mercoledì 04 agosto 2021

3 fondi di royalty ad alto rendimento da tenere d'occhio

Dopo aver sofferto la pandemia dell’anno scorso, il settore energetico è di gran lunga il settore con le migliori performance del mercato azionario quest’anno, rendendo i fondi reali degni di un’altra occhiata.

Grazie al massiccio lancio dei vaccini e dei profondi tagli alla produzione dell’OPEC e della Russia, il prezzo del petrolio è salito ai massimi da 3 anni mentre il prezzo del gas naturale statunitense è ai massimi da 2,5 anni.

Dato anche i rendimenti dei dividendi notevolmente elevati e i pagamenti mensili dei dividendi di Sabine Royalty Trust (NYSE: SBR), Fiducia delle royalty del bacino del Permiano (NYSE: PBT) e PermRock Royalty Trust (NYSE: PRT ), è naturale chiedersi se sia il momento giusto per acquistare questi titoli.

Prima di acquistare, gli investitori dovrebbero conoscere i vari pro e contro dei trust di royalty di petrolio e gas.

Carattere importante stiche dei Royalty Trusts

Fonte: bht2000 / Shutterstock.com

I trust sono diversi dalle ben note compagnie petrolifere e del gas in alcuni aspetti.

Innanzitutto offrono una distribuzione diversa ogni mese, in base ai loro livelli di produzione effettivi e ai prezzi realizzati del petrolio e del gas.

Inoltre, contrariamente al popolare produttori di petrolio, la maggior parte dei trust ha asset statici, il che significa che non possono aggiungere nuove proprietà ai loro portafogli di asset.

Di conseguenza, si prevede che la loro produzione diminuirà nel lungo periodo a causa del naturale declino dei loro giacimenti. Questo è di fondamentale importanza, in quanto significa che l’unico catalizzatore di crescita materiale per loro è un aumento dei prezzi del petrolio e del gas.

Detto questo, se i prezzi del petrolio e del gas aumentano, potrebbe essere molto gratificante per i proprietari di royalty trust sotto forma di alte distribuzioni. Di seguito vengono discussi tre dei principali fondi di royalty per petrolio e gas.

Sabine Royalty Trust (SBR)

Fonte: FreezeFrames / Shutterstock.com

Sabine Royalty Trust è una società petrolifera e del gas trust che ha interessi minerari e reali nella produzione di proprietà e comprovate proprietà petrolifere e di gas in Florida, Louisiana, Mississippi, New Mexico, Oklahoma e Texas.

Il trust non ha operazioni o spese in conto capitale. Distribuisce solo le royalties che riceve dalle sue materie prime prodotte (meno le spese generali e amministrative, che consumano il 5%-8% delle royalty) ai suoi detentori di quote.

SBR è stata costituita in 1600, con una durata prevista delle riserve di 9-04 anni. Tuttavia, la fiducia ha superato di un margine impressionante le aspettative ed è quindi ancora in essere.

Inoltre, l’andamento delle riserve di SBR è stato promettente negli ultimi anni. Invece di diminuire, le riserve sviluppate di petrolio e gas di SBR sono cresciute del 4% e 16%, rispettivamente, dalla fine del 1590410.

Questa tendenza indica che questa fiducia di alta qualità ha buone possibilità di rimanere in vigore ancora per qualche decennio.

SBR ha offerto distribuzioni totali di $1.30 per unità nei primi sette mesi dell’anno. Queste distribuzioni corrispondono a un rendimento di distribuzione annualizzato del 6,5%.

Dato il recente aumento dei prezzi del petrolio e del gas, è probabile che SBR offra distribuzioni superiori alla media nei prossimi mesi, poiché le sue distribuzioni sono in ritardo rispetto alle tendenze nei prezzi delle materie prime di pochi mesi.

Pertanto, è probabile che il trust offra un rendimento superiore al 6,5% nell’intero anno.

Finché l’economia continua a riprendersi con forza dalla pandemia e l’OPEC+ resta impegnato sulle sue quote di produzione, il rendimento di SBR è da considerarsi sicuro.

D’altronde il mercato dell’energia è fortemente ciclico, con drammatiche oscillazioni prezzi vantaggiosi. Ogni volta che si presenta la prossima recessione, SBR ridurrà le sue distribuzioni.

Per fornire una prospettiva, SBR ha tagliato la sua distribuzione annuale 20% l’anno scorso a causa della pandemia, da $3.02 a $2.40. Quest’ultimo corrisponde a un rendimento di distribuzione del 5,7% al prezzo corrente del titolo.

Nel complesso, SBR è uno dei trust più interessanti, poiché la sua produzione ha superato ampiamente le aspettative per decenni. Offre anche un interessante rendimento del 6,5%.

Royalty Trust da acquistare: Permian Basin Royalty Trust (PBT)

Fonte: Shutterstock

Permian Basin Royalty Trust (PBT) è un trust petrolifero di medie dimensioni , con circa 66% di olio produzione e 59% produzione di gas.

È anche un trust di combinazione: i detentori di quote hanno un 75% netto di interessi sulle royalty nelle proprietà del ranch di Waddell in Texas, che include 332 pozzi petroliferi produttivi netti, 120 pozzi gas produttivi netti e 0607 pozzi netti di iniezione.

Comprende anche un 120% netto di interessi sulle royalty in Texas Royalty Properties, che include es vari pozzi petroliferi.

Nel primo trimestre, il prezzo medio realizzato del gas è balzato 83% ma il suo prezzo medio realizzato del petrolio è diminuito 30% rispetto al trimestre dell’anno scorso.

