giovedì 02 dicembre 2021

Se sei un under 36 scopri i benefici per acquisto prima casa

Bonus prima casa per i giovani sotto i 36 anni: nuova circolare sul reddito con regole per l’utilizzo degli incentivi fiscali, anche per quanto riguarda elettrodomestici e mutui.

Istruzioni per l’ottenimento del voucher Prima casa ai sensi dei 36 previsti dall’Ordinanza Sostegni bis (D.Lgs. 73/2021) per i giovani con ISEE fino a 40mila euro che acquistano la casa principale, usufruendo dell’esenzione dall’iscrizione imposta, avere un’ipoteca e un registro immobiliare, riconoscimento di un credito d’imposta in caso di acquisto di una casa da un promotore, quindi soggetto ad IVA ed esenzione dall’imposta sostitutiva per i mutui casa (acquisto, costruzione e riabilitazione).

Sono consentiti solo i documenti di trasferimento o registrazione a titolo oneroso forniti dal 26 maggio 2021 al 30 giugno 2022. Sono invece esclusi i contratti preliminari di compravendita, per i quali è tuttavia possibile – previa sottoscrizione dell’atto – presentare domanda di rimborso dell’imposta.
Per accedere al voucher Prima Casa prima dei 36 anni, non devi avere più di 36 anni nell’anno di sottoscrizione del documento, e devi essere in possesso di un ISEE in corso, il cui valore non superi i 40 mila euro annui. Tali informazioni sono rese note al momento della sottoscrizione dell’atto o indicano che l’avete già richiesta prima o almeno contestualmente alla stipula dell’atto.

Benefici del primo vincolo abitativo fino a 36 anni
Esenzione dal pagamento delle imposte di registro, ipotecarie e catastali al momento dell’operazione.
Per gli acquisti soggetti ad IVA, il credito d’imposta è riconosciuto anche pari all’imposta pagata sull’acquisto, che viene utilizzata per detrarre le imposte dovute su documenti, verbali e dichiarazioni fiscali successive alla data di acquisto, o come compensazione tramite F24.
Per i finanziamenti relativi all’acquisto, alla costruzione e alla ristrutturazione di immobili non sono previste imposte sostitutive di registro, imposta di bollo, ipotecarie e di registro immobiliare, imposte sui contributi pubblici (riportiamo pretese nel contratto o nel documento allegato) della Circolare. La n. 12/E chiarisce che il nuovo sconto si applica anche agli accessori (ad esempio box), che vengono annullate anche le imposte di registro, ipotecaria e catastale per le operazioni soggette ad IVA, e che anche gli immobili acquisiti tramite asta giudiziaria possono accedere al vantaggio .