domenica 17 gennaio 2021

Op-Ed: Quando si tratta di investire, non è solo quanto guadagni, ma è quello che tieni al netto delle tasse

La pandemia di coronavirus che ha colpito i mercati azionari e obbligazionari ha portato molti investitori a dare un’occhiata più da vicino ai loro portafogli di investimento. Mentre gli investitori sono invitati a evitare di cambiare la loro strategia di investimento a lungo termine durante le correzioni e i mercati ribassisti, questi selloff possono effettivamente creare un’opportunità per migliorare gli obiettivi di portafoglio a lungo termine.

Uno dei più importanti i concetti di gestione del portafoglio sono investimenti fiscali intelligenti.

Per aiutarlo a capire, distinguiamo innanzitutto tra i conti pensionistici e non pensionistici. Un conto di vecchiaia, come un tradizionale conto di vecchiaia individuale o un piano 401 (k), non viene tassato fino a quando non si inizia a prelevare. Un conto non pensionistico, tuttavia, è un conto tassabile in cui investi denaro al netto delle imposte che hai guadagnato o ereditato o che è stato creato quando hai venduto un’attività patrimoniale, come una proprietà.

L’efficienza fiscale del portafoglio non pensionistico è una considerazione importante negli investimenti fiscali intelligenti. La costruzione di questo portafoglio dovrebbe essere guidata da una conoscenza approfondita del profilo della dichiarazione dei redditi.

Altro da Finanza personale:
La disoccupazione è più alta che mai. Perché il mercato è in ripresa?
Famiglie di morti Covid – 19 le vittime potrebbero dover restituire stimoli cheques
È un americano ma sua moglie no. Non sta ottenendo un controllo dello stimolo

Ecco perché: diversi veicoli di investimento hanno efficienze fiscali variabili a causa della loro struttura. I fondi comuni di investimento che investono in azioni, ad esempio, sono spesso molto inefficienti dal punto di vista fiscale rispetto ai portafogli di singoli titoli o ai fondi negoziati in borsa a causa del potenziale del fondo comune di distribuzioni annuali di plusvalenze.

Quando un fondo comune di investimento distribuisce una plusvalenza, gli investitori hanno la possibilità di prendere la distribuzione in contanti o di reinvestire in più azioni del fondo comune di investimento. In entrambi i casi, la distribuzione delle plusvalenze da un fondo comune di proprietà del proprio portafoglio tassabile apparirà nell’Allegato D della dichiarazione dei redditi. Queste plusvalenze possono essere una “resistenza fiscale” sul portafoglio, che è un costo fantasma di cui molti investitori non sono a conoscenza e un punto dolente comune tra le persone nelle fasce fiscali elevate.

Se lo sei un investitore che ha un portafoglio non pensionistico inefficiente dal punto di vista fiscale, non tutto è perduto: un consulente finanziario qualificato o un CPA possono mostrarti se i tuoi investimenti tassabili possono essere ribilanciati in modo fiscale nel tempo per raggiungere un portafoglio fiscale, che è un processo in due parti.

La prima parte è attraverso la raccolta delle perdite fiscali. Questa strategia è quando vendi tutte o alcune delle tue partecipazioni in perdita in concomitanza con una vendita di compensazione di tutte o alcune posizioni con un guadagno approssimativamente uguale. L’effetto netto è la creazione di liquidità senza innescare gran parte di un utile o una perdita fiscale, e questa liquidità può essere ridistribuita in partecipazioni a efficienza fiscale, creando così un portafoglio non pensionistico più fiscale.

Se sei stato investito in un fondo comune per diversi anni e le tue distribuzioni di plusvalenze sono state reinvestite, ciascuno di questi reinvestimenti ha una base di costo specifica, nota come lotto fiscale. Ad esempio, il reinvestimento delle plusvalenze avvenuto lo scorso anno è un lotto fiscale con una base di costo probabilmente diversa rispetto al reinvestimento delle plusvalenze avvenuto cinque anni fa.

Spesso, l’estratto conto segnalerà una base di costo medio di questi lotti fiscali, ma le informazioni sulla base di costo del tuo conto tassabile possono essere convertite per mostrare la base di costo per ogni lotto fiscale.

Quando si verificano svendite di mercato, è un ottimo tempo di rivedere quali lotti fiscali sono ammissibili per la riscossione delle perdite fiscali. Gli investitori di buy-and-hold spesso non vogliono vendere durante correzioni o mercati ribassisti, ma se la stessa esposizione di mercato – come gli stock di crescita – è disponibile in una struttura più efficiente dal punto di vista fiscale, effettuando la raccolta di perdite fiscali quando i mercati sono in calo, è possibile essere un momento opportuno per creare un portafoglio fiscale saggio.

Attendere il recupero dei mercati potrebbe significare che la perdita fiscale le opportunità di raccolta che erano disponibili durante un vortice di mercato potrebbero non essere più disponibili e potrebbe essere necessario pagare le imposte sulle plusvalenze per vendere in tutto o in parte un’azienda inefficiente dal punto di vista fiscale per reinvestire in una società in regime fiscale

La seconda parte è attraverso la gestione della fascia fiscale. Questo è quando raccogli guadagni nel tuo portafoglio non pensionistico senza saltare in una fascia fiscale marginale più alta. È importante iniziare con le partecipazioni che hanno apprezzato di meno, perché venderle ti consentirà di creare più liquidità con minori plusvalenze. È fondamentale consultare un professionista fiscale qualificato prima di apportare modifiche al proprio conto non pensionistico.

La riscossione delle perdite fiscali e la gestione delle fasce fiscali non si escludono a vicenda. Insieme, possono ridurre la resistenza fiscale sul portafoglio non pensionistico, consentendo così una parte maggiore del vostro denaro a partecipare agli investimenti a lungo termine. Entrambe le strategie possono essere implementate nel tempo e dovrebbero essere riviste ogni anno, e durante i selloffs del mercato, per aiutarvi a implementare un portafoglio fiscale-intelligente.

– Di Vance Barse, stratega della ricchezza e fondatore di Your Dedicated Fiduciary

Articolo originale di CNBC