mercoledì 01 dicembre 2021

Forestami, progetto milanese di forestazione urbana

Alberi che si intrecciano con edifici, verde che nasconde il grigio asfalto, boschi che si fondono con la città. Questo è il sogno di Forestami, un progetto di forestazione urbana milanese che punta a fare della città una capitale verde.

Gli obiettivi sono ambiziosi: entro il 2030 piantare 3 milioni di alberi, purificare l’aria, mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e migliorare la vita in una grande metropoli. Aumentare il numero di impianti nell’area metropolitana di Milano è infatti il ​​modo più efficiente ed economico per frenare il riscaldamento globale. La progettazione green di strade e cortili, piazze e tetti può ridurre i consumi energetici, pulire l’aria che respiriamo dalle polveri sottili e migliorare il benessere fisico e mentale. Ad oggi sono già stati piantati quasi 280.000 alberi tra Milano e l’interno. L’ultimo gruppo di piante che fa parte della famiglia Forestami si trova nel Parco Nord Milano, un’area verde di 800 ettari considerata una delle più grandi d’Europa. Il parco, costruito sul sito di un’area periferica che non era in uso fino agli anni ’80, divenne in seguito uno dei polmoni verdi della città.

Il Parco Nord è stato definito un “miracolo verde” e unisce più elementi. Qui la natura si intreccia con l’urbanistica, la partecipazione cittadina e la comunicazione. Con l’intervento di Forestami, il parco è diventato ancora più paradigma per l’integrazione tra natura e città. Forrestami si rivolge specificamente ai cittadini. L’arricchimento degli spazi verdi ha indubbiamente un effetto positivo sulla salute umana e sul destino del nostro pianeta. Il Parco Nord gestisce e migliora la natura della città da molti anni e gli alberi piantati da Forestami si uniscono a quelli esistenti per diventare un bene non solo per l’ambiente, ma anche per i cittadini. La selezione Parco Nord fa parte di una mappa più ampia preparata da Forestami per identificare aree strategiche per i parchi urbani: parcheggi, vecchie aree industriali, vecchie stazioni ferroviarie, aree da rimodellare. Come Parco Nord, un progetto importante non solo per gli alberi, ma anche per le nuove relazioni in cui lo spazio si intreccia con il territorio che il bosco inghiotte per diventare parte di se stesso. Un altro piccolo dettaglio per creare una città completamente nuova, più verde, più ospitale e lussuosa.