martedì 15 giugno 2021

Il mercato dei taxi volanti è pronto per il decollo, cambiando per sempre l’esperienza di viaggio

Lilium afferma che i suoi jet a cinque posti possono viaggiare fino a 186 In un’ora.

Lilium

Auto volanti, ora noto come i taxi elettrici, sono in circolazione da molto tempo nei nostri sogni. Se hai guardato i film di fantascienza come “The Jetsons” o “Back to the Future”, potresti esserti sbizzarrito in voli fantasiosi per farlo volare e salutare gli ingorghi.

Ma ora che grandi marchi come Toyota , Uber , Hyundai , Airbus e Boeing promettono di far volare i ciclisti attraverso i cieli in taxi volanti, il sogno si sta avvicinando alla realtà. L’obiettivo è quello di collegare i centri urbani con i sobborghi mentre si fa saltare il traffico – i taxi aerei potrebbero navigare a 180 mph ad altitudini intorno a 1, 000 ft to 2, 000 ft. Ma la NASA ha riferito che possono andare ad un’altitudine fino a 5, ft.

È un mercato che dovrebbe continuare a maturare durante questo decennio e poi esplodere a livello globale. Il mercato autonomo degli aeromobili urbani potrebbe valere $ 1,5 trilioni di 2040 , secondo uno studio di Morgan Stanley Research . Un altro studio sulla mobilità aerea urbana (UAM) , di Frost & Sullivan, vede l’inizio dei taxi aerei 2022 a Dubai e in espansione con un tasso di crescita annuale composto di circa 46% a più di 300, 000 unità in funzione di 2040. Guidare questa tendenza è una confluenza di tecnologie, inclusi veicoli autonomi come droni e auto a guida autonoma, batterie più efficienti e tecniche di produzione avanzate.

Non sorprende che le aziende – dalle start-up sostenute da venture capital e Uber alle principali compagnie automobilistiche e aeronautiche – si stanno affrettando a prendere piede in questo nascente mercato. Il business ha il potenziale per sconvolgere in modo significativo il panorama della mobilità urbana e gli investitori stanno investendo milioni negli sforzi di commercializzazione e sono attratti dal fatto che i taxi ad aria elettrici hanno il potenziale per ridurre drasticamente i costi operativi e di manutenzione.

I taxi ad aria elettrici sono disponibili in diverse forme e dimensioni e molti sembrano abbastanza diversi dai tradizionali velivoli ad ala fissa. I motori elettrici sostituiscono i motori a reazione e gli aeromobili verticali di decollo e atterraggio (VTOL), progettati per evitare la necessità di piste lunghe, hanno ali rotanti e, in alcuni casi, rotori al posto delle eliche. Solo poche aziende stanno costruendo veicoli che sembrano auto con le ali.

Legami nel cielo

A gennaio, Toyota ha dichiarato che sta investendo $ 394 milioni in Joby Aviation con sede nella Silicon Valley, che sta sviluppando un taxi aereo completamente elettrico pilotato per il decollo e l’atterraggio (eVTOL). La mossa, parte di un round di finanziamento del valore di $ 394 milioni, aiuterà Joby a lanciare un servizio elettrico di air-taxi da 2023 e offre alla società l’accesso alle capacità di Toyota nella produzione, nella qualità e nel controllo dei costi. La start-up sta costruendo un prototipo che dice che alla fine dovrebbe avvicinarsi al costo del trasporto via terra e aiutare un miliardo di persone a risparmiare più di un’ora di pendolarismo ogni giorno.

Joby Aviation sta sviluppando aerei passeggeri elettrici e un servizio di taxi aereo.

“Joby ha sviluppato una tecnologia avanzata e l’ha integrata in un fantastico aereo attraverso un design attento; questo è la chiave per l’ingresso nel mercato di successo e il successo commerciale dei nostri prodotti “, afferma il portavoce di Joby Mojgan Khalili. “L’aereo di Joby Aviation è progettato per quattro passeggeri più un pilota. Può viaggiare più di 150 miglia con una singola carica, è 100 volte più silenzioso dei velivoli convenzionali durante il decollo e l’atterraggio, ed è quasi silenzioso in cavalcavia. “

In un’altra associazione asiatico-americana, la casa automobilistica sudcoreana Hyundai e Uber hanno sfoggiato un modello di grande taxi volante al Consumer Electronics Show di Las Vegas per il servizio di trasporto aereo Uber Elevate. Il PAV o “veicolo aereo personale” ad alimentazione elettrica avrà la capacità di trasportare quattro passeggeri in viaggio fino a 22 miglia a velocità che raggiungono 180 mph. Potranno navigare ad altitudini fino a 2 000 ft. Hyundai disse che l’imbarcazione completamente elettrica poteva essere ricaricata in pochi minuti, ma non spiegò come.

