lunedì 30 novembre 2020

Bonus bici 500 euro con il click day a partire dal 3 novembre

A proposito del bonus bici 2020, il Ministero dell’Ambiente ha reso noto che dal 3 novembre sarà attiva la piattaforma per assicurarsi l’agevolazione dell’importo di 500 euro.

La gara per accedere al bonus bici inizia martedì 3 novembre alle ore 9:00. Sarà possibile accedere ad un portale appositamente sviluppato dal Ministero dell’Ambiente per registrare una fattura o ricevuta di acquisto e mettersi in coda per accedere alla promozione.

Dopo ritardi e promesse, il Ministero ha deciso che le richieste di incentivo fino a 500 euro per chi ha acquistato biciclette, comprese bici con pedali e scooter, potranno essere presentate dal 3 novembre, secondo la procedura di invio telematico delle fatture alla piattaforma.

Ecco le modalità per ottenere il Bonus bici 2020

Chi ha diritto all’incentivo di mobilità dovrà effettuare il login e registrarsi con le credenziali Spid, inserire una fattura o ricevuta fiscale ed inserire il proprio IBAN. Un’operazione molto semplice, ma, come sempre, in questi casi, c’è il rischio di guasto del sito a causa dell’accesso simultaneo di diverse decine di migliaia di persone. Il Ministero assicura che tutto dovrebbe funzionare bene, anche grazie alle garanzie fornite dalla società Sogei.

Dalla mattina del 3 novembre il Ministero dell’Ambiente ha disposto un apposito team di assistenza. Chi ha problemi può chiamare il centralino del Ministero allo 0657221 o inviare una mail a urp@minambiente.it, che reindirizza le chiamate e le domande al team.

Ricordiamo che il bonus riesce a coprire copre il 60% dell’importo di acquisto fino a 500 euro per i cittadini residenti in comuni con una popolazione di oltre 50mila persone. Sarà richiesto lo Spid ID anche per chi non ha ancora effettuato un acquisto e quindi richiede di utilizzare il coupon entro il 31 dicembre. Sebbene non tutti i rivenditori sembrino disposti ad accettarlo, l’adesione alla seconda fase è di tipo volontario.

Fino ad ora sono stati stanziati 210 milioni di euro per promuovere la mobilità delle bici acquistate e il Ministero si impegna a soddisfare tutte le richieste.