mercoledì 28 ottobre 2020

Bank of America afferma che i minimi per i prezzi delle azioni e le obbligazioni societarie sono in vigore

Mentre la direzione del mercato dipende ancora dal rallentamento dell’epidemia di coronavirus, alcuni segnali stanno emergendo che la maggior parte delle vendite in azioni e obbligazioni societarie è dietro di noi, secondo Bank del principale stratega degli investimenti americano Michael Hartnett.

Il primo è la vastità del pullback. Più di $ 20 trilioni di dollari nel valore delle azioni statunitensi sono stati spazzati via durante il sell-off indotto dalla pandemia e gli spread del credito investment grade sono aumentati a 400 punti base da 100 punti base, ha detto Hartnett.

“Difficile che i prezzi delle attività e la volatilità diminuiscano fino a quando gli esseri umani non possono lasciare in sicurezza le loro case; questo ha detto … sono bassi i prezzi delle obbligazioni societarie e dei prezzi delle azioni”, ha scritto Hartnett, le cui note semplici e piene di dati sono popolari a Wall Street.

In secondo luogo, è stato attivato un potente segnale “buy” contrarian per il mercato. L’indicatore “Bull & Bear” proprietario della Bank of America, che esamina il posizionamento raccomandato di Wall Street, indica “orso estremo”.

Le ultime quattro settimane hanno registrato un record $ 284 miliardi di deflussi da obbligazioni e $ 658 miliardi in contanti, Hartnett ha aggiunto.

L’indicatore mostra la recente uscita degli investitori dai titoli azionari e le obbligazioni societarie sono esagerate, ha detto Hartnett, aggiungendo che l’estremo ribasso porta sempre a grandi rimbalzi.

Lo stratega ha anche predetto che “picco di negatività” per il coronavirus sarà alle porte in aprile. A partire da venerdì, i casi confermati di coronavirus hanno raggiunto il milione in tutto il mondo.

Hartnett ha aggiunto che la guerra dei prezzi del petrolio che ha arrostito i mercati prima potrebbe finire. Oil ha registrato la sua settimana migliore dopo che il presidente Donald Trump ha dichiarato alla CNBC di aspettarsi che il presidente russo Vladimir Putin e il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman annuncino un accordo per tagliare la produzione di petrolio di 10 milioni a 15 milioni di barili.

Still, Bank of America come azienda non vede un grande rimbalzo. La banca ha ridotto l’obiettivo di fine anno sull’S & P 500 a 2, 600 da 3, 100, che si tradurrebbe in una perdita di quasi 20% per l’intero anno 2020 ed è solo di circa il 4,5% in più rispetto ai livelli attuali. La nuova prospettiva rappresenta la visione più ribassista di Wall Street, secondo il CNBC Market Strategist Survey che completa 16 le migliori previsioni degli strateghi.

Le prospettive riflettono la previsione del PIL USA della banca di un calo del 7,7% quest’anno, che segnerebbe la peggiore recessione postbellica della storia. L’azienda prevede inoltre che l’utile S&P 500 per azione precipiterà 29% quest’anno mentre la pandemia si scatena il caos sugli utili aziendali.

Articolo originale di CNBC