Uber ha dichiarato di voler iniziare le prove dei veicoli verticali di decollo e atterraggio in 2020 e lancia la sua prima corsa ufficiale tre anni dopo, realizzando servizi a Dallas, Los Angeles e Melbourne. Ha lo scopo di rendere i taxi volanti più economici rispetto al possesso di autovetture. Uber Elevate ha in programma di iniziare voli dimostrativi quest’anno.

“Riteniamo che Hyundai abbia il potenziale per costruire veicoli Uber Air a tariffe mai viste nell’attuale industria aerospaziale, producendo velivoli di alta qualità e affidabili a volumi elevati per ridurre i costi dei passeggeri per viaggio “, Ha dichiarato Eric Allison, capo di Uber Elevate, in un comunicato. “La combinazione del muscolo manifatturiero di Hyundai con la piattaforma tecnologica di Uber rappresenta un grande balzo in avanti per il lancio di una vibrante rete di taxi aerei nei prossimi anni.”

Hyundai Motor e Uber hanno annunciato una nuova partnership per sviluppare Uber Air Taxis per una futura corsa aerea condividere la rete e svelare un nuovo concetto di aereo su larga scala al CES.

Hyundai

Toyota, Joby, Uber e Hyundai stanno lavorando in un campo già pieno di contendenti. Boeing, un altro partner del programma Uber Elevate, ha già iniziato i test di volo del suo prototipo di taxi aereo. La start-up tedesca Lilium Aviation ha inviato un prototipo di eVTOL telecomandato a propulsione a reazione sul suo volo inaugurale l’anno scorso e successivamente completato la prima fase . Volocopter di Stoccarda, supportato da Intel, Daimler e Geely, ha apparentemente registrato oltre 1, 000 test voli e obiettivi per voli commerciali completamente autonomi in cinque a 10 anni.

Turbolenza prima del decollo

“I taxi aerei sono sicuramente la fase successiva della mobilità”, afferma Joe Praveen Vijayakumar, analista di settore senior di Frost & Sullivan. “I centri urbani di tutto il mondo stanno lottando per venire a patti con l’aumento del numero di veicoli e la conseguente congestione, specialmente durante le ore di punta del traffico. Quando i taxi aerei saranno ampiamente commercializzati, alleggeriranno sicuramente il carico del traffico sulle strade della città. una forma agile di viaggio intracity, che trasporta le persone sulla rotta più breve possibile tra due località. “

Ma la crescita deve affrontare ostacoli. Incidenti come la morte della leggenda del basket Kobe Bryant in un incidente in elicottero hanno evidenziato problemi di sicurezza dei taxi volanti. Mentre i primi servizi di taxi volanti possono avere piloti umani, in seguito sostituiti da veicoli autonomi telecomandati o alimentati dall’intelligenza artificiale, i regolatori di tutto il mondo hanno cercato di anticipare la corsa alla commercializzazione creando standard e sandbox virtuali in cui gli sviluppatori possono sperimentare. A parte i rischi per i passeggeri e le persone a terra, i taxi aerei potrebbero comportare rischi per altri aeromobili.

Potrebbero anche diventare un bersaglio per gli hacker. Le normative in fase di sviluppo riguarderanno tutto, dalla sicurezza del veicolo, l’aeronavigabilità e il controllo del traffico all’inquinamento acustico, alla certificazione dell’operatore e alla sicurezza del software.

Primo test di Boeing del suo taxi aereo Uber Air.

Fonte: Boeing Corp.

