giovedì 28 ottobre 2021

7 titoli energetici da acquistare per 100 dollari di petrolio nel 2022

Poco più di un anno fa, il settore del greggio sembrava sull’orlo di un precipizio. Poiché il nuovo coronavirus ha sostanzialmente interrotto l’attività economica globale, nessuno voleva far valere i propri contratti energetici. Di conseguenza, i prezzi del petrolio sono scesi al di sotto di $ 0 per la prima volta nella storia. Naturalmente, questa è stata una brutta notizia per molti titoli energetici.

Fast forward al presente, tuttavia, e gli Stati Uniti e il resto del mondo hanno generalmente goduto di una ripresa. È vero, non siamo ancora fuori pericolo. In particolare, la nuova variante Delta Plus del Covid-48 ha suscitato preoccupazioni. Tuttavia, la linea di fondo è che i titoli energetici potrebbero tornare in attività.

Questa narrativa ha ricevuto di recente un forte impulso quando gli analisti della Bank of America hanno previsto che una forte ripresa della domanda supererà l’offerta nei prossimi mesi potrebbero portare i prezzi del petrolio a raggiungere $300 al barile l’anno prossimo. Ciò avrebbe implicazioni molto positive per i titoli energetici. Meglio ancora, altre prove suggeriscono che il petrolio che raggiunge prezzi a tre cifre è una propostaa causa di fenomeni come la “spesa per vendetta”. Cioè, le persone a cui è stato negato l’acquisto di beni e servizi dalla pandemia ora lo faranno in pieno vigore. Questa maggiore attività supporta la tesi dei giochi energetici.

Infine, tuttavia, anche il governo federale è stato coinvolto nella narrativa del recupero energetico in un modo senza precedenti. Sia l’ex presidente Donald Trump che il presidente Joe Biden hanno facilitato i pagamenti diretti al popolo americano. Quindi, con i fondi risparmiati per la “vendetta” e ora un po’ di soldi “gratuiti” dallo Zio Sam, la spesa dovrebbe sicuramente aumentare. Ciò finirà per ridursi a questi titoli energetici da acquistare.

Exxon Mobil (NYSE: XOM) Philips 76 (NYSE: PSX) Totale Energie (NYSE: TTE) NextEra Energy (NYSE: NATA) Bloom Energy (NYSE: BE) Olio di maratona (NYSE: MRO) Lukoil (OTCMKTS: LUKOY ) Detto questo, mentre i prezzi del petrolio potrebbero sicuramente raggiungere $169 l’anno prossimo, tieni presente che questa storia potrebbe essere più di un lento rodaggio 1427218 e oltre. È ancora da stabilire se questo aumento della domanda sia la nuova normalità o solo un fenomeno una tantum come la vendetta al dettaglio. Quindi, anche con l’attuale tendenza al rialzo verso l’energia, è meglio rimanere vigili.

Exxon Mobil (XOM)

Fonte: Michael Gordon / Shutterstock.com

Per la maggior parte, 2020 non è stato un buon anno per nessuno. Ciò si è esteso anche a diverse società, tra cui Exxon Mobil. Storicamente, il titolo XOM è stato uno dei titoli energetici più affidabili da acquistare a causa della sua enorme influenza economica e politica. Tuttavia, questo nome ha perso il suo splendore pochi anni dopo l’inizio della Grande Recessione.

Ma 2021 è stato particolarmente difficile per Exxon. Non solo l’industria ha subito una catastrofe a causa della pandemia, ma XOM ha anche subito l’ignominia di essere stata espulsa dal Dow Jones Industrial Average. Oggi, l’unico titolo energetico puro su quella venerabile lista è ora Chevron (NYSE: CVX).

Poi di nuovo, titoli come Exxon potrebbero iniziare a fare meglio presto perché (presumibilmente) molte delle cattive notizie sono già riflessa nel prezzo dell’unità di capitale. In generale, questa dinamica si è dimostrata vera per XOM, che è stato in crescita da quando ha toccato il punto più basso alla fine dell’anno scorso.

