sabato 02 luglio 2022

Verdure vs ortaggi: ottimi per la salute ma importante è la stagionalità

Le verdure sono prodotti base nella dieta quotidiana. Poche calorie, ricche di acqua e fibre, sazianti e diuretiche, costituiscono la base della piramide alimentare della dieta mediterranea, insieme a frutta, cereali e olio extravergine di oliva. Che siano verdure di stagione o meno, mangiarle quotidianamente è adatto a tutti, a qualsiasi età, siano esse a dieta, in gravidanza o che seguano una dieta determinata dalla presenza di patologie.

Vediamo quindi cosa sono le verdure e quali sono le loro proprietà per la nostra salute e benessere. Come si può intuire dal nome, le verdure sono prodotti dell’orto, cioè frutti, fiori, semi, foglie, tuberi e bulbi che si trovano nell’orto, anche in casa. Sono alla base della nostra alimentazione, in particolare della cucina mediterranea, in cui, anche per la loro stagionalità, sono i protagonisti indiscussi delle nostre tavole.

Infatti non sono solo buoni e appetitosi, si prestano a molte ricette, anche le più geniali, e sono ricche di sostanze benefiche per il nostro organismo e il nostro sistema immunitario, come vitamine, sali minerali, enzimi (stimolanti dell’appetito) e fibre (che aiutano il funzionamento del nostro intestino). Qual è la differenza tra verdura e verdura? Entrambi sono in realtà prodotti della terra, ma il termine “vegetale” si riferisce alle parti commestibili di un ortaggio (come fusto, gambo, radici, foglie) che possono essere consumate crude o cotte. Il radicchio selvatico o la rucola, ad esempio, sono “verdure” in senso stretto.

A livello nutrizionale, le verdure sono per lo più acqua, tra il 75 e il 95%, povera di carboidrati e povera di grassi. Basso anche l’apporto proteico, mentre buono l’apporto di sali minerali, vitamine (A, E, C) e fibre che, oltre ad essere sazianti, contribuiscono alla salute dell’apparato gastrointestinale.

Per questo le verdure sono povere di calorie e diuretiche, idratano, saturano e purificano, particolarmente indicate per chi segue una dieta dimagrante.

Con il termine “vegetale” si intende invece l’intera vasta gamma di prodotti orticoli, cioè gli ortaggi coltivati: radici, piante e foglie, oltre a semi e frutti. Hanno le stesse proprietà nutritive delle verdure: poche calorie, ricche di acqua, vitamine e minerali. Limita invece l’assunzione di proteine ​​e grassi. Le verdure sono principalmente acqua (70-95%), fibre (buone per la salute dell’intestino), vitamine (soprattutto A, E, C) e sali minerali; sono povere di calorie e molto povere di carboidrati, grassi e proteine.

Il suo consumo è necessario non solo per la nostra salute, ma anche per la figura. Pertanto, riducono il rischio di sovrappeso/obesità, malattie cardiovascolari e metaboliche. Infatti, aiutano a mantenere sani i livelli di glucosio nel sangue e lipidi, migliorano la pressione sanguigna, promuovono la sazietà e promuovono una migliore funzione intestinale. Nella dieta quotidiana si consigliano almeno 2 porzioni di verdure (una a pranzo e una a cena), preferibilmente come primo piatto, per sentirsi subito sazi. Ma anche i colori contano. Infatti, mangiando verdure di diversi colori, le sostanze più utili vengono assorbite dal nostro organismo.