“Tutti nel settore procedono come se la sicurezza fosse garantita e la tecnologia risolverà tutto ciò che, come sappiamo , non è mai il caso “, afferma Dominic Perry, giornalista aeronautico e vicedirettore di Flight International. “Nella lotta per produrre i veicoli aerei, ci sono anche poche aziende che tengono in debita considerazione le infrastrutture necessarie per gestirle, o l’industrializzazione e le risorse necessarie per costruirle in primo luogo.”

Anche se la sicurezza può essere garantita, il costo è un’altra grande barriera. L’analista di Morgan Stanley Rajeev Lalwani ha ipotizzato che il mercato potrebbe iniziare come “un componente aggiuntivo di nicchia alle infrastrutture di trasporto esistenti, simile a come funzionano oggi gli elicotteri”. Il viaggio in elicottero personale è in circolazione da molto tempo ma non si è esteso oltre i ricchi passeggeri e forse non è una sorpresa che Boeing e Porsche abbiano si sono uniti per esplorare i veicoli per il “mercato premium della mobilità aerea urbana”. La domanda è se l’automazione può ridurre i costi. Il Chief Commercial Officer di Lilium Remo Gerber ha dichiarato alla CNBC che i voli potrebbero portare i passeggeri da Manhattan all’aeroporto JFK entro sei minuti per circa $ 70; molto meno delle corse in elicottero di Uber, che costano circa $ 186 a $ 225 per lo stesso viaggio .

Quando i taxi aerei saranno ampiamente commercializzati, saranno alleggerire definitivamente il carico del traffico sulle strade cittadine. Presenteranno una forma agile di viaggio intracity, trasportando le persone sulla rotta più breve possibile tra due località.

Joe Praveen Vijayakumar

analista di settore senior, Frost & Sullivan

“Se i prezzi sono corretti, i taxi aerei potrebbero essere in grado di democratizzare i viaggi in città in cui non esiste alternativa ai trasporti pubblici o dove la congestione e le dimensioni dell’area urbana (San Paolo è l’esempio classico) sono fantastici “, aggiunge Perry. “Se, tuttavia, diventano semplicemente un altro servizio di elicotteri per i ricchi, allora tutto ciò che faranno è trasformare la mobilità dei ricchi, aumentando ulteriormente la divisione tra ricchi e poveri. Allevieranno la congestione del suolo? Quasi certamente no.”

Sopravvivere allo shakeout

È presto per scegliere i vincitori nella corsa aereo-taxi, ma al di là delle normative, della sicurezza e dei costi, alcuni fattori sono fondamentali. Uno è la capacità di lavorare con diversi attori in tutti i diversi settori necessari per far funzionare i taxi aerei, come aviazione, automobilistico, telecomunicazioni, software, sicurezza informatica e proprietà immobiliari. Un altro è in grado di collaborare con i governi per garantire l’adozione di regolamenti a sostegno dei servizi commerciali di taxi aerei.

“Per quanto riguarda i marchi che avranno un vantaggio, sicuramente le aziende del settore dell’aviazione che sono entrati nel mercato, tra cui Boeing, Airbus, Bell, ecc., avranno sicuramente un vantaggio a causa della loro esperienza aerospaziale già esistente “, afferma Vijayakumar, riferendosi alla loro lunga storia di fabbricazione di jet ed elicotteri commerciali. “Tra le start-up UAM, Volocopter, Kitty Hawk, Lilium e Joby Aviation sembrano promettenti da commercializzare.”

Perry crede che molti giocatori saranno fondatori mentre lottano per sostenere i costi significativi di sviluppo di veicoli aerei: il fondatore e CEO di Lilium Daniel Wiegand li ha fissati “parecchi milioni” – e sosterrà la speranza di acquisizioni da parte di cavalieri bianchi come Boeing o Airbus.

“Sembra che ci siano molte compagnie attratte dallo spazio dal settore tecnologico in cui l’atteggiamento è tutto incentrato sulle convenzioni impegnative e, sebbene ciò possa essere salutare – tutte le industrie hanno bisogno di essere modificate di volta in volta – ci sono molte regole e regolamenti in ambito aerospaziale per una buona ragione “, aggiunge. “Il mio sospetto è che molte aziende del tipo Silicon Valley cercheranno anche di esaurirsi ad un certo punto, con il loro IP il grande valore per loro.”

Articolo originale di CNBC