venerdì 24 settembre 2021

Anche gli italiani imparano a portare l’etnico sulle loro tavole

La spesa per i cibi etnici è cresciuta nel Belpaese del 3%. Ecco i più amati in Italia e quali provincie sono più appassionate

L’amore per il cibo attraversa tutta la Penisola, ma sono Lombardia ed Emilia-Romagna a trainare gli acquisti: sono ben tre, infatti, le città di ciascuna regione nella top 10 delle province che nell’ultimo anno hanno registrato i volumi più consistenti in termini di prodotti etnici, rispetto alla spesa totale. In testa alla classifica, infatti, Pavia – dove è la frutta esotica a fare da padrona – accompagnata da Milano al quarto posto e Como all’ottavo, mentre il fronte emiliano è rappresentato da Bologna (sul secondo gradino del podio), Parma (settima posizione) e Modena (nono posto).

Complice anche  la pandemia, gli italiani hanno preferito mete esotiche solo a tavola, dove  ci si può però imbarcare in un giro del mondo alternativo, assaporando componenti e piatti esotici capacità di trasportare la mente grazie alle papille gustative. Gli Italiani hanno apprezzato molto viaggiare con il gusto e lo confermano anche i dati Everli: dall’analisi degli ordini effettuati nell’ultimo anno emerge che la spesa per l’acquisto di cibi etnici in Italy è cresciuta di oltre il 3% su base annua.

Gli itinerari culinari più battuti dagli italiani si trovano nel continente americano –

– in particolare in Centro e Sud-America, ma con una puntata negli Stati Uniti – nel Mediterraneo, in India e Asia orientale.

Al primo posto tra i cibi etnici più acquistati in Italia spicca infatti l’avocado, la cui produzione si concentra principalmente in America Latina: da salse come il guacamole a insalate golose o toast sfiziosi, questo frutto versatile e trendy non può mancare nel carrello della spesa del Bel Paese. Per i viaggi gastronomici senza valigia, gettonatissima anche la Grecia, che occupa ben due gradini nella classifica dei cibi etnici più popolari dello Stivale per la celebre feta  e per la tipica insalata greca.

Grande protagonista delle vacanze a misura di cucina degli italiani anche il Messico, che conquista l’ultimo gradino del podio con le tortilla chips. Questi croccanti snack sono apprezzati davvero in tutte le salse: se i più acquistati sono quelli salati, molto popolari sono anche i nachos al formaggio, quelli aromatizzati al chili e quelli senza glutine al mais bianco, oltre alla versione “naturale”. La voglia di gustare le specialità del Paese centroamericano si rispecchia anche in altre posizioni del ranking (8 e 9), dove spiccano le salse e i fagioli messicani al chili. La più gettonata è la salsa messicana “suave” con pezzetti di verdure, perfetta per fajitas, nachos e grigliate; seguono quella moderatamente piccante al pomodoro, con aglio e jalapeno e la sua versione “hot”, per palati che non temono uno spuntino de fuego. Infine, non mancano nei carrelli virtuali anche i vasetti della golosissima salsa de queso, quindi a base di formaggio.

L’Asia conquista invece gli italiani per  il curry e la salsa di soia, gli ingredienti must  have di innumerevoli preparazioni.