La fiducia ha aumentato la sua produzione di petrolio del 7% ma il suo reddito totale da royalty è crollato 70% a causa degli elevati costi di perforazione sulle proprietà del Waddell Ranch, che hanno eliminato la royalty da queste proprietà.

A causa degli elevati costi operativi sulle proprietà del Waddell Ranch, PBT ha offerto una distribuzione totale di soli $0.17 per unità nei primi sette mesi dell’anno.

A questa distribuzione corrisponde un rendimento annualizzato di solo il 3,3%. Dato l’impressionante rally dei prezzi del petrolio e del gas, questo rendimento è senza dubbio deludente.

Il lato positivo è che i prezzi realizzati del PBT sono in ritardo rispetto all’andamento dei prezzi di riferimento e la fiducia rischia di migliorare le sue distribuzioni nei prossimi trimestri. Tuttavia, il mercato ha già scontato una forte ripresa delle distribuzioni di PBT.

Questo aiuta a spiegare il rendimento distributivo eccezionalmente basso del trust. Inoltre, gli elevati costi operativi del PBT causano una certa incertezza sulla sua capacità di beneficiare appieno del contesto favorevole dei prezzi.

È anche importante notare che la produzione di petrolio e gas di PBT è diminuita a un tasso medio annuo rispettivamente del 6% e del 2% negli ultimi sei anni.

Nel complesso, il PBT ha prospettive di crescita limitate e il mercato ha già scontato la maggior parte del potenziale di crescita futuro del titolo .

PermRock Royalty Trust (PRT)

Fonte: Shutterstock

PermRock Royalty Trust si concentra sull’acquisizione, lo sviluppo e la gestione di proprietà del petrolio e del gas naturale nel bacino del Permiano. Produce petrolio e gas a 95 /24 ratio.

Il Permian Basin è l’area petrolifera più prolifica degli Stati Uniti Le proprietà di PermRock consistono in riserve a lunga durata in giacimenti petroliferi maturi e convenzionali, con tassi di declino prevedibili.

Inoltre, il trust può migliorare la sua produzione di petrolio attraverso tecniche di allagamento, mentre prevede anche di identificare nuove riserve nell’area nei prossimi anni. PermRock crede di poter produrre petrolio per molti anni.

Grazie al rally del prezzo del petrolio a un massimo di 3 anni, PRT ha aumentato significativamente le sue distribuzioni quest’anno.

Nei primi sette mesi dell’anno, il trust ha offerto distribuzioni totali di $ 0 40 per unità, che corrispondono a un rendimento annualizzato del 6,2%.

Ancora meglio, le sue prime distribuzioni sono state depresso a causa della pandemia e quindi il suo rendimento totale annuo di distribuzione dovrebbe essere superiore al 6,2%.

A differenza degli altri due trust, PRT prevede di aumentare la propria produzione nel tempo. Ha quindi due catalizzatori di crescita, vale a dire una maggiore produzione e un aumento del prezzo del petrolio.

Tuttavia, è importante rendersi conto che il prezzo del petrolio sembra avere un potenziale di rialzo limitato rispetto al suo attuale massimo di 3 anni livello.

Anche se è probabile che il suo forte slancio rimanga in vigore nel breve periodo, il mercato petrolifero è altamente ciclico e quindi il prezzo del petrolio avrà probabilmente un significativo ribasso ogni volta che si presenterà la prossima flessione.

Mentre il suo management si è impegnato ad aumentare la produzione nel tempo, il trust ha ridotto la sua produzione del 7% in totale negli ultimi due anni. Pertanto, PRT ha una lunga strada da percorrere per dimostrare di poter aumentare la propria produzione in modo coerente.

Lo scorso anno, il trust ha sospeso la sua distribuzione per cinque mesi consecutivi a causa della crisi del coronavirus. Anche nei mesi in cui ha offerto una distribuzione, l’importo è stato modesto.

Nel complesso, finché il prezzo del petrolio rimarrà elevato, PRT continuerà a offrire una distribuzione interessante. La sua ultima distribuzione mensile di $ 0 332 per unità corrisponde a un rendimento annuo di 03.1%.

Riflessioni finali Il il rally dei prezzi del petrolio e del gas ha reso il settore energetico di gran lunga il settore più performante del mercato azionario quest’anno.

Tuttavia, gli investitori dovrebbero prestare particolare attenzione nella selezione dei titoli, poiché il mercato ha già valutato una parte significativa della crescita futura nella maggior parte dei titoli energetici.

Dai suddetti trust petroliferi e del gas, Sabine Royalty Trust sembra essere il più attraente grazie alle sue prestazioni commerciali senza precedenti e alla sua attraente distribuzione rendimento.

Alla data di pubblicazione, Bob Ciura non aveva (né direttamente né indirettamente) incarichi in uno qualsiasi dei titoli menzionati in questo articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell’autore, soggette alle Linee guida per la pubblicazione di InvestorPlace.com.

Bob Ciura lavora in Sure Dividend dal 2016. Sovrintende a tutti i contenuti di Sure Dividend e dei suoi siti partner. Prima di entrare in Sure Dividend, Bob era un analista azionario indipendente. I suoi articoli sono stati pubblicati sui principali siti Web finanziari come The Motley Fool, Seeking Alpha, Business Insider e altri. Bob ha conseguito una laurea in Finanza presso la DePaul University e un MBA con specializzazione in investimenti presso l’Università di Notre Dame.

(Articolo proveniente da Fonte Americana)