martedì 04 agosto 2020

La tecnologia 5G sarà un driver importante per questi 2 titoli

È risaputo che la tecnologia è stata la spinta più potente per le azioni del 2020.

L’implementazione delle reti 5G è ancora nelle prime fasi e resta ancora molto da spendere per le ultime tecnologie wireless mentre i gestori delle telecomunicazioni le distribuiscono su più mercati in tutto il mondo. Non sorprende che gli investimenti in infrastrutture 5G dovrebbero passare da $ 9,8 miliardi l’anno scorso a $ 58 miliardi entro il 2026, registrando un tasso di crescita annuo composto del 29%, secondo stime di terze parti.

Nvidia (NVDA)  e Ciena (CIEN) sono due modi in cui gli investitori possono trarre vantaggio da quell’impennata della spesa per le infrastrutture. Entrambe le società forniscono tecnologie fondamentali per il funzionamento efficiente delle reti 5G. Vediamo perché questi due potrebbero diventare i migliori titoli 5G a lungo termine.

Il colosso Nvidia

NVIDIA è specializzata in schede grafiche che alimentano computer e data center, oltre a velocizzare le reti 5G. Nell’ottobre dello scorso anno, NVIDIA ha annunciato che sta collaborando con il colosso delle telecomunicazioni Ericsson per rendere le reti 5G più efficienti e più intelligenti con l’aiuto di GPU (unità di elaborazione grafica). Più specificamente, le due società stanno cercando di “costruire reti di accesso radio 5G (RAN) ad alte prestazioni, efficienti e completamente virtualizzate”.

NVIDIA mira a utilizzare questa partnership per colmare le lacune nell’attuale infrastruttura di rete in cui i gestori non sono in grado di distribuire la larghezza di banda in base ai requisiti in tempo reale. Una rete 4G che mira a lavorare alla massima capacità per garantire un accesso continuo a voce e dati con l’aiuto di hardware dedicato corre il rischio di sottoutilizzazione se non ci sono abbastanza utenti in quella zona.

Lo spreco di larghezza di banda potrebbe essere molto più elevato nel caso di una rete 5G, motivo per cui le reti dovranno essere rese più intelligenti. Qui entrano in gioco le GPU di NVIDIA. Possono aiutare i gestori di telecomunicazioni a implementare reti di accesso radio virtuale (vRAN) definite dal software che funzionano su macchine virtuali.

Il vantaggio di vRAN è che le applicazioni in esecuzione su una macchina virtuale possono essere spostate su un’altra macchina, se necessario. Ciò consente agli operatori di telecomunicazioni di trasferire in modo intelligente la larghezza di banda da un luogo a un altro, riducendo sostanzialmente sia le spese operative che di capitale. Non sorprende che il mercato di vRAN dovrebbe crescere ad un ritmo annuale del 128% fino al 2024, secondo stime di terzi.

Inoltre, si prevede che il 5G creerà la necessità di data center più piccoli per garantire bassa latenza e tempi di elaborazione più rapidi. Questo potrebbe aumentare la domanda di GPU per data center perché svolgeranno un ruolo chiave nell’accelerazione dei carichi di lavoro a livello locale per applicazioni come auto a guida autonoma e Internet of Things.

L’attività del data center di NVIDIA ha fornito il 37% delle sue entrate totali nell’ultimo trimestre ed è cresciuta di quasi l’80% anno su anno. Il lancio del 5G può dare a NVIDIA un bel tiro al braccio e potrebbe rivelarsi un altro catalizzatore per questo gigante tecnologico ad alta quota che sta già crescendo a un ritmo eccezionale.

Ciena e la struttura portante delle reti 5G

La configurazione di reti 5G richiede l’implementazione di reti in fibra ottica per supportare il massiccio aumento della larghezza di banda, ridurre la latenza e ridurre il consumo di energia. Secondo quanto riferito, gli operatori di telecomunicazioni hanno speso oltre 144 miliardi di dollari per aggiornare l’infrastruttura di rete di backhaul mobile legacy a fibra ottica tra il 2014 e il 2019, mentre sono passati al 4G.

Le reti in fibra ottica sono una necessità per le reti 5G perché possono offrire una larghezza di banda illimitata. Teoricamente, le reti 5G possono supportare velocità fino a 20 GB al secondo rispetto alla velocità di picco di 4G di 1 GB al secondo. Di conseguenza, le entrate del mercato dei cavi in ​​fibra ottica dovrebbero raddoppiare dal 2019 al 2025, secondo le stime di terze parti, aprendo la strada a Ciena per incrementare le vendite delle sue soluzioni di rete 5G.

La società ha annunciato una serie di soluzioni 5G all’inizio di quest’anno, come router 5G ottimizzati, software di automazione della rete 5G e reti di trasporto per collegare i siti cellulari tra loro e con la rete centrale, nonché ai data center. La parte buona è che Ciena sta già lavorando con i principali operatori di telecomunicazioni di tutto il mondo. Tra i suoi clienti figurano i principali operatori di telecomunicazioni indiani come Reliance Jio, Bharti Airtel e Vodafone-Idea.

Negli Stati Uniti, Ciena ha aiutato Verizon a quadruplicare la sua capacità di fibra per supportare le reti 5G. Telefónica U.K. ha inoltre deciso di utilizzare la soluzione di trasporto pacchetti di Ciena per aggiornare la sua rete legacy a supporto del 5G. Tutto ciò indica che Ciena è nel bel mezzo della rivoluzione del 5G e che le cose dovrebbero migliorare man mano che le distribuzioni prendono ritmo.

Ancora più importante, Ciena controlla quasi un quarto del mercato dell’hardware di rete ottica e ha costantemente aumentato la sua quota nel corso degli anni. Quindi è in una buona posizione per trarre vantaggio dalla crescita secolare del mercato poiché le reti 5G sono online in tutto il mondo, il che dovrebbe consentire a Ciena di sostenere l’impressionante crescita dei profitti e dei profitti che ha registrato negli ultimi tempi.