martedì 01 dicembre 2020

VMware: dopo la pandemia il 60% del personale potrebbe lavorare da casa

L’amministratore delegato di VMware Pat Gelsinger ha dichiarato venerdì alla CNBC che una quota maggiore dei dipendenti della società di software aziendale lavorerà in remoto a seguito della pandemia di coronavirus.

Circa 20% del personale dell’azienda lavorava da casa prima della crisi, secondo Gelsinger.

“Mi aspetto che, mentre continuiamo in questo ambiente, finiremo in una specie di 50% a 60% [range] nel tempo e non credo che siamo atipici “, ha detto Gelsinger in” Squawk on the Street “. “Stiamo raddoppiando, triplicando la quantità di lavoro da casa.”

I commenti di Gelsinger di venerdì sono l’ultima indicazione dell’epidemia di Covid – 19 che introdurrà cambiamenti a lungo termine nell’America corporativa . Alla maggior parte dei dipendenti delle due società di Jack Dorsey, Twitter e Square, è già stato detto che possono lavorare da casa in modo permanente. Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha recentemente previsto che 50% dei dipendenti del colosso dei social media potrebbe lavorare in remoto nei prossimi cinque 50 anni.

“A volte ci vogliono un decennio per fare una settimana di progressi. A volte una settimana ti dà un decennio di progressi”, ha detto Gelsinger. “Improvvisamente, l’istruzione, l’assistenza sanitaria, il lavoro da casa, stanno facendo enormi passi avanti”.

Gelsinger ha affermato che questi sviluppi infondono fiducia nel fatto che la tecnologia, in particolare software e cloud, sarà più forte del clima economico generale. Per VMware, in particolare, molte delle sue unità aziendali, come Workspace ONE e Carbon Black, saranno fondamentali per le aziende che operano in un mondo con una forza lavoro più distribuita, ha affermato Gelsinger.

Le azioni di VMware sono state scambiate di oltre il 7% venerdì dopo la sua relazione trimestrale sugli utili di giovedì. Ha registrato ricavi per $ 2. 73 miliardi, un aumento 12% su base annua e $ 1. 52 per azione esclusi alcuni articoli.

Gelsinger ha dichiarato che VMware ha rilasciato una “visione più modesta” dei suoi prossimi trimestri grazie ai nuovi modi di fare business. “Dobbiamo generare quei nuovi progetti”, ha detto, ma richiede “nuovi muscoli” in un ambiente di lavoro remoto.

VMware, con sede a Palo Alto, in California, aveva circa 31, 000 lavoratori negli uffici 169 a livello globale a partire da gennaio 31. Gelsinger ha detto che molti degli uffici satellite più piccoli dell’azienda potrebbero chiudere. Ma la sede della Silicon Valley fa ancora parte dei piani futuri dell’azienda.

“Passerà dall’essere un hotel per uffici a un hub di collaborazione. Mi aspetto che la nostra impronta qui rimarrà sostanzialmente la stessa, ma la ridisegneremo abbastanza significativamente “, ha spiegato. “È qui che ci riuniremo per innovare, costruire comunità, ristabilire la cultura e le connessioni con le persone”.