sabato 25 settembre 2021

Le azioni su cui puntare per conservarle in portafoglio per un lungo periodo

Nonostante il 2020 sia stato un anno molto particolare, gli investitori dovrebbero puntare al 2021 e a quelle azioni da consolidare in portafoglio.

Solo perché l’anno scorso ha rovinato tutto, non significa che gli investitori dovrebbero smettere di pensare al prossimo anno, o ai prossimi decenni e oltre. Alla fine guarderemo indietro al 2020 come a un blip nel più grande schema delle cose.

E questo significa che dobbiamo ancora pensare agli investimenti che faremo oggi che ci sosterranno in futuro. Mentre quest’anno ha messo sottosopra le nostre vite, ecco tre fantastici titoli da acquistare e conservare per decenni, indipendentemente dalla follia del momento.

ExxonMobil

La pandemia ha certamente mostrato le vulnerabilità associate al colosso energetico ExxonMobil (XOM). Al di là della semplice crisi sanitaria, i governi di tutto il mondo hanno costretto larghe fasce del pubblico a rimanere a casa, schiacciando viaggi e trasporti e riducendo la necessità di petrolio e gas. Il prezzo del petrolio è precipitato, ma il gigante dell’energia si è accovacciato, ha ridotto la spesa in conto capitale al minimo indispensabile e ha fatto della conservazione del dividendo un punto focale delle sue operazioni.

Eppure il 2020 ha segnato la prima volta in 18 anni che ExxonMobil non ha aumentato il suo dividendo, sebbene il pagamento per l’anno solare fosse superiore a quello dell’anno precedente, preservando un record di 38 anni e mantenendo il suo status di Dividend Aristocrat (infatti, tutti e tre i titoli qui presentati fanno parte di quell’illustre gruppo di società).

Tuttavia, Exxon si è posizionata per capitalizzare il rimbalzo dei prezzi del petrolio e, poiché il gas naturale diventerà ancora più la fonte di energia di riferimento nei prossimi anni, questo grande produttore sarà lì per crescere con esso.

Il suo dividendo rende oltre l’8%, pagandoti per il prezzo depresso delle sue azioni, che è sceso del 40% da inizio anno, ma la ripresa globale che probabilmente verrà ricompenserà profumatamente gli azionisti per la loro pazienza.

Amcor

Amcor (AMCR) non è un titolo a cui molti investitori penserebbero di rivolgersi subito, ammesso che ci pensassero. L’industria del packaging non ha modelli di crescita sexy, ma questo è esattamente il motivo per cui dovresti prenderlo in considerazione: è una parte costante ma di vitale importanza di quasi ogni parte della nostra vita quotidiana e ha visto crescere le vendite di conseguenza.

Volare sotto il radar di molti, Amcor produce imballaggi rigidi e flessibili per alimenti, bevande, prodotti farmaceutici e prodotti per la cura personale. Questo è un vantaggio strategico, perché questi settori sono mercati molto stabili e il 90% delle vendite di Amcor riguarda questi verticali. Inoltre, la pandemia ha causato poca o nessuna interruzione delle sue prestazioni.

Questo non è un titolo che vedrà guadagni rapidi e fulminei, ma sarà piuttosto uno che giorno dopo giorno arranca generando rendimenti per gli azionisti. Amcor paga un dividendo che attualmente produce oltre il 4% annuo, uno che ha raccolto ogni anno per 25 anni consecutivi, un po ‘di sicurezza in più per gli investitori alla ricerca di azioni che li forniranno nel lungo periodo.