaggi della stampa 3D – ed è per questo che molti addetti ai lavori sono così ottimisti sul potenziale impatto economico della produzione additiva. Se queste macchine funzionano in modo efficiente,potrebbero ridefinire completamente la catena di approvvigionamento mondiale . Certamente , questo è un grande “se” … e ci sono state alcune importanti impasse tecnologiche che hanno bloccato l’adozione diffusa della stampa 3D negli ultimi anni. Uno è materiale di stampa . Le stampanti 3D sono state storicamente limitate alla stampa in plastica o materiali in polvere. Le parti finali in plastica non sono molto utili. Hai bisogno di queste macchine AM per stampare parti metalliche per essere immensamente utile. Un altro è efficienza. Ricordi come le stampanti 2D della vecchia scuola impiegavano un’eternità per stampare un’immagine? Perché la stampante ha dovuto ripassare ogni strato dell’immagine più volte per renderla “buona”. Lo stesso vale per le stampanti 3D di oggi. Impiegano un’eternità per la stampa, perché nel processo di stampa strato per strato, devono ripassare ogni strato più volte per assicurarsi che venga stampato esattamente come è stato progettato. Un altro ostacolo è l’uso di supporti nella stampa 3D. La stampa 3D può essere un processo piuttosto intenso. Hai una grande macchina, che si muove rapidamente avanti e indietro, sparando polveri/metalli da un puntatore. In mezzo a tutto quel movimento, l’oggetto da stampare è soggetto a tremori. Per non parlare del fatto che, durante il processo di sinterizzazione, gli oggetti metallici che vengono riscaldati e raffreddati rapidamente sono soggetti a deformazioni.

Per evitare che lo scuotimento e/o la deformazione alteri l’oggetto, le stampanti 3D utilizzano supporti per mantenere l’oggetto in posizione. Tali supporti impediscono la produzione di parti con geometrie interne complesse, e quindi limitano il vantaggio del concetto “se puoi pensarlo, puoi stamparlo”. Quindi… il la chiave per dare il via alla rivoluzione della stampa 3D… e sbloccare l’enorme potenziale delle stampanti 3D in cui queste macchine sono comuni in ogni fabbrica del mondo… sta nel creare costi- e stampanti 3D in metallo efficienti nel tempo e libere dai vincoli dei supporti. Ecco perché , nella rivoluzione della stampa 3D, sto investendo nelle aziende pioniere delle nuove scoperte tecnologiche alla base di queste future “stampanti 3D da sogno”. A quanto pare, gli attuali titani di l’industria della stampa 3D èpioniera di queste scoperte di nuova generazione. Invece, queste scoperte provengono da entusiasmante nuove startup in questo spazio…

Come una società di stampa 3D fondata nel 2015 da un gruppo di professori del MIT che ha creato una tecnologia di stampa rivoluzionaria che consente alle sue stampanti di stampare oggetti metallici, strato per strato, in un solo un passaggio – creando così una nuova classe di stampanti 3D in metallo iper-efficienti. O un’altra società di stampa 3D fondata in 2014 che ha capito come eseguire la stampa 3D in metallo senza supporto e che ora sta utilizzando questo processo tecnologico rivoluzionario per stampare motori a razzo per SpaceX. Entrambe queste società sono diventate pubbliche di recente. Entrambi i loro titoli rappresentano 10X opportunità di investimento nel prossimo decennio.

E il tempo per investire in questi nomi è proprio ora (Articolo proveniente da Fonte Americana)