Entra in contatto con noi

Fisco

Bonus locazioni turismo e piscine ed Agenzia delle entrate: scade il 28 febbraio

Pubblicato

il

La domanda per ricevere il bonus per locazioni turismo e piscine è già attiva dall’ 11 luglio 2022 e potrà essere inoltrata fino al 28 febbraio 2023 ed è rivolta ai contribuenti/ imprese turistiche e gestori di piscine (codice Ateco 93 11 20) che hanno avuto un calo di fatturato e  che intendono fruire del credito d’imposta previsto per i canoni sostenuti nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2022

Cosa prevede il bonus e le scadenze

Per avere il bonus occorre inviare l’autodichiarazione necessaria. Se idonei si potrà  accedere al credito d’imposta. L’agenzia delle entrate spiega che: “Il termine ultimo per la trasmissione è il 28 febbraio 2023. Per le imprese che hanno attivato una partita Iva per proseguire l’attività del de cuius o effettuato una trasformazione aziendale o che intendono comunicare la cessione del credito al locatore, invece, l’autodichiarazione dovrà essere trasmessa a partire dal 15 settembre 2022, con scadenza invariata al 28 febbraio 2023. Negli stessi periodi è possibile presentare una nuova autodichiarazione in sostituzione di quella precedente o presentare la rinuncia integrale al credito d’imposta”.

Come avviene la trasmissione della domanda

La trasmissione del modello dovrà avvenire esclusivamente tramite i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate e essere inviato dal contribuente o da un intermediario incaricato. Occorre presentare il modello “autodichiarazione” per richiedere il bonus, attestante il possesso dei requisiti e il rispetto delle condizioni dei limiti previsti dalle sezioni 3.1 e 3.12 del Temporary Framework. 

L’agenzia delle entrate precisa: “Il credito d’imposta imprese turistiche e piscine è riconosciuto solo per i canoni corrisposti entro il 30 giugno 2022, come stabilito dalla decisione della Commissione Ue C(2022)3099 del 6 maggio scorso che ha autorizzato la misura agevolativa. Per la fruizione del bonus, inoltre, è richiesto un calo di fatturato, nel mese di riferimento del 2022, di almeno il 50% rispetto allo stesso periodo del 2019”.

Advertisement

Come faccio a sapere se è andata a buon fine?

L’Agenzia delle Entrate informa che: “A seguito della presentazione dell’autodichiarazione è rilasciata, entro 5 giorni, una ricevuta che ne attesta la presa in carico o lo scarto, con l’indicazione delle motivazioni. La ricevuta viene messa a disposizione del soggetto che ha trasmesso il modello nell’area riservata del sito dell’Agenzia. Entro 10 giorni dalla data di presentazione dell’autodichiarazione, è rilasciata una seconda ricevuta per comunicare ai richiedenti il riconoscimento ovvero il diniego del bonus.

 

 

Advertisement
Advertisement