Entra in contatto con noi

Attualità

Verso la rimozione del Green pass: si partirà dall’aperto

Pubblicato

il

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa,  durante la trasmissione “24 Mattino” in onda su Radio 24 anticipa delle ipotesi su come potrebbero avvenire i cambiamenti che ci condurranno alla fine dell’epidemia e all’abolizione delle regole che ci stanno facendo compagnia negli ultimi 2 anni

Lo afferma Andrea Costa: “Dopo fine stato emergenza inizierà una fase nuova con progressiva eliminazione restrizioni. E’ un’ipotesi alla quale stiamo ragionando a livello di Governo, quella di andare verso la rimozione del Green pass per le attività all’aperto. Da parecchi giorni i dati sulla pandemia” di Covid-19 e sulle ospedalizzazioni sono positivi, quindi è chiaro che andremo in quella direzione e con la fine dello stato di emergenza sicuramente inizierà una fase nuova con un allentamento delle misure restrittive. Con la gradualità con le quali le abbiamo introdotte, ci avvieremo ad un’eliminazione delle misure restrittive”.

Un approccio più conservatore è quello di Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, ospite di Agorà  su Raitre  che alla domanda “Dal prossimo primo aprile, con la probabile fine dello stato di emergenza, toglieremo anche l’obbligo di mascherine al chiuso?” risponde con un secco dissenso: “No. Questo è un argomento di discussione, è chiaro che poi sarà la politica che prenderà la decisione finale ma il nostro consiglio è di evitarlo. “Otteniamo risultati positivi grazie alla vaccinazione e al green pass. La tendenza naturale e umana, ma ingiustificata dal punto di vista scientifico, è rimuovere gli elementi che ci hanno permesso di ottenere risultati. E’ come se guidiamo un’auto con la cintura di sicurezza e prudenza: non abbiamo incidenti, soddisfatti di questo ci togliamo la cintura di sicurezza e cominciamo a guidare come matti. E’ chiaro che andiamo a sbattere prima o poi, sarebbe il terzo anno consecutivo con questo errore. La pandemia non è finita, l’Est Europa sta tornando ad avere un nuovo aumento dei casi. Per non parlare di Usa e Hong Kong che sono in condizioni difficilissime. Gli Usa hanno 3.000 morti al giorno, marciano verso il milione di morti: 850.000 di questi sarebbero stati evitabili se fossero stati vaccinati, lo dicono gli studi. Insieme ai vaccini, che da soli non bastano, bisogna usare cautele. Negli ambienti chiusi l’uso delle mascherine è rilevantissimo. Il green pass, nei paesi che lo hanno usato, ha portato a risultati in termini di prevenzione”.