sabato 22 gennaio 2022

Auto: prenota il tuo ecobonus dal 13 gennaio 2022

Devi comprare un’auto elettrica o ibrida? da giovedì, 13 gennaio 2022, potrai finalmente prenotare il tuo ecobonus 

Ritornano gli Ecobonus e per l’edizione 2022 arrivano nuovi incentivi destinati all’acquisto di ciclomotori e motocicli. Occhi al calendario: a partire dalle ore 10 di giovedì 13 gennaio 2022 riapre per i concessionari la possibilità di prenotare gli incentivi tramite l’utilizzo della piattaforma ecobonus.mise.gov.it.   Mancano quindi poche ore per prenotare gli incentivi destinati all’acquisto anche di ciclomotori e motocicli. A darne l’annuncio il ministero per lo Sviluppo economico in una nota.

Come i calcola l’ecobonus? Per l’incentivo era stato introdotto dalla legge di bilancio 2021 uno stanziamento complessivo di 150 milioni di euro, pari a 20 milioni per ciascun anno dal 2021 al 2023 e 30 milioni per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026.Il contributo, rivolto a coloro che acquistano un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e, verrà calcolato sulla percentuale del prezzo di acquisto: 30% per gli acquisti senza rottamazione e 40% per gli acquisti con rottamazione.

Quali sono le caratteristiche da considerare per l’acquisto di un’auto elettrica?
Occorre valutare la possibilità di ricaricare a casa o su luogo di lavoro attraverso una postazione di ricarica dedicata. Ci sono tre elementi  da prendere in considerazione per scegliere il modello di auto elettrica:

  • capacità della batteria: corrisponde all’equivalente della capacità del serbatoio di un’auto tradizionale e si indica in kWh;
  • autonomia: dipende dalla capacità della batteria. L’autonomia varia anche a seconda di diversi fattori, in particolare: stile di guida personale, condizioni stradali, temperatura esterna, riscaldamento/climatizzazione e preriscaldamento;
  • potenza massima del caricabatteria interno: la potenza del caricabatteria è determinata dalla tensione (monofase: 230V o trifase: 400V) e dalla corrente di ricarica (es. 10A, 16A 24 A, 32 A, etc.) e varia in un range da 2,3kW (ricarica lenta che avviene con il cavo dotato di spina domestica) a 50kW (ricarica veloce in corrente continua). Essa determina la rapidità di ricarica della batteria.