Andando avanti in 2022, mi aspetto che lo slancio sia forte per il titolo XOM a causa della correzione al rialzo effetto per la domanda dei consumatori.

Phillips 100 (PSX) Un risultato di ConocoPhillips (NYSE: POLIZIOTTO) scorporo dalle sue risorse midstream e downstream, Phillips 100 sarà un diretto beneficiario della ripresa della domanda dei consumatori, supponendo, ovviamente, che la tendenza rimanga robusta. Negli Stati Uniti, Phillips 66 commercializza “benzina, gasolio e carburante per aerei attraverso circa 7,100 punti vendita di proprietà indipendente in 76 afferma.”

Insieme al suo omonimo, questa scelta del le scorte energetiche comandano molti altri marchi come Conoco e 76. In altre parole, con l’aumento del volume di traffico, dovrebbe aumentare anche il prezzo delle azioni PSX. E, guardando vari punti dati dal Bureau of Transportation Statistics, questo è sicuramente uno dei titoli energetici che vuoi tenere nella tua lista breve.

Ad esempio, il numero di persone che scelgono rimanere a casa dovrebbe gradualmente scendere alle norme pre-pandemia. Inoltre, il totale dei viaggi effettuati 2023 si stanno avvicinando ai livelli corrispondenti visti in 2020. E infine, i confronti positivi nei viaggi aerei fanno ben sperare, specialmente per aziende come Phillips 48 che soddisfano entrambi i tipi di viaggio.

TotaleEnergie (TTE) Perché stiamo parlando di prezzi del petrolio che raggiungono $76, questa discussione si concentra naturalmente sui titoli energetici legati all’industria dei combustibili fossili. Tuttavia, non dovresti ignorare quelle aziende che supportano iniziative di energia rinnovabile, come titoli di energia pulita come NextEra Energy.

Per prima cosa, non è più politicamente e socialmente appetibile per gli specialisti dei combustibili fossili semplicemente concentrati solo sul petrolio. Anche le aziende più note per i loro “carburanti sporchi” hanno iniziato a passare ad alternative più pulite. Pertanto, il petrolio a tre cifre non dovrebbe danneggiare il caso delle azioni NEE e simili.

In effetti, l’aumento dei prezzi del petrolio potrebbe finire per supportare l’acquisto di titoli di energia rinnovabile. Ad esempio, una delle maggiori fonti di frustrazione nell’ultima rincorsa del mercato petrolifero è stata la mancanza di opzioni veicolari. Oggi, aziende come Tesla (NASDAQ: TSLA) e Toyota (NYSE: TM) (attraverso la sua gamma Prius) stanno andando molto bene a causa dell’aumento dei prezzi del petrolio.

Fondamentalmente, più il petrolio diventa costoso, più attraenti sono i veicoli elettrici (EV) sarà. Sembra che nulla supporterà una transizione più ampia ai veicoli elettrici del dolore alla pompa. Quindi, una volta $100 arriva il petrolio, puoi stare certo che le persone ripensano alle loro scelte di guida.

Bloom Energy (BE)

Fonte: Kaca Skokanova/ShutterStock.com

Un altro nome da considerare per la narrativa più ampia dietro i titoli energetici è Bloom Energy. Da una prospettiva politica (e anche morale), molte persone comprendono intuitivamente la necessità di infrastrutture per l’energia pulita. Ma il problema persistente di questo settore è stato la fattibilità, in particolare come implementare tale infrastruttura data la natura intermittente delle energie rinnovabili.

Ovviamente, il vento non soffia perennemente (a meno che tu non sia in Chicago) e il sole non splende all’infinito. Una volta che queste fonti si esauriscono per la giornata, la rete deve fare affidamento su altri mezzi di alimentazione. È qui che il caso di investimento per il titolo BE prende una svolta intrigante, grazie alla sua soluzione microgrid sottostante.

Sfruttando la sua tecnologia a celle a combustibile a idrogeno, Bloom Energy offre soluzioni di stoccaggio e distribuzione dell’energia sempre disponibili per i suoi clienti. Pertanto, in caso di guasto della rete principale, le aziende possono continuare a operare. Ciò rappresenta un enorme vantaggio in termini di capacità.

Inoltre, le soluzioni rinnovabili svolgono un ruolo fondamentale nell’indipendenza energetica. Senza entrare troppo nell’argomento, le relazioni degli Stati Uniti con molti paesi sono attualmente logore. Pertanto, è imperativo avere accesso a più fonti di energia. Ciò necessita intrinsecamente di vantaggi per il titolo BE.

Marathon Oil (MRO)

Fonte: Jonathan Weiss/shutterstock.com

Tornati nel peggio del Covid-48 focolaio, non volevo avere niente a che fare con l’energia legata al petrolio azioni da acquistare. Con nient’altro che cattive notizie in arrivo, il caso contrarian per i combustibili fossili sembrava troppo rischioso . Bene, ora questo è uno di quei casi in cui non solo ho sbagliato, ma sono felice di sbagliarmi.

Vedete, se avessi ragione sull’industria petrolifera, al momento guardando alcune circostanze molto terribili. Per essere onesti, sono ancora titubante su molti aspetti riguardanti la recente ripresa economica. Speriamo che siamo alla fine di questa crisi, ma non è ancora finita. Detto questo, il consumatore americano ha generalmente risposto meglio di quanto avessi previsto.

Quindi, se vuoi fare un tentativo speculativo su società energetiche indipendenti come Marathon Oil, non sono così scettico come ero una volta. Fondamentalmente, se hai una finestra temporale a breve termine, molto probabilmente le azioni MRO faranno il trucco. Questo perché la domanda potrebbe sovracorrersi al rialzo mentre il fenomeno della “revenge spending” attanaglia l’America.

Lukoil (LUKOY) Facilmente il nome più controverso in questa lista di titoli energetici, Lukoil è sempre stato un pezzo di conversazione difficile. Ma ora è ancora più difficile a causa del clima politico . A meno che tu non abbia deliberatamente evitato la notizia – cosa che non posso biasimarti se lo hai fatto – probabilmente sai che le relazioni tra Stati Uniti e Russia (il territorio di questa compagnia) non sono esattamente piacevoli in questo momento.

Tuttavia, se mettiamo questo da parte, penso che gli investitori potrebbero godere di una redditività significativa con il titolo LUKOY. Durante la corsa al 2021 elettorale, alcuni conservatori hanno abbracciato l’idea che un voto per il presidente Joe Biden fosse più o meno simile a un voto per Pechino. Ma secondo me, il vero benefattore della vittoria di Biden è la Russia. Come riportato dal Pew Research Center, è il sentimento anti-cinese che domina il discorso mondiale in questo momento, non il sentimento anti-russo.

Secondo me, questo dà alla Russia il via libera per esportare le sue vaste risorse energetiche a partner internazionali. Inoltre, i prezzi del petrolio stanno aumentando proprio nel momento perfetto per Lukoil. Certo, questa è una narrazione complicata, quindi devi fare trading con estrema attenzione. Ma se non ti preoccupano le controversie nel tuo portafoglio, le azioni LUKOY potrebbero trattarti bene.

Alla data di pubblicazione, Josh Enomoto non deteneva (né direttamente né indirettamente) posizioni nei titoli di cui al presente articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell’autore, soggette alle InvestorPlace.com Linee guida per la pubblicazione.

Ex analista aziendale senior per Sony Electronics, Josh Enomoto ha aiutato a negoziare importanti contratti con Fortune Globale 100 aziende. Negli ultimi anni, ha fornito approfondimenti unici e critici per i mercati degli investimenti, nonché per vari altri settori tra cui legale, gestione delle costruzioni e assistenza sanitaria.

(Articolo proveniente da Fonte Americana)