sabato 25 settembre 2021

Salvia: alleata per la nostra salute

La salvia è una pianta officinale profumata e delicata, ideale per la coltivazione sul terrazzo o balcone di casa, e si abbina a molte preparazioni. Ideale per insaporire carne e pesce, o per insaporire salse e vinaigrette, è la base di un buon liquore dolce e aromatico che completa il sapore di un pasto fresco e unico.

La salvia ha foglie larghe e vellutate e un colore verde brillante brillante unico che la rende bella da vedere, ideale come pianta ornamentale e per profumare un terrazzo o un balcone di casa. Conosciuta per le sue spiccate proprietà carminative, antispasmodiche e antisettiche, la salvia ha notevoli proprietà astringenti nelle foglie ed è ampiamente utilizzata sia in cosmetica che in erboristeria.

Pianta medicinale nota fin dall’antichità per le sue importanti proprietà medicinali, la salvia è stata utilizzata per trattare una varietà di disturbi come risolvere problemi che colpiscono la bocca, disinfettare le ferite, facilitare la digestione o curare i problemi legati alla menopausa. La salvia è un’erba medicinale dagli straordinari benefici per la salute, in particolare per le sue note proprietà rinfrescanti e astringenti, si prende cura della pelle e dei capelli, oltre a ridurre l’eccessiva sudorazione e cicatrizzare la pelle grassa grazie al suo effetto seboregolatore.

La salvia può essere consumata sia fresca che secca ed è ideale per preparare tisane o infusi, oltre che per preparare piatti tradizionali in cucina, per insaporire secondi piatti di carne o pesce, o per insaporire salse e vinaigrette.

Si trova in commercio anche come estratto, olio essenziale o idrolato di salvia. Tutti questi prodotti appartengono alla categoria delle erbe medicinali e dei rimedi erboristici e possono essere utilizzati per curare varie malattie.
Le foglie fresche, invece, possono essere consumate crude o in infusione per fare ottimi tè o tisane. La salvia ha importanti proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, e il suo consumo è molto indicato per curare disturbi legati all’apparato digerente e alleviare il bruciore di stomaco o l’edema, controllare l’eccessiva sudorazione e curare le infiammazioni della bocca, della gola e delle gengive. Pelle infiammata e liscia dall’infiammazione.

Ampiamente usato in cosmetica ed erboristeria, questo olio essenziale va usato con cautela, soprattutto se assunto per via orale. Si estrae sia dalle foglie che dalle sommità fiorite della pianta da utilizzare diluito, il suo utilizzo è sempre consigliato sotto controllo medico. Le sue proprietà antivirali, antibatteriche e antimicotiche lo rendono utile nel trattamento dell’herpes, inoltre aiuta a sciogliere il muco attraverso la sua azione espettorante e mucolitica in disturbi respiratori come tosse e bronchite.