giovedì 26 maggio 2022

Mini-guida Vitamina D: sintomi di carenza e correlazione con le patologie

La vitamina D è anche conosciuta come la “vitamina del sole” perché il corpo la sintetizza dalla luce solare. Una vitamina essenziale per mantenere la salute delle ossa, aiutando a prevenire l’osteoporosi e le fratture. Questo perché stimola l’assorbimento di calcio e fosforo e contribuisce anche al loro deposito.

Eccomi al terzo appuntamento della Mini-guida dedicata alla Vitamina D. Scopriamo quali sono i sintomi che ci fanno comprendere che ne siamo in carenza sia per le persone sane che  per chi pratica sport a livello agonistico:

  • Diminuzione della forza muscolare, manifestata da una sensazione di affaticamento e resistenza all’allenamento della forza.
  • Ossa deboli, manifestate da dolore e aumento del rischio di fratture da stress.
  • Malinconia con tendenza alla depressione e conseguente diminuzione dell’intensità dell’allenamento.
  • Aumento delle infezioni delle vie respiratorie superiori.
  • Esacerbazione di malattie infiammatorie e infezioni intestinali.

La vitamina D impatta anche su una serie di  patologie come quelle cutanee ( la vitamina Dè anche un valido aiuto nel trattamento e nella prevenzione della psoriasi, della dermatite atopica e della vitiligine), la depressione ( stimolando la produzione di endorfine, serotonina e dopamina, combatte efficacemente il malumore e la depressione), l’insulina (questa vitamina ha la capacità di migliorare la funzionalità dell’insulina, ormone essenziale per il metabolismo degli zuccheri, aiutando a curare il diabete), il tono muscolare ( è in grado di stimolare la produzione di proteine ​​muscolari e di facilitare il trasporto del calcio necessario alla contrazione muscolare).

Buoni valori di Vitamina D sono importanti anche per e per il cervello perché  aiuta a prevenire malattie autonome come l’Alzheimer o il Parkinson proteggendo la funzione cognitiva, il sistema immunitario perché riduce le infiammazioni e le infezioni. Studi recenti inoltre affermano che la D è utile anche nella prevenzione di alcuni tipi di cancro, nonché di alcune malattie autoimmuni e che la carenza anche la libido, poiché questa vitamina stimola fisiologicamente la sintesi del testosterone.