lunedì 19 aprile 2021

 Dal Superbonus ai vaccini, tutte le novità della manovra

AGI – Dalla proroga del Superbonus a tutto il 2022, oggetto di un lungo di braccio di ferro nella maggioranza, agli incentivi auto; dalle assunzioni di 3mila medici e 12 mila infermieri per attuare la campagna vaccinale anti-Covid (con lo stop dell’Iva sui vaccini e i kit diagnostici) alla cig fino a 800 euro e lo stop dei contributi per gli autonomi; dai bonus per sostituire docce e rubinetti in un’ottica di risparmio o per installare depuratori di acqua potabile al credito d’imposta per gli chef e al voucher per gli occhiali da vista. E’ il restyling della manovra che ha ricevuto il via libera della commissione Bilancio della Camera, con il mandato ai relatori, Stefano Fassina (Leu) e Marialuisa Faro (M5s). Il testo sarà in Aula martedì alle 9, ed e’ attesa la questione di fiducia da parte del governo. Il testo approderà nell’Aula di Montecitorio martedì. Il protrarsi della discussione in commissione Bilancio non ha permesso di rispettare il calendario che aveva fissato l’inizio della discussione generale domani alle 11.

Queste le principali novità:

Proroga Superbonus per tutto il 2022 

Via libera alla proroga del Superbonus al 110% per tutto il 2022, frutto dell’intesa raggiunta nella maggioranza dopo un lungo un braccio di ferro tra M5s, che chiedeva l’estensione della misura fina a tutto il 2023 e il Mef. Si tratta di una estensione sei mesi piu’ sei, fino alla fine dell’anno per consentire il completamento dei lavori. Se entro giugno 2022 sono stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo, la detrazione al 110% potrà essere essere estesa anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022.

Mef dovrà riferire al Parlamento su operazioni Mps 

Il ministro dell’Economia dovrà riferire preventivamente al Parlamento in caso di eventuali operazioni di aggregazione o di variazione di partecipazione detenuta in Monte dei Paschi di Siena.

Cig fino a 800 euro 

Fondo da 1 miliardo per il 2021 per l’esonero dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti. L’agevolazione è riconosciuta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2019. Arriva anche la cig per le partite Iva iscritte alla gestione separata (Iscro) che andrà da un minimo di 250 euro a un massimo di 800 euro per 6 mesi per chi ha un reddito non superiore a 8.145 euro e ha subito perdite del 50% rispetto ai tre anni precedenti.

In arrivo 3mila medici e stop iva sui vaccini

Arrivano le risorse per l’attuazione del piano vaccini anti-Covid. Saranno assunti a tempo determinato per nove mesi di 3mila medici e 12mila infermieri per la somminist

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AGI

Questo contenuto è di proprietà di AGI
Finanza News 24 non detiene alcun diritto su tale contenuto, ma si limita soltanto a diffonderlo