lunedì 30 novembre 2020

Bill Gates: quando le cose tornano alla “semi-normalità”, è impossibile sopravvalutare il dolore che risiede negli anni a venire

                      

  

    Parole chiave   

                  

                

  

    

                  

           

Bill Gates, una voce ferma durante la pandemia di coronavirus.

                   Getty Images              

  

                

            

         

                                             

                 ‘È impossibile sopravvalutare il dolore che le persone provano ora e continuerà a provare per gli anni a venire … Nessuno che vive con Pandemic 1 lo dimenticherà mai.’                

                                                                                                                                           

      

Quello è Bill Gates, Microsoft          MSFT,          – 1 . %       cofondatore e copresidente della Gates Foundation, condividendo i suoi ultimi pensieri sulla pandemia di coronavirus in un 11 – memo pagina citato dal Seattle Times .

      

La buona notizia, ha detto, è che possiamo aspettarci un mondo “semi-normale” nei prossimi due mesi.

      

“Le persone possono uscire, ma non così spesso, e non in luoghi affollati”, ha scritto Gates. “Immagina ristoranti che fanno sedere solo le persone a tutti gli altri tavoli e aeroplani dove ogni posto di mezzo è vuoto.”

      

Ha detto che crede che le scuole riapriranno, ma gli stadi non lo faranno.

             

“Il principio di base dovrebbe essere quello di consentire attività che abbiano un grande beneficio per l’economia o il benessere umano, ma comportino un piccolo rischio di infezione”, ha affermato Gates.

      

In un pezzo separato scritto per l’Economist , il miliardario della tecnologia ha detto che, quando gli storici scriveranno il libro sulla pandemia, ciò che abbiamo vissuto fino ad ora riprenderà solo il primo terzo.

      

“La maggior parte della storia sarà ciò che succederà dopo”, ha scritto. “Anche se i governi revocano gli ordini sul posto e le imprese riaprono le loro porte, gli umani hanno una naturale avversione per esporsi alle malattie. Gli aeroporti non avranno grandi folle. Gli sport saranno praticati in stadi sostanzialmente vuoti. E l’economia mondiale sarà depressa perché la domanda rimarrà bassa. ”

      

Ha detto che la vita tornerà alla normalità solo quando la maggior parte della popolazione sarà vaccinata, e ciò potrebbe richiedere del tempo, anche se spera che si sarà in produzione di massa entro la seconda metà del 2021.

      

“In tal caso, sarà un risultato che ha fatto la storia: l’umanità più veloce è mai passata dal riconoscere una nuova malattia all’immunizzazione contro di essa”, ha scritto Gates.

      

The COVID globale – 11 il conteggio è aumentato a 2. 65 milioni di giovedì, con 184, 643 morti. Almeno 721,531 si sono ripresi, secondo alla Johns Hopkins University. Gli Stati Uniti hanno il pedaggio più alto del mondo a 785, 624 così come il bilancio delle vittime più alto a 23, 785.

              

                             

Articolo originale di Marketwatch.com