mercoledì 25 novembre 2020

La banca centrale australiana taglia i tassi per lo scoppio

         

SYDNEY – La Reserve Bank of Australia ha tagliato i tassi di interesse martedì in risposta alla crescente minaccia dell’epidemia di coronavirus per l’economia globale, che minaccia di battere il record record del paese di 28 anni senza recessione.

      

L’RBA ha abbassato il suo tasso di cassa di riferimento di 25 punti base a un nuovo minimo record di 0. 50%, con il governatore della banca centrale Philip Lowe che segnalava ulteriori azioni.

      

“Lo scoppio globale del coronavirus dovrebbe ritardare i progressi in Australia verso la piena occupazione e l’obiettivo di inflazione … Il Consiglio è pronto a facilitare ulteriormente la politica monetaria per sostenere l’economia australiana,” ha detto in una dichiarazione.

      

Il taglio rende la RBA la prima banca centrale del mercato sviluppato a tagliare i tassi in risposta al coronavirus, che ora è segnalato essere in 75 paesi.              

Altre importanti banche centrali seguiranno con la Federal Reserve americana e la Banca centrale europea che segnalano la volontà di agire in questi giorni.

      

L’Australia si trova in una posizione unica per soffrire di qualsiasi rallentamento in Cina, con oltre un terzo delle sue esportazioni dirette verso quel paese e con la maggior parte del suo commercio fatto con i paesi dell’Asia.

      

Il taglio rappresenta un brusco colpo di scena, dato che l’RBA ha iniziato l’anno con una nota ottimistica, minimizzando il danno causato da gravi incendi durante l’estate mantenendo le previsioni ottimistiche per la crescita del PIL.

      

La mossa segue tre riduzioni di 2019, che devono ancora ripristinare la crescita. I dati di mercoledì dovrebbero mostrare che l’economia stava crescendo al suo ritmo più lento in un decennio nel quarto trimestre, anche prima che si sentissero l’impatto degli incendi e del virus.

      

Gli economisti si aspettano ampiamente che l’economia si contragga nel primo trimestre di quest’anno.

      

L’economista Saul Eslake ha affermato che una grande motivazione all’RBA per il taglio dei tassi di interesse sarebbe il desiderio di mantenere sotto pressione il dollaro australiano.

      

Il primo ministro australiano Scott Morrison ha detto martedì che il governo stava preparando un pacchetto di incentivi fiscali per l’economia che sarebbe stato preso di mira e misurato.

      

Un ulteriore taglio del tasso di interesse da parte della RBA porterà il tasso di cassa a 0. 25%, un livello che i politici hanno detto segnerà la fine dei tagli, con la possibilità che la banca centrale dispieghi armi politiche alternative oltre a ciò, se necessario.

      

Scrivi a James Glynn a james.glynn@wsj.com

      

Articolo originale di Marketwatch.com