sabato 18 settembre 2021

Il 21 agosto termine ultimo per presentare le domande per le supplenze

Vuoi diventare un docente? Dal 10 al 21 agosto via libera all’invio delle istanze per ottenere supplenze nell’anno scolastico 2021-2022. Si può presentare domanda mediante una la procedura telematica semplice da seguire

Dal 10 al 21 agosto è possibile presentare la domanda per l’assegnazione delle supplenze scolastiche per l’anno 2021-2022: lo comunica il Ministero dell’Istruzione, aprendo i termini per l’invio delle istanze relativamente alle graduatorie provinciali per l’insegnamento nella scuola. Sono infatti aperte le procedure di attribuzione dei contratti a tempo determinato, anche ai fini dell’immissione in ruolo nelle scuole locali, come previsto dal Decreto Sostegni Bis.

È possibile segnalare la propria disponibilità per ottenere sia le supplenze annuali per la copertura delle cattedre, su posto comune o di sostegno, vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre e che rimangano presumibilmente tali per tutto l’anno scolastico ed anche le supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche per la copertura di cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, non vacanti ma di fatto disponibili, entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico. Il MIUR, inoltre, sottolinea che la mancata presentazione dell’istanza comporta la rinuncia alla partecipazione. Per inviare le domande è necessario fare riferimento alla procedura telematica attraverso l’applicazione “Istanze OnLine (POLIS)”, accedendo con le credenziali SPID o utilizzando un’utenza valida per l’accesso ai servizi dell’area riservata del Ministero, con l’abilitazione al servizio “Istanze onLine (POLIS)”.

La richiesta per assunzioni da GPS e supplenze si effettuano congiuntamente (per cui chi parteciperà per entrambe le procedure lo farà con un’unica domanda online) anche se il sistema elaborerà le operazioni in due momenti distinti: prima quelle relativi agli incarichi a tempo determinato dalla I fascia delle GPS ed elenchi aggiuntivi finalizzati alla immissione in ruolo (Decreto sostegni bis); successivamente quelli relativi agli incarichi di supplenza (prima dalle GAE e, in subordine, dalle GPS).