Entra in contatto con noi

Fisco

Bonus 150 euro anche per gli stagionali: siamo in attesa di istruzioni per fare la domanda

Pubblicato

il

Ai lavoratori stagionali spetta anche il nuovo bonus di 150 euro del Decreto Aiuti, ma secondo il testo della bozza di regolamento, non  ci sono requisiti speciali tra i beneficiari, oltre a un reddito di 20mila euro.  Vediamo quali stagionali e intermittenti possono beneficiare di un’ulteriore forfait e quali condizioni devono soddisfare.

Requisiti del bonus per stagionali di € 150

Su richiesta, l’INPS emetterà una nuova e ulteriore somma forfettaria di 150 euro. Il contributo sociale è corrisposto solo a quegli enti che hanno un reddito dai suddetti rapporti non superiore a 20.000 euro per il 2021. Al bonus 200 euro viene quindi aggiunta questa nuova somma forfettaria di 150 euro che viene corrisposta una sola volta a ciascuna persona avente diritto, anche se appartenente a più categorie di beneficiari.

Chi deve fare domanda per l’INPS

A differenza degli altri beneficiari (lavoratori domestici, salariati, beneficiari del sussidio Covid 2021, disoccupati e titolari di Reddito di Cittadinanza), i lavoratori stagionali che non lavorano a novembre devono richiedere un bonus di 150 euro. Verranno fornite le istruzioni per la richiesta e la modalità dall’INPS unitamente alle scadenze per la presentazione della domanda telematica.

Quando arriverà? Forse a  Dicembre, siamo in attesa di istruzioni

Il rimborso di 150 euro per i lavoratori interinali e precari (oltre alle altre categorie di beneficiari, esclusi dipendenti e pensionati) sono erogate successivamente all’invio delle denunce dei datori di lavoro relative alle competenze del mese di novembre.
Pertanto, l’accreditamento, che prevede comunque la presentazione di apposita domanda (secondo le scadenze che l’INPS indicherà in una successiva comunicazione con le istruzioni per il funzionamento della domanda elettronica), avverrà non prima di dicembre. Il rimborso è aggiuntivo al bonus200 euro e viene corrisposto una sola volta a ciascun avente diritto, anche se appartenente a più categorie di coloro che possono ricevere questa somma. 350 euro ci aiuteranno in qualche modo ad ovviare ai rincari di energia elettrica, carburante, gas e carrello della spesa? Ai posteri ardua sentenza.

Advertisement
Advertisement