giovedì 29 ottobre 2020

Philips abbandona le previsioni per il 2020 quando il coronavirus raggiunge i guadagni del primo trimestre

CEO di Philips Frans van Houten

Lex van Lieshout | AFP | Getty Images

Società olandese di tecnologia sanitaria Philips su Lunedi ha lasciato cadere le sue previsioni per il resto dell’anno, poiché l’epidemia globale di coronavirus ha preso un grosso morso dai suoi guadagni del primo trimestre mentre il secondo era destinato a peggiorare ulteriormente.

Philips ha dichiarato che gli utili prima di interessi, tasse e ammortamenti (EBITA) sono diminuiti 33% rispetto a un anno prima nel primo trimestre a 244 milioni di euro ($ 265 milioni), mentre le vendite comparabili sono diminuite del 2% a 4. 15 miliardi di euro.

Il nuovo coronavirus COVID – 19 ha aumentato la domanda globale di Ventilatori, scanner e altre attrezzature ospedaliere di Philips.

Ma questo è stato più che compensato da un forte calo della domanda di prodotti per la salute personale, come spazzolini da denti e rasoi, man mano che i blocchi si diffondono dalla Cina all’Asia all’Europa e agli Stati Uniti, aumentando gradualmente l’impatto di la pandemia durante il primo trimestre.

“Su questa base, prevediamo che tutte le nostre aree geografiche saranno colpite durante il secondo trimestre”, ha dichiarato l’amministratore delegato Frans van Houten.

“Ciò dovrebbe comportare un forte calo delle entrate per le nostre attività di salute personale e un notevole declino a una cifra elevata per le nostre attività di diagnosi e trattamento.”

Van Houten ha dichiarato che Philips punta ora a tornare alla crescita nella seconda metà dell’anno, il che potrebbe portare a una crescita comparabile “modesta” delle vendite e al miglioramento del margine EBITA adeguato per l’intero anno 2020.

La società aveva precedentemente guidato un aumento dal 4% al 6% delle vendite comparabili e un
miglioramento del punto di base del suo margine di profitto quest’anno.

Articolo originale di CNBC