lunedì 06 dicembre 2021

Tre ‘bolle’ in tre mesi, ma Wall Street non trema. E c’è ancora molto denaro da investire

AGI – Tre possibili bolle speculative nei primi tre mesi di Wall Street, anche se nessuna per ora sembra aver scalfito la tendenza rialzista dei mercati azionari in questo 2021.

Il caso GameStop, il fenomeno degli Spac (Special purpose acquisition companies) e il caso Archegos hanno sì causato molta preoccupazione tra gli investitori, ma i listini hanno retto continuando a segnare record su record. Episodi che, in modo diverso tra loro, sono anche effetto del grande fiume di liquidità immessa nel mercato dai governi a causa della crisi economica legata alla pandemia.

Intanto, lontano dal Nyse un altro possibile effetto è l’ascesa di Bitcoin, che ha segnato nuove valutazioni record assestandosi, tra alti e bassi, intorno ai 60.000 dollari rispetto ai circa 20.000 di inizio anno. 
 

IL CASO GAMESTOP E WALLSTREETBETS

Tutto ha inizio a gennaio con il fenomeno dei microinvestitori organizzati nel forum di Reddit, ‘WallStreetBets’. GameStop e un’altra manciata di titoli hanno visto rialzi anche del 100% in singole sedute dopo che su Reddit si è organizzata una corsa all’acquisto di azioni per creare un danno ai fondi speculativi che avevano scommesso al ribasso su questi titoli. Un colpo andato a segno, visto che diversi venditori allo scoperto hanno dovuto ammettere perdite di diversi miliardi causate dalle tendenze rialzist

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AGI

Questo contenuto è di proprietà di AGI
Finanza News 24 non detiene alcun diritto su tale contenuto, ma si limita soltanto a diffonderlo