sabato 18 settembre 2021

A Piazza di Spagna ritorna la moda con e-Campus e l’iniziativa “Fashion & Talents”

La moda torna protagonista di Piazza di Spagna grazie agli studenti di e-Campus e a creativi eccezionali che si sono incontrati in una cornice dal grande fascino per la “Fashion & Talents”, un’iniziativa nata dall’unione dell’Università eCampus, uno dei principali atenei online in Italia e Accademia del Lusso, istituto di alta formazione per la moda e il design.

La”Fashion & Talents” oltre a rendere Piazza di Spagna nuovamente cornice di un evento di moda dopo due anni di stop per la pandemia, ha anche un obiettivo di sostenere l’Onlus “Insieme per la Ricerca – PCDH19″ per promuovere e finanziare la ricerca scientifica sulle mutazioni del gene PCDH19, responsabili di disturbi gravi nelle bambine, come epilessia, deficit cognitivi, autismo.

Dove la moda non ha più avuto occasione di ritornare – afferma Lorenza Lei, Prorettore dell’Università eCampus – noi ci siamo tornati, in tutti questi anni. Abbiamo sospeso solo lo scorso anno, per questioni di pandemia ma siamo qua di nuovo a portare passione e talento. Gli studenti e le studentesse, dalla pandemia hanno imparato tanto. Sono cresciuti con tanta creatività, hanno imparato a meditare e a coniugare di più di prima la passione con il talento”.

“Finalmente dopo due anni di Covid abbiamo un messaggio di positività. Torniamo a far vivere i nostri studenti, la creatività, in questa cornice fantastica che è la cornice di Piazza di Spagna. – afferma Laura Gramigna, Direttore di Accademia del Lusso Roma – L’Accademia del Lusso ha voluto fortemente questo evento. Un evento che include non soltanto i creativi di Roma del nostro istituto ma anche i creativi che arrivano da altri istituti. Abbiamo l’Università di Cincinnati, la Puc del Brasile, la Caribbean TTU, tantissime scuole che vogliono qui dimostrare che c’è un modo per rinascere. I giovani talenti possono finalmente tornare in questa cornice meravigliosa a esporre le loro creazioni, un monito di speranza e anche di rinascita dopo un periodo di grande resilienza per i nostri studenti, quindi molto duro”.