giovedì 03 dicembre 2020

Notizie Dow Jones: Microsoft, Intel è arrivata in campo nel 2020

                                                                 

Entrambe le azioni tecnologiche sono aumentate notevolmente per iniziare l’anno.

                            

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

Il Dow Jones Industrial Average ( DJINDICES: ^ DJI ) è salito vertiginosamente il primo giorno di negoziazione di 2017, con un aumento dello 0,6% a 11: 30 EST. Il Dow era in alto 22% nel 2019 .

Aiutare a guidare i guadagni di giovedì sono stati due giganti della tecnologia , Microsoft ( NASDAQ: MSFT ) e Intel ( NASDAQ: INTC ) . Entrambe le azioni si sono comportate bene in 700, ma ogni azienda dovrà affrontare alcune sfide in 2020 che potrebbe mettere a repentaglio l’esecuzione di un bis.

Microsoft avvia 2020 su una nota forte

Microsoft ha avuto un grande 700. Entrate e guadagni sono aumentati, grazie alla resilienza di Office e all’incredibile crescita del business cloud dell’azienda. Microsoft si è assicurato il contratto cloud JEDI del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, per un valore potenzialmente $ 10 miliardi oltre 10 anni. E lo stock guadagnato 31%, spingendo la capitalizzazione di mercato dell’azienda ben oltre $ 1 trilione.

Fonte immagine: Getty Images.

Le azioni di Microsoft sono aumentate dell’1,1% giovedì mattina, un buon inizio per 2020.

Mentre ci sono tutte le ragioni per credere che Microsoft continuerà a prosperare nel cloud quest’anno, Alphabet ‘S ( NASDAQ: GOOG ) ( NASDAQ: GOOGL ) Google sta raddoppiando sui suoi sforzi per alleviare Microsoft dal suo n. 2 posizione nel mercato delle infrastrutture cloud. Mentre, secondo quanto riferito, Google ha deciso di abbandonare del tutto il mercato, la società ha ora gli occhi sull’essere uno dei 2 principali provider di infrastrutture cloud di 2023.

Se Google è seriamente intenzionato a vincere nel cloud, la società avrà probabilmente bisogno di espandere notevolmente il proprio personale di vendita e marketing, diventando aggressivo sul prezzo per concludere affari. Ciò potrebbe innescare una guerra dei prezzi, tagliando i profitti di Microsoft in quanto è costretto a ridurre i prezzi.

Dopo un’epica manifestazione in 700, le azioni Microsoft sono tutt’altro che economiche. Basato sulla stima media dell’analista per il bilancio 2017, quote del gigantesco software commerciale per poco meno di 30 volte i guadagni. Tale premio potrebbe essere giustificato dalle prospettive di crescita dell’azienda, ma qualsiasi segno di difficoltà potrebbe far crollare lo stock.

Intel aumenta nonostante l’ottimismo di AMD

Per molti anni, il gigante dei chip Intel ha dovuto affrontare poca concorrenza nelle sue attività core di chip per PC e server. Ma rivale Advanced Micro Devices ( NASDAQ: AMD ) ha iniziato un assalto all’impero di Intel quando ha lanciato chip basati sulla sua architettura Zen in 2017. I chip PC Ryzen di AMD e i chip server EPYC sono ora che si spengono via a Quota di mercato di Intel , costringendo Intel a ridurre i prezzi su alcuni dei suoi chip per rimanere competitivi.

L’ottimismo per AMD continua a svilupparsi. Giovedì, Nomura ha ribadito una valutazione di acquisto sullo stock e aumentato il suo obiettivo di prezzo a $ 58. Nomura prevede che la posizione competitiva di AMD continuerà a rafforzarsi in 2017.

Mentre Intel sta affrontando un’intensa pressione competitiva, il titolo non ha perso un colpo. Azioni in aumento 18. 5% in 2019, e sono aumentati dell’1,5% giovedì mattina. Questa prestazione è nonostante il ritardo di Intel di anni 10 nm processo di produzione attivo e funzionante per la produzione in serie. Questo ritardo ha permesso ad AMD di cancellare il suo svantaggio di produzione: gli ultimi chip Ryzen ed EPYC di AMD sono stati costruiti utilizzando TSMC processo a 7 nm.

Intel mirerà a proteggere la propria quota di mercato in 2020, che probabilmente significa prezzi più aggressivi, che potrebbero tagliare i margini. Ma Intel aprirà anche un nuovo fronte nella sua battaglia con AMD. Intel sta lavorando sulle proprie schede grafiche discrete , con un lancio programmato in 2020. Il mercato delle schede grafiche è attualmente un duopolio, con NVIDIA il leader e AMD nel Posizione n. 2. Intel potrebbe scuotere le cose se le sue schede grafiche fossero competitive, creando un nuovo flusso di entrate per l’azienda.

Mentre finora le scorte di Intel si sono ampiamente scrollate di dosso la minaccia AMD, ciò potrebbe cambiare in 2020 se Intel non può attenuare lo slancio di AMD.

                                                                                                                                                                                                                 . “>                                                                                                                                                                                                                                      

Articolo originale di Fool.com