martedì 01 dicembre 2020

Campari punta sulle vendite online e acquisisce Tannico al 49%

Campari ha deciso di acquistare il 49% di Tannico, la piattaforma considerata leader nella vendita di vini e bevande online. L’operazione ha avuto un costo di 23 milioni e potrebbe portare l’azienda di Sesto San Giovanni a possedere il 100% entro 5 anni.

Tannico, vanta oltre 16.000 brand e 2.500 cantine italiane. Lo scorso anno ha venduto oltre 1,5 milioni di bottiglie. La piattaforma nata nel 2013, ha realizzato un fatturato netto di 20,6 milioni con un Cagr degli ultimi tre anni pari al 150% e una tendenza che in effetti è stata ulteriormente rafforzata durante Covid-19 e ha portato l’azienda a raggiungere un equilibrio nella gestione.

Per questo motivo, Campari (CPR) ha appena firmato un accordo per acquisire una partecipazione del 49% nella piattaforma. Il corrispettivo è di 23,4 milioni di euro. In questo modo e secondo gli accordi siglati, il gruppo avrà la possibilità di aumentare la partecipazione fino al 100% dal 2025, secondo condizioni da stabilire.

Sulla scia dell’aumento degli acquisti di vino online

La struttura dell’operazione prevede che Campari “assuma fermamente il 39% del capitale di Tannico e sottoscriva contemporaneamente un aumento di capitale riservato per raggiungere una partecipazione totale del 49%”. La transazione dovrebbe concludersi a fine luglio.

L’AD di Campari Bob Kunze-Concewitz ha dichiarato: “Come parte essenziale del nostro processo di trasformazione digitale, l’e-commerce è un canale strategicamente rilevante per la nostra attività. In questo senso, Tannico rappresenta una soluzione unica e strategica per i nostri obiettivi di sviluppo commerciale “.