mercoledì 21 ottobre 2020

2 titoli di metalli preziosi in cui rifugiarsi

Nonostante la pandemia, questi 2 titoli di metalli preziosi sono balzati in maniera esponenziale.

La maggior parte degli investitori in genere valuta i metalli preziosi come rifugi sicuri in tempi di recessione economica. A causa del nuovo rallentamento del mercato guidato dal coronavirus, diversi investitori si sono rivolti ai metalli preziosi per proteggere i propri investimenti.

Ad esempio, i prezzi dell’oro sono aumentati di oltre il 27% nell’ultimo anno rispetto alla crescita del 19% nell’indice S&P 500.

Tuttavia, queste società tendono a sensibilità diverse in base alle loro attività. La domanda di metalli industriali tende a fluttuare con l’economia globale. Pertanto, l’attuale recessione ha rallentato la domanda di aziende che si concentrano sulla produzione di metalli industriali.

Come rovescio della medaglia, il valore dei metalli preziosi è inversamente collegato all’economia. L’evidenza è che nella prima metà dell’anno i prezzi dell’oro e dell’argento sono saliti ai loro massimi pluriennali.

Barrick Gold

Barrick Gold (GOLD) è uno dei cercatori d’oro più affermati e diversificati. Si occupa principalmente della produzione e vendita di metalli preziosi, principalmente rame e oro.

Inoltre, è anche coinvolto in attività correlate come lo sviluppo e l’esplorazione di miniere. L’azienda con sede in Canada ha 16 siti operativi in ​​13 paesi. Un rendimento a 12 mesi rispetto all’S & P è superiore al 47% per le azioni GOLD.

L’azienda è sulla buona strada per raggiungere i suoi obiettivi di produzione per l’anno, nonostante gli effetti paralizzanti. La produzione di oro è di 2,4 milioni di once, all’incirca a metà della sua previsione di 5 milioni di once per l’anno. L’utile netto rettificato per azione è stato di 23 centesimi, con un aumento sequenziale del 44%. Inoltre, il dividendo trimestrale è aumentato del 14% durante il trimestre.

La posizione di bilancio è relativamente forte, con un debito basso e una solida posizione di liquidità. Inoltre, dispone di 3 miliardi di dollari di flussi di cassa liberi senza scadenze significative fino al 2033. Pertanto, l’ORO è uno dei titoli di metalli preziosi più caldi del settore oggi.

Newmont Corporation

Newmont (NEM) è il più grande produttore mondiale di oro con il miglior portafoglio di asset del settore. La sua base di prodotti diversificata comprende metalli preziosi come oro, rame, argento, zinco e piombo.

Il minatore d’oro con sede negli Stati Uniti ha le sue basi operative negli Stati Uniti, Australia, Perù, Ghana e Suriname. Nonostante l’impatto del Covid-19, il rendimento a 12 mesi relativo all’S & P è di circa il 50% per le azioni NEM.

Il secondo trimestre è stato difficile per la società principalmente a causa della chiusura di cinque delle sue operazioni per manutenzione. Di conseguenza, la produzione di oro attribuibile è diminuita di circa il 21% anno su anno a 1,3 milioni di once.

 

Tuttavia, il prezzo medio realizzato è migliorato sostanzialmente del 31%. Con prezzi dell’oro superiori a $ 2000 l’oncia, i risultati del terzo trimestre dovrebbero essere significativamente migliori con margini più elevati. Tuttavia, l’EPS rettificato è sceso del 12% su base sequenziale.

Newmont mira a ridurre i costi e diventare un’azienda più snella in futuro. Pertanto, le spese in conto capitale sono diminuite di $ 48 milioni a $ 280 milioni. Inoltre, la società ha generato circa $ 1 miliardo di flussi di cassa gratuiti nella prima metà dell’anno.

È anche il leader del settore in termini di rendimento da dividendi all’1,45%, pagando un dividendo annuale di $ 1 per azione.