lunedì 23 novembre 2020

Shopping online: orologi di lusso nuovi o usati?

L’esperienza dello shopping online si è ormai adeguata perfettamente agli standard della boutique classica.

L’attuale pandemia di coronavirus ha dato un potente impulso al commercio online, costringendo la maggior parte dei marchi ad accelerare il lancio di progetti già in corso. Alcuni vendono esclusivamente orologi nuovi, mentre altri offrono una vasta gamma di orologi usati. I meno esperti possono sentirsi persi nel cercare di capire tutto.

Parliamo ovviamente di orologi di un certo valore “di lusso” come quelli che indossa Chiara Ferragni e Fedez, o Rafael Nadal ecc. . Tutti sono dei marchi che hanno una storia e un vissuto che affascina da anni i collezionisti, gli amanti del “bello” o semplicemente chi vuole investire in un piccolo business che può portare anche dei guadagni nel tempo.

I consigli da seguire se vuoi acquistare un orologio di lusso nuovo

In generale, possiamo dire che ci sono due modi per acquistare un nuovo orologio di lusso:

  • Direttamente dal marchio stesso;
  • In uno dei distributori ufficiali del marchio (in un negozio o sul web).

Ma quanto può valere un orologio di lusso? È il momento di distinguere tra il valore di un orologio agli occhi del mercato e agli occhi dell’acquirente.

Molte persone compreranno probabilmente solo uno o due di questi orologi molto costosi nel corso della loro vita. Quindi possono anche pagare il prezzo di listino completo per un orologio che potrebbero trovare più economico online, solo per ottenere la piena esperienza di camminare in un bellissimo negozio e sentirsi come se fossero trattati come un re o una regina.

Valutare l’acquisto di un orologio di secondo polso o comunemente detto “usato”

Si tratta di orologi precedentemente posseduti da altri proprietari. Come il mercato degli orologi nuovi, è molto vario e, ovviamente, non privo di sfumature. In generale, si può affermare che il mercato secondario è costituito da commercianti di orologi che acquistano e vendono a privati.

Questo mercato si è evoluto per colmare il vuoto creato dalle aziende (e alcuni rivenditori autorizzati) che non volevano o non potevano acquistare i propri prodotti da clienti che volevano sostituirli o rivenderli.

Questa situazione sta gradualmente cambiando poiché alcuni marchi e rivenditori tentano di stabilire programmi di certificazione di orologi usati. Questa strategia consiste nell’acquistare vecchi modelli, quindi verificarne e certificarne l’originalità prima di rimetterli in vendita.

Ci sono molti fattori che influenzano i prezzi. Tra i criteri più comuni vi sono età, condizione, desiderabilità, presenza o assenza della scatola e dei documenti originali.

Naturalmente, ci sono molti altri aspetti, come alcune variazioni su un particolare modello, che giustificano enormi sovrapprezzi. In ogni caso, facendo una ricerca, si potranno trovare orologi straordinari a prezzi ragionevoli.

Usato non è necessariamente sinonimo di “vecchio”. Spesso si assiste al fenomeno della rivendita redditizia degli orologi classificati “usati” ma venduti come “mai usati”, i cosiddetti “NOS”.

Ciò significa generalmente che la prima persona che ha acquistato l’orologio, lo ha fatto per rivenderlo sul mercato a un prezzo più alto. A volte, tuttavia, la persona potrebbe aver lasciato l’orologio in cassaforte per diversi mesi prima di decidere di venderlo per utilizzarlo come permuta, in caso volesse acquistarne un altro, oppure come investimento, in quanto la maggior parte degli orologi di lusso, (nuovi e usati) aumentano di valore nel tempo (es. Rolex, Patec Philippe, Girard Perregaux, ecc.).