Entra in contatto con noi

Mercati americani

Microsoft vuole inserire strumenti di intelligenza artificiale in stile GPT per chat in ogni prodotto

Pubblicato

il

Per notizie commerciali ed economiche più nitide e approfondite, iscriviti a Il vantaggio quotidiano notiziario. È completamente gratuito e ti garantiamo che imparerai qualcosa di nuovo ogni giorno.

L’intelligenza artificiale può sperimentare la dissonanza cognitiva?

Delos Gioielli
Delos Gioielli

Martedì, il CEO di Microsoft Satya Nadella ha dichiarato ai partecipanti di Davos che il gigante della tecnologia intende utilizzare OpenAI, la start-up dietro il generatore di testo virale Chat GPT, per integrare strumenti di intelligenza artificiale in ogni prodotto Microsoft. La caduta del microfono di Nadella arriva sulla scia di Getty Images che annuncia di aver citato in giudizio lo strumento di intelligenza artificiale per la generazione di immagini Stable Diffusion, sostenendo di aver raschiato immagini protette da copyright senza permesso.

Chat GPT Party

Chat GPT ha preso d’assalto Internet a novembre quando è stato aperto al pubblico, con i netizen affascinati dalla sua capacità di produrre imitazioni dal suono convincente di articoli di notizie, testi di canzoni, curriculum e altro ancora. Microsoft, un investitore in OpenAI, non vedeva l’ora di capitalizzare l’hype. L’informazione ha riferito all’inizio di questo mese che Microsoft sta lavorando per integrare ChatGPT in Bing, portando un po’ di ottimismo da tartaruga e lepre alla sua concorrenza forse fino ad ora sbilanciata con Google.

La tecnologia ha spaventato i creativi, ma gli scrittori professionisti sì quasi certamente non prima per il taglio. Lo ha detto la dottoressa Nakeema Stefflbauer, esperta di politiche sull’IA Il vantaggio quotidiano che la prima applicazione commerciale più ovvia di Chat GPT avrebbe accelerato il lavoro degli operatori del servizio clienti e degli esperti di marketing. “Sarà in grado di sostituire i posti di lavoro solo se i marchi rinunciano al ‘fattore umano’ come elemento di differenziazione in quanto saranno felici i loro clienti interagendo esclusivamente con i robot”, ha affermato.

Advertisement

Mentre Microsoft raddoppia su OpenAI, la causa legale di Getty contro StabilityAI, la società dietro Stable Diffusion, getta una scomoda luce sui riflettori sugli strumenti di intelligenza artificiale dei dati:

  • Lo ha detto il CEO di Getty Images, Craig Peters Il limite considera gli strumenti di intelligenza artificiale generativa allo stesso stadio in cui si trovava l’industria musicale nell’era di Napster e Limewire, vale a dire dietro la palla otto. “Pensiamo che allo stesso modo questi modelli generativi debbano affrontare i diritti di proprietà intellettuale degli altri, questo è il punto cruciale”, ha affermato.
  • Stefflbauer ha tracciato un altro paragone musicale, indicando i casi in cui gli stili di particolari artisti sono imitati su Stable Diffusion. “Il problema è che è possibile ‘remixare’ immagini di artisti specifici in modo tale che le immagini sembrino essere recuperabili con il nome di un artista ‘nello stile di…’ ma quegli artisti non vengono ricompensati. Un po’ come i primi giorni di musica rap, quando il lavoro di artisti campionati è stato incluso in nuove canzoni, per le quali gli artisti originali non sono stati pagati”, ha detto Stefflbauer.

Cadere: Un artista sta usando la sua influenza per combattere contro i pretendenti all’IA. L’icona dell’alt-rock Nick Cave ha messo su un post sul blog Martedì dicendo che dozzine di persone gli hanno inviato canzoni generate da Chat GPT che imitano il suo stile. Scegliendo una particolare serie di testi inviatigli da un fan, il famoso e poetico Cave si è scagliato contro “l’orrore emergente dell’intelligenza artificiale” in modo marcatamente prosaico: “Questa canzone fa schifo”.

Advertisement